gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
CLAMOROSO: A GIOIA DEL COLLE IL PRIMO NEGOZIO COMPRA-RIFIUTI
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

CLAMOROSO: A GIOIA DEL COLLE IL PRIMO NEGOZIO COMPRA-RIFIUTI

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 30
ScarsoOttimo 
Attualità

logo_ecopunto

Nasce Gioia del Colle il primo negozio compro – rifiuti.

Il meccanismo è semplice: a casa si fa la raccolta differenziata di carta, cartone, plastica, vetro, lattine e allumino in generale, ferro e legno, poi i rifiuti selezionati per tipologia si portano al negozio Compro Rifiuti dove saranno pesati e trasformati in soldi con questo parametro: €0,40 per un chilo di alluminio - € 0,15 per il ferro e la plastica - € 0,05 per la carta, il cartone, il legno e il vetro. Un esempio da imitare anche a Putignano

Questa è la formula lanciata dall’assessore all’ambiente Federico Antonicelli e dalla Spes spa, per incrementare la raccolta differenziata e per consolidare il primato che appartiene a Gioia del Colle come Comune al di sopra dei 20.000 abitanti più virtuoso di Puglia.
(Il centro compro rifiuti, sito presso i locali della SPESGIOIA spa di Via D’Annunzio a Gioia del Colle, sarà aperto il giovedì e il sabato dalle ore 15,00 alle 19,00 e sarà operativo nei prossimi giorni.

La somma così ottenuta sarà caricata su una carta magnetica e semestralmente si potrà ritirare il denaro accumulato.
«Riteniamo sia un modo intelligente per valorizzarla raccolta dei rifiuti riciclabili e premiare i cittadini più sensibili» spiega l’assessore all’Ambiente Federico Antonicelli, «è un’iniziativa molto importante e per questo dobbiamo impegnarci tutti quanti a promuoverla nel migliore dei modi”.

In Italia esiste una rete di questi negozi compro-rifiuti, in franchising
Un negozio dove non si va a comprare ma a vendere, e che tratta un solo tipo di merce: l'immondizia. Quella quotidiana, domestica. A conferirla sono i cittadini, a comprarla aziende che si occupano di gestione dei rifiuti industriali. Per esempio la Recoplastica srl. Il meccanismo è semplice: a casa si fa la raccolta differenziata e poi si portano i sacchetti nel negozio, dove vengono pesati e pagati in base alle quotazioni di mercato, che variano ogni settimana.

In linea di massima, si ottengono 50 centesimi per un chilo di alluminio, 20 per il ferro, 18 per il Pet e 5 per la carta. Quindi i rifiuti vengono compattati in una macchina, ritirati e avviati all'impianto dell'azienda che li lavora e li rivende. Ogni Ecopunto Recoplastica, per esempio, dovrebbe avere un'utenza media di 2.500 persone. Ma si guadagna a comprare rifiuti? «L'utile mensile dovrebbe ammontare a 2.000- 2.500 euro».







 
12 Commenti
 
vorrei un recapito telefonico
12 Mercoledì 05 Agosto 2015 17:11
danoele
Per poter portare i rifiuti da voi come posso fare vorrei un recapito telefonico per poter portare a vendere i rifiuti
 
informazione
11 Lunedì 04 Agosto 2014 08:14
gianna
salve posso avere il vostro numero telefonico
 
informazione
10 Lunedì 04 Agosto 2014 08:12
gianna
salve scrivo da terlizzzi vorrei cortesemente il vostro recapito telefonico per potermi poi organizzare,grazie
 
informazione
9 Lunedì 05 Maggio 2014 10:01
gianna
salve,aiutatemi a capire come posso collaborare con voi considerando la distanza
 
richiesta info
8 Lunedì 06 Maggio 2013 20:00
saverio
ciao Roberto,
ma questa iniziativa parte dall'idea del franchising di Moncalieri della RECOPLASTICA, o avete aperto voi un ecopunto autonomamente senza l'ausilio dello stesso. ti spiego, io sarei fortemente interessato alla apertura di un ecopunto ma con Moncalieri è difficilissimo avere contatti e tutti coloro che sono sulla lista per l'apertura del franchising sono insabbiati nella burocrazia. come si puo' fare?
grazie per la tua Disponibilità
Saverio Mangione
Cerignola
Risorse
Lunedì 25 Novembre 2013 11:43
Lorenzo
Ciao,rispondo alla tua domanda.
purtroppo in italia e pressdoche inpossibile accedere a tale attività, il rifiuto e un buseness molto importante per i comuni, togliendo loro questi introiti dovranno rinventarsi altro lucro. Ai vari enti non interessa se inquina, l'importante e incamerare...........documentati e divulga

Lory
 
puntuale informazione
7 Lunedì 22 Ottobre 2012 09:32
Roberto Gravinese
Risposta al Sig. Stefano del 27 luglio 2012

Gentile Stefano, sono Roberto Gravinese IL FONDATORE DEL PROGETTO Ecopunto,mi chiedo come possa permettersi una persona che neppure conosco menzionare la parola truffa,
Al di la' che la reputo un poveretto, incapace forse ,anche di trovare un sito web ,le consiglierei di modificare la sua espressione!!!!!!
www.ecopuntovero.it cosi' potra' documentarsi prima di dare aria alla bocca .......un cordiale saluto Roberto Gravinese
Apertura di EcopuntoVero a LECCE
Giovedì 23 Maggio 2013 17:15
Francesco
Gentile Sig. Roberto Gravinese sarei interessato e motivato all'apertura di un centro per la raccolta differenziata a lecce.
Se gentilmente potrebbe contattarmi le lascio il mio numero di cell. 3204250054, le lascio inoltre il mio indirizzo email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .
La ringrazio anticipatamente e le Auguro un in bocca al lupo per la sua eccellente iniziativa.
Resto in attesa di un suo contatto. Grazie
 
di clamoroso c'è solo la grandissima bufala
6 Venerdì 27 Luglio 2012 10:15
stefano
Dov'è il sito internet di questa azienda? Leggete quello che dicono sui vari blog...si tratta di una truffa, organizzata in tutta Italia e molto ben pubblicizzata.
 
informazione
5 Martedì 05 Giugno 2012 11:29
michele
Buon giorno mi interessa l'idea.Vorrei sapere il vostro numero di telefono per iniziare a portarvi del rifiuto.
Grazie
 
Risposta esaudiente Direttore
4 Giovedì 16 Settembre 2010 13:39
pascal
D'accordissimo con lei direttore. La cosa che però più mi rattristisce è che comunque c'è ancora tanta gente che non se ne rende conto e continua a considerare determinati portali d'informazione come di ottima fattura e di ottima qualità. Finisco augurandovi un grande futuro nel campo dell'informazione! Pascal
 
Perchè si copia?
3 Mercoledì 15 Settembre 2010 17:02
pascal
Perchè ci sono siti che copiano sempre le notizie che voi mettete sia sul sito che sul web?
condividere anziché copiare
Mercoledì 15 Settembre 2010 19:36
Il Direttore
Condividere anziché copiare, quando non si è in grado di produrre informazione. Questo sarebbe auspicabile da parte di coloro che proditoriamente lo fanno. Sarebbe più dignitoso e rispettoso del lavoro altrui. Oltremodo più decoroso sarebbe desistere, quando copiare si rivela l'unica attitudine. Tanti siti e tante voci sul web dovrebbero corrispondere o garantire la cosiddetta pluralità di informazione. Tuttavia, ciò che effettivamente e tristemente sovente appare garantita è la pluralità di cloni
 
Ottima idea!
2 Mercoledì 15 Settembre 2010 16:14
pipino il breve
Grande iniziativa a Gioia, perchè non riproporlo anche a Putignano. Comunque bel giornale Putignano Informatissimo, fatto veramente bene. Concordo pienamente con quanto scritto prima.
 
Ai nostri amministratori
1 Mercoledì 15 Settembre 2010 14:03
Putignanese stanco
Spero che i nostri amministratori leggano questo giornale. Dopo le ultime "trovate geniali" sulla differenziata a Putignano e la stangata TARSU....

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: