Anche quest’anno l’associazione “Amici dei diversabili” ha voluto mantenere viva la tradizione della donazione delle uova di Pasqua ai ragazzi

amici dei diversabili putignano pasqua 2022Putignano Ba - Un gesto simbolico che, come ha detto il presidente Giampiero Mastrangelo, vuole essere un segno di speranza per una rinascita dell’associazione dopo oltre due anni di stop forzato.

Un invito a non perdere mai la forza di andare avanti, a guardare il prossimo con gli occhi dell’amore perché è dal basso, nel piccolo delle nostre realtà, che si lanciano i semi per costruire il cambiamento.

Quest’anno le uova di cioccolato sono state donate da un socio nonché componente del direttivo Mario Daprile che, insieme alla signora Michelina, affianca l’associazione da oltre ventidue anni. Nello stesso momento Marcello Intini ha omaggiato i presenti con le palme realizzate con le sue mani.

Per gli “Amici dei diversabili” la speranza primaria e di avere, quanto prima, una sede dove permettere ai ragazzi di potersi rincontrare, riprendere le attività e riconquistare un po’ di quella “normalità” che gli eventi pandemici ci hanno tolto.

L’amministrazione non fa mancare il suo sostegno in questo percorso di rinascita non facile. Anche, in questa occasione, l’assessora Anna Caldi, impossibilità a partecipare all’incontro, ha fatto pervenire all’associazione il suo messaggio di auguri molto apprezzato.

 
Condividi