gototopgototop

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Oggi al cinema


Nessun film in programmazione
Sala Margherita
Info: tel.080.4055979
via Cappuccini,28 Putignano

Altre sale (Seven, Warner, ecc) ...
Evento Dog Day con la fondazione Leopardi e la Lega del Cane
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Evento Dog Day con la fondazione Leopardi e la Lega del Cane

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Appuntamenti

Per promuovere la terapia dell’animale da affezione, la pet therapy una forma di terapia che sfrutta gli effetti positivi dati dalla vicinanza di un animale ad una persona

Dog_DayPutignano Ba - La Fondazione Leopardi nella sua luce in collaborazione con la Lega Nazionale e Difesa del Cane ha organizzato l’evento: DOG DAY che si terrà sabato 09 giugno 2018, alla Via Nazario Sauro n. 5 in Putignano (Ba), per promuovere la terapia dell’animale da affezione, la pet therapy una forma di terapia che sfrutta gli effetti positivi dati dalla vicinanza di un animale ad una persona.

Scopo dell’evento è il miglioramento globale della qualità della vita, con specifico intervento nelle aree cognitiva, motoria, relazionale e comunicativa, per il mantenimento e miglioramento delle capacità esistenti e il rallentamento della degenerazione dovuta a patologie.

Accrescere l’autostima, motivare le pulsioni relazionali, diminuire gli stati di paura, ansia e depressione, aumentare la curiosità e l’entusiasmo e dare sostegno nelle crisi di passaggio.

Dal punto di vista educativo si è riscontrato che l’interazione con l’animale a qualunque età ha valenze:

formative: di tranquillizzare, di dare sostegno, aumentare l’autostima, accendere la fantasia.

Didattiche: nel permettere esperienze di gioco e apprendimento, nel facilitare percorsi interdisciplinari.

Di sostegno: nell’aumentare interesse e motivazione ludica e cognitiva, nel facilitare i rapporti sociali, nell’offrire stimoli appaganti, nel diminuire l’attenzione su stati di ansia/depressione, su situazioni d’angoscia o esperienze negative, su attacchi di panico o fobie generiche.

Gli obiettivi della manifestazione sono:

conoscere le caratteristiche dell’animale e del corretto approccio, lavorare sull’accettazione della vicinanza e del contatto fisico con il cane, stimolando capacità di osservazione e tattili, incremento dell’autocontrollo, dell’ascolto e gestione delle emozioni, stimolazione delle capacità  creative, favorire la comunicazione non verbale contestuale, sostenere e promuovere l’attività condivisa, capacità collaborativa, favorire lo scambio affettivo, favorire attività di movimento e comprensione delle regole:il no che educa.

Quindi, sia una semplice attività referenziale in cui si prende il cane come soggetto dell’attenzione senza coinvolgerlo, fisicamente; sia attività osservative nelle quali il cane è presente ma non si interagisce direttamente e sia attività di interazione un vero e proprio incontro e relazione con l’animale. In quest’ultimo ambito le attività che si metteranno in atto sono:

l’approccio: modalità di relazionarsi col pet

il contatto: relazione tattile

relazione epimeletica: accudimento, sfera affettiva

interazione mimetica: imparare a muoversi in concerto con l’animale, il gioco, il dialogo, la cura, richiedere performances , dare comandi, collaborare in attività ludiche, motorie ecc.

L’intervento assistito con gli animali si svolge in contesti medico – terapeutici per facilitare e favorire un decorso positivo delle altre terapie in atto, ma anche educativi e ludici.

L’evento mira alla divulgazione sul campo dei benefici della pet therapy, dimostrando la relazione che si instaura fra l’animale e un utente (adulto, bambino, anziano, persona malata ecc).

Una sintonia complessa e delicata che stimola l’attivazione emozionale e favorisce l’apertura a nuove esperienze, nuovi modi di comunicare, nuovi interessi.

L’animale non giudica, non rifiuta, si dona totalmente, aiuta la socializzazione, stimola sorrisi, aumenta l’autostima e non ha pregiudizi.

In sua compagnia calano ansie e paure favorendo la piena e libera espressione delle persone.

Interagire con un animale vuol dire sviluppare processi di apprendimento più ampi e imparare a prendersi cura di qualcuno diverso da se.

Una bella occasione di crescita, perché l’animale ha una grande valenza emotiva: accarezzarlo, coccolarlo, accudirlo prova un gradevole contatto fisco stimolando creatività, benessere, felicità.

La pet therapy sarà coordinata da esperti del settore, capaci di dimostrare come facilita i legami affettivi e cognitivi, migliora la comunicazione interpersonale, abbassa le barriere emotive.

Diversi studi hanno evidenziato l’influenza anche solo dalla presenza di un animale sui sintomi dello stress, infatti l’animale induce una normalizzazione del ritmo cardiaco, della pressione arteriosa, della frequenza respiratoria, della tensione muscolare, del livello plasmatico e del colesterolo.

L’utilizzo di animali da compagnia ai fini di  pet therapy è stato riconosciuto come cura ufficiale dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 28 febbraio 2003, decretando il ruolo che un animale può avere nella vita affettiva di una persona, nonché la valenza terapeutica.

Un ruolo principale del Dog Day, sarà pertanto ricoperto dalla pet theray e dal decalogo per adottare un cucciolo e prendersene cura a 360° con una full immersion di informazioni, oltre attività collaterali culinarie, intrattenimento musicale, set fotografico per scatti con ospiti famosi e con gli amici a quattro zampe, attività ludico-ricreative-manuali, attività di informazione, formazione, e prevenzione mediante l’allestimento di stands.

Il progetto prevede il coinvolgimento di cani di piccola taglia, del canile di Putignano, e di cani fortunati accompagnati dalla loro famiglia. Ovviamente animali educati e sotto controllo medico-veterinario. Pertanto, l’utenza spazierà dal bambino, ai genitori, al nonno allo zio, all’amico.

L’iniziativa di beneficenza,  mira ad incentivare anche le adozioni dei cani randagi e una raccolta fondi per il canile di Putignano.

Il progetto sarà propagandato in Bari e Provincia, aperto a tutti gli amanti di cani.

La strumentazione e i materiali occorrenti saranno:

sussidi visivi:foto, immagini, ecc

supporti: cartelloni, forbici, brani musicali, ecc

materiali di facili consumo: fogli, colla, colori vari, ecc

ausili per i cani: ciotole, guinzaglio, cibo, ecc

supporti tecnici: videocamera e fotocamera per realizzare un filmato finale per documentare l’evento.

Metodologia:

attività individuali e di gruppo della durata di 45 minuti circa per l’intera giornata dalle ore 15:00 alle ore 20:00. Le attività saranno svolte (alcune contemporaneamente), sia all’interno del setting specificatamente strutturato, che all’esterno nel piazzale di pertinenza della struttura, precisamente la villa di proprietà della Fondazione Leopardi sita in Putignano alla Via Nazario Sauro n. 5, una location serena, circondata dal verde,  di per se stimolante e tranquillizzante.

Collaboreranno diversi operatori del settore e volontari del mondo dell’associazionismo.

Saranno proposte attività di interazione guidata, ossia l’insieme di modalità con le quali si entra in contatto con un cane guidando la mano del fruitore da come dare un bocconcino a come fare una carezza, ecc saranno invitati a dare piccoli comandi al cane e/o da dare da mangiare, a passeggiare e interagire con il cane.

Nelle attività ludico ricreative i fruitori realizzeranno disegni sull’animale coordinati dall’artista biscegliese Enzo Abascià.

Durante l’evento saranno consegnati cappellini  a tutti i partecipanti come ricordo del “Dog Day” .