Un’opera di riconversione costata 828.153,12 Euro. L’edificio ex vetreria di via Conciliazione a Putignano è ora restaurato, arredato ed attrezzato, quindi pronto a partire. Ora si attende  di vedere concretizzate quanto prima le finalità per le quali il progetto è stato finanziato

Libera_il_bene_inaugurazione18Putignano Ba – La cerimonia inaugurale si è tenuta lo scorso venerdì 13 giugno 2014 alle ore 17, alla presenza delle autorità civili e militari. L'ex vetreria di Putignano, è un immobile confiscato alla mafia, recuperato e ristrutturato grazie al Programma Libera il Bene della Regione Puglia.


Ora è divenuto un laboratorio di artigianato orientato al lavoro. Un’opera di riconversione costata 828.153,12 Euro.

Libera_il_beneIl Comune di Putignano e la Cooperativa Sociale Herbora, che con il progetto “La mente e le mani” si è aggiudicata la gestione dell'immobile nel 2011. La cooperativa consta di un partenariato con Dipartimento Salute Mentale della ASL di Putignano, Ufficio Esecuzioni Penali Esterne del Ministero Giustizia di Bari, Fondazione Carnevale di Putignano, Associazione Famiglie S. Filippo Neri, Associazione Primo Teatro, Comunità Psico-terapeutica Incontro di Putignano, Associazione Putignano nel Mondo, Confederazione Naz. Artigianato (CNA). Sarà proprio questo partenariato che gestirà la realizzazione e la gestione del progetto La Mente - Le Mani.

L'ex vetreria, confiscata alla criminalità organizzata, diventerà in una vera e propria bottega che si porrà come luogo di incontro/scambio tra esperti artigiani e giovani a rischio di esclusione sociale e lavorativa.

I settori su cui punta il progetto (cartapesta e pietra) sono quelli che per tradizione caratterizzano l’area di riferimento:

a) la cartapesta, grazie alla presenza di maestri cartapestai la cui fama si fonda proprio sull'abilità di lavorazione della cartapesta;

b) la pietra che è un elemento caratterizzante della zona murgiana di cui i comuni fanno parte;

c) il legno per il restauro di mobili.

Dopo un breve momento di preghiera officiato dall’aciprete Don Anegelo Sabatelli e dell’altrettanto piacevolmente breve saluto del nuovo sindaco di Putignano Domenico Giannandrea, si sono avvicendati i numerosi e profluvi interventi dei vari relatori tra cui: l’ex sindaco De Miccolis, del delegato della Prof.ssa Maria Cacciapaglia - Presidente Cooperativa Herbora, dell' Architetta Giuseppina Turi – Progettista e Direttore dei lavori e del Dott. Guglielmo Minervini – Assessore alla Trasparenza e Legalità della Regione Puglia.

L’edificio è ora restaurato, arredato ed attrezzato, quindi pronto a partire. Attendiamo di quindi di poterlo visitare quanto prima per vederne concretizzate le finalità per le quali il progetto è stato finanziato.

 
Condividi