gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Intitolata a Nicola Simone un'aula della caserma Garibaldi di Spoleto
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Intitolata a Nicola Simone un'aula della caserma Garibaldi di Spoleto

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Attualità

Uff. Stampa Vivi la Strada .it  Fonte e foto: "Tuttoggi.info"  Quotidiano dell'Umbria

Commozione per l’Aula didattica intitolata al granatiere Nicola Giovanni Simone, vittima della strada il 7 Maggio 2011 sulla S.P. 237 Putignano - Castellana Grotte durante il cambio al vertice del “Cengio” aula_didattica_granatieri_Nicola_Giovanni_Simone_

Putignano (Ba) - E’ Stata una giornata carica di emozione per i genitori Giuliana, Mario e il Fratello Vanni di Nicola Giovanni Simone, 1° Caporal Maggiore dei Granatieri di Sardegna di Spoleto per l'aula a lui dedicata.

Terminata la cerimonia del cambio del comandante, il Colonnello Amadio sostituisce Del Lungo, le autorità  Religiose, Militari e Civili hanno raggiunto l’aula didattica che è stata intitolata alla memoria del 1° Caporal Maggiore Nicola Giovanni Simone, lo sfortunato granatiere morto lo scorso maggio a seguito di un grave incidente stradale provocato da un’automobilista 83enne che si è poi dato alla fuga.

Nicola aveva solo 27 anni, 7 dei quali trascorsi nella Caserma Garibaldi di Spoleto dove si era distinto per la sua umanità e professionalità. Aveva anche preso parte a 2 operazioni nei Balcani. Per questo gli è stata dedicata l’aula didattica che da oggi porta il suo nome.

Dopo la benedizione, l’Arcivescovo Boccardo lo ha ricordato con stima e affeto: era sempre disponibile per tutti, qui era un nostro figlio amato da tutti, si faceva  volere bene,  un gran bravo ragazzo e la sua immatura scomparsa ci ha lasciato un gran vuoto, noi lo ricorderemo con affetto per questo l’aula didattica porterà da oggi il suo nome scritto in grande. Dopo il taglio del nastro tricolore e la benedizione dell’aula, le autorità pian piano si sono allontanate dall'aula, lasciandola ai familiari per un momento di raccoglimento che doveva giustamente rimanere privato.                         

Si ringrazia la