gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Putignano, bici elettriche per i vigili urbani
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Putignano, bici elettriche per i vigili urbani

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Attualità

Quattro in tutto: due modello 'Urban full' e due più sportive 'Mtb power', per muoversi agevolmente nelle aree pedonali come il centro storico della città

Bici_elettriche_polizia_locale_foto_dal_webPutignano Ba - Si è perfezionata qualche giorno fa la procedura amministrativa per l’acquisto di quattro biciclette elettriche, tutte con pedalata assistita che andranno ad ampliare la flotta dei veicoli a disposizione della polizia municipale di Putignano.

Le due ruote sono dotate di un apposito equipaggiamento  che consentirà agenti di operare e monitorare il territorio muovendosi agevolmente nella cinta urbana, ma con un ridotto impatto ambientale, rispetto al consueto utilizzo delle auto di servizio.

La decisione è arrivata a margine della recente adozione del piano del traffico (PUMS) da parte del Comune di Putignano, che impone, tra le altre cose, una generale riorganizzazione strutturale della mobilità urbana, improntata sui principi della sostenibilità ambientale e aperta all’innovazione propria di una Smart City.

In particolare, gli obiettivi strategici del PUT – PUMS puntano a migliorare, ridurre, contenere e rispettare le condizioni della circolazione veicolare e pedonale, la sicurezza stradale soprattutto legata agli utenti deboli, pedoni e ciclisti, l’inquinamento atmosferico ed acustico, i consumi energetici e i limiti dei valori ambientali. 

Per perseguire tali obiettivi, il comando di polizia locale sarà dotata di due biciclette del modello 'Urban full', con scavalco facilitato, e due più sportive, le 'Mtb power', per una spesa complessiva che si aggira intorno ai 12mila euro.

Bici_elettrica_concilia_bike_polizia_localeTra le caratteristiche peculiari di queste biciclette: il sistema antiforatura; i cerchi in alluminio rinforzati doppia camera;  forcella ammortizzata in alluminio; sistema di chiusura durante le soste e blocco antifurto, presa USB per ricaricare telefono e altri device, con doppia tensione a 5 e 12 volt.

Sono inoltre dotate di un motore da 250 watt, una batteria al litio da 36 volt 10 ampere che consente un’autonomia di circa 40 chilometri per una velocità di marcia di circa 35 km orari e un fanale posteriore sempre acceso durante la marcia.

'Concilia Mobike', questo il loro nome, sono delle particolari biciclette elettriche, molto resistenti e ricche di accessori specifici per le attività di polizia, oltre che personalizzabili nelle dotazioni e nella grafica.





 
1 Commenti
 
Memorandum per il PUMS del comune di Putignano
1 Domenica 04 Febbraio 2018 11:12
Lorenzo Luisi
Ricordo che l'Amministrazione Comunale di Putignano (http://www.comune.putignano.ba.it/po/mostra_news.php?tags=4&area=H&x=&id=371) ha previsto di valutare entro 60 giorni dal termine di chiusura delle osservazioni ( 8 gennaio 2018 – 08 marzo 2018) insieme al team di progettisti … le osservazioni messe all’attenzione del Consiglio Comunale, previo esame delle Commissioni Consiliari competenti, al fine di deliberare l’approvazione del PUT-PUMS in forma definitiva.
A tal proposito in G.U. del 31/01/2018 n. 25 è stata pubblicata la Legge dello Stato 11 gennaio 2018 n. 2. Disposizioni per lo sviluppo della mobilità in bicicletta e la realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica.
Il legislatore dispone, fra le altre cose, i Piani urbani della mobilità ciclistica chiamati Biciplan e a tal riguardo faccio osservare integralmente l'art. 6 della stessa vigente legge.

Art. 6
Biciplan
1. I comuni non facenti parte di città metropolitane e le città metropolitane predispongono e adottano, nel rispetto del quadro finanziario definito ai sensi dell'articolo 3, comma 3, lettera e), e
dei suoi eventuali aggiornamenti, i piani urbani della mobilità ciclistica, denominati «biciplan», quali piani di settore dei piani urbani della mobilità sostenibile (PUMS), finalizzati a definire gli
obiettivi, le strategie e le azioni necessari a promuovere e intensificare l'uso della bicicletta come mezzo di trasporto sia per le esigenze quotidiane sia per le attività turistiche e ricreative e
a migliorare la sicurezza dei ciclisti e dei pedoni. I biciplan sono pubblicati in formato di tipo aperto nei siti internet istituzionali dei rispettivi enti.
2. I biciplan definiscono:
a) la rete degli itinerari ciclabili prioritari o delle ciclovie del territorio comunale destinata all'attraversamento e al collegamento tra le parti della città lungo le principali direttrici di traffico, con infrastrutture capaci, dirette e sicure, nonché gli obiettivi programmatici concernenti la realizzazione di tali infrastrutture;
b) la rete secondaria dei percorsi ciclabili all'interno dei quartieri e dei centri abitati;
c) la rete delle vie verdi ciclabili, destinata a connettere le aree verdi e i parchi della città, le aree rurali e le aste fluviali del territorio comunale e le stesse con le reti di cui alle lettere a) e b);
d) gli interventi volti alla realizzazione delle reti di cui alle lettere a) e c) in coerenza con le previsioni dei piani di settore sovraordinati;
e) il raccordo tra le reti e gli interventi definiti nelle lettere precedenti e le zone a priorità ciclabile, le isole ambientali, le strade 30, le aree pedonali, le zone residenziali e le zone a traffico limitato;
f) gli interventi che possono essere realizzati sui principali nodi di interferenza con il traffico autoveicolare, sui punti della rete stradale più pericolosi per i pedoni e i ciclisti e sui punti di attraversamento di infrastrutture ferroviarie o autostradali;
g) gli obiettivi da conseguire nel territorio del comune o della città metropolitana, nel triennio di riferimento, relativamente all'uso della bicicletta come mezzo di trasporto, alla sicurezza della mobilità ciclistica e alla ripartizione modale;
h) eventuali azioni per incentivare l'uso della bicicletta negli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro;
i) gli interventi finalizzati a favorire l'integrazione della mobilità ciclistica con i servizi di trasporto pubblico urbano, regionale e nazionale;
l) le azioni finalizzate a migliorare la sicurezza dei ciclisti;
m) le azioni finalizzate a contrastare il furto delle biciclette;
n) eventuali azioni utili a estendere gli spazi destinati alla sosta delle biciclette prioritariamente in prossimità degli edifici scolastici e di quelli adibiti a pubbliche funzioni nonché in prossimità dei principali nodi di interscambio modale e a diffondere l'utilizzo di servizi di condivisione delle biciclette (bike-sharing);
o) le tipologie di servizi di trasporto di merci o persone che possono essere effettuati con velocipedi e biciclette;
p) eventuali attività di promozione e di educazione alla mobilità sostenibile;
q) il programma finanziario triennale di attuazione degli interventi definiti dal piano stesso nel rispetto del quadro finanziario di cui all'articolo 3, comma 3, lettera e), e dei suoi eventuali aggiornamenti.
3. Gli strumenti di pianificazione di cui al comma 1 costituiscono atti di indirizzo per la programmazione pluriennale delle opere di competenza dei rispettivi enti.
4. Gli enti interessati assicurano la coerenza degli atti di pianificazione territoriale e urbanistica con gli strumenti di pianificazione di cui al comma 1.

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: