Premiato il progetto "Vestito da sposa con LED indirizzabili" degli studenti del corso serale sigg.ri Loperfido Marilena, Basile Francesco e Losavio Cosmo

Concorso Creare con lelettronica vincitoriPutignano Ba - Vittoria dell’I.I.S. “Da Vinci - Agherbino” nell' edizione 2023-2024 del concorso nazionale “Creare con l’Elettronica”, il cui obiettivo è la realizzazione di un prototipo di dispositivo elettronico corredato di relazione tecnica con schema a blocchi, descrizione funzionale e circuitale e disegno elettrico con un software dedicato.

L'istituto ha partecipato con la 5^ classe serale dell’indirizzo professionale Agherbino. Gli studenti Loperfido Marilena, Basile Francesco e Losavio Cosmo hanno presentato il progetto intitolato "Vestito da sposa con LED indirizzabili", un matrimonio di creatività e tecnologia all'interno della categoria “creatività”.

Grande la soddisfazione della Dirigente Scolastica prof.ssa Anna Maria Pani, degli studenti e dei professori per la vittoria conseguita e per la premiazione svoltasi a Napoli nell’auditorium del “Galileo Ferraris” sabato 26 maggio 2024.

Concorso Creare con lEletronicaQuesta prestigiosa competizione - commenta con entusiasmo il prof. Gianvito Carella, responsabile del corso di istruzione per adulti, docente di tecnologie elettrico/elettroniche e applicazioni - ha visto partecipare numerosi istituti tecnici da tutto il Paese e la nostra scuola, unica a competere con una classe dell'istruzione per adulti, è stata premiata per innovazione e creatività. Il progetto dimostra come il corso serale rappresenti un'ottima opportunità per chi desidera dare una nuova direzione alla propria vita attraverso l'istruzione e la formazione tecnica. Il nostro corso serale è pensato per coloro che, non avendo potuto completare il proprio percorso di studi per vari motivi, desiderano rientrare nel mondo dell'istruzione ed acquisire nuove competenze. Il nostro "Vestito da sposa con LED indirizzabili" unisce con successo le conoscenze teoriche, acquisite dagli studenti durante il percorso scolastico, con l'esperienza pratica e professionale di esperti del settore. Il risultato è stato un abito da sposa unico, arricchito da una rete di LED indirizzabili che possono creare una varietà di effetti luminosi spettacolari, capace di rendere ogni abito personalizzato e dinamico”.

Ampia soddisfazione anche da parte del prof. Ilario Cirillo, docente pratico di tecnologie elettrico/elettroniche e applicazioni, nonché coordinatore del progetto. “Questo traguardo - commenta Cirillo - è il frutto di mesi di lavoro e collaborazione tra studenti e docenti, con la preziosa consulenza di professionisti. Il progetto ha permesso agli studenti di applicare le conoscenze acquisite in un contesto pratico, dimostrando come la teoria possa essere trasformata in una realtà innovativa. La vittoria in questa competizione non è solo un riconoscimento del talento e dell'impegno dei nostri studenti, ma anche una conferma del successo di un certo modo di fare istruzione, soprattutto nei confronti degli adulti. Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito alla vittoria di questo progetto, dagli studenti ai docenti. Questo è solo l'inizio di un percorso che continuerà a puntare sull'innovazione e sulla sinergia tra scuola e mondo del lavoro”.

Grande plauso anche della Dirigente scolastica, prof.ssa Anna Maria Pani: “Sarebbe facile far crescere i numeri del corso serale accettando le iscrizioni senza troppe domande, rendendolo una scorciatoia per i minorenni non particolarmente motivati. I nostri iscritti sono adulti che, con tanti sacrifici, dopo il lavoro vengono a scuola per ottenere un riconoscimento formale delle competenze acquisite nei contesti più diversi. Significativo è che tra I premiati c' è anche una nostra studentessa che ha contribuito al progetto mettendo a frutto le abilità acquisite attraverso l' esperienza lavorativa nel settore delle confezioni. Anche per questo il premio mi riempie di gioia e soddisfazione. Bravi ai miei studenti del serale e ai loro docenti. Vi assicuro che il lavoro, visto dal vivo, è incredibile!”

 
Condividi