gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Affidamento Parcheggi Carnevale e Biblioteca: la protesta di Laera
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Affidamento Parcheggi Carnevale e Biblioteca: la protesta di Laera

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 8
ScarsoOttimo 
Attualità

Il presidente della Consulta delle Associazioni di Putignano Giuseppe Laera rileva incongruenze e irregolarità negli avvisi pubblici per l'affidamento in gestione dei parcheggi del Carnevale e gestione supporto alla biblioteca

Giuseppe_LaeraPutignano Ba - Riceviamo e pubblichiamo le seguenti  missive indirizzate alla Fondazione del Carnevale e al Sindaco di di Putignano, che denunciano macroscopiche incongruenze ed irregolarità, negli avvisi pubblici di affidamento gestione dei parcheggi per la 620° edizione del Carnevale e per l’affidamento gestione supporto della biblioteca comunale.

“Alla c.a della Fondazione Carnevale di Putignano, Presidente Franco Laera;

e p.c.

- Sindaco del Comune di Putignano, Avv. Gianvincenzo Angelini De Miccolis
- Assessore alla Cultura, Giuseppe Genco
- tutta la stampa

Oggetto: Bando Affidamento Parcheggi / 620° Carnevale di Putignano

Il sottoscritto Laera Giuseppe, presidente p.t. della Consulta delle Associazioni di Putignano, dopo aver preso visione sul sito della Fondazione Carnevale di Putignano del bando di manifestazione di interesse per l’affidamento della gestione del parcheggio e/o sosta (http://www.carnevalediputignano.it/bando-e-regolamento-carri-allegorici-2014), consapevole di non aver alcun ruolo amministrativo e/o decisionale ma esclusivamente propositivo,

avendo rilevato che:

- la pubblicazione del bando in oggetto è priva di data e protocollo;

- la sola data certa è quella di creazione del file pdf del bando, che da analisi risulta essere il 3 gennaio 2014 ore 17.45 circa;

- la scadenza del bando è il 14 gennaio 2014, quindi non sono previsti neanche i canonici 30 giorni, termine più equo affinché i soggetti interessati possano operare al meglio per valutare una eventuale partecipazione, in relazione alla data di creazione del file e non ad una data di pubblicazione ufficiale che è assente e che così implica la non attivazione del termine di scadenza;

- si prevede un affidamento di 3 anni (2014, 2015, 2016), impegno che potrebbe recare problemi e possibili penali da pagare nel caso in cui l’anno prossimo venga cambiata l’intera gestione della Fondazione stessa o nel caso in cui gli organi preposti alla gestione della pubblica sicurezza non autorizzino più questo tipo di sistema che ha alla base la chiusura di arterie stradali provinciali e statali;

- la motivazione addotta che riporto di seguito: “Si precisa che la scelta di affidamento ad un’associazione sportiva deriva dalla considerazione che le associazioni hanno un loro radicamento sul territorio, un ruolo di promotori di aggregazione giovanile e di diffusione della cultura sportiva e sociale. Pertanto l’eventuale provento derivante dall’attività di gestione di detto servizio può rappresentare una forma di sostegno alle attività statutarie del l’associazione con positiva ricaduta sociale. L’estensione triennale è giustificata dalla necessità di garantire all’associazione affidataria la possibilità di affrontare investimenti in beni e professionalità atte all’espletamento del servizio.” è da ritenere assolutamente incongruente in relazione al servizio da prestare messo a bando sia nella scelta in merito alle associazioni sportive, sia in merito all’estensione triennale in quanto un’associazione sportiva no-profit sicuramente non ha tra i suoi fini statutari quello di investire in beni e professionalità che esulino dall’attività sportiva in sé;

- il punto 2 del bando rafforza quanto su detto. Infatti riporto uno stralcio “possesso di capacità tecnica e organizzativa adeguata alla gestione” che è da ritenere un requisito non rappresentante le associazioni sportive no-profit;

- sempre al punto 2 si rafforza l’incongruenza. Infatti riporto un altro stralcio “capacità di eventuali investimenti in beni e professionalità atte all’espletamento del servizio; acquisita disponibilità di area destinata o destinabile a parcheggio su uno dei principali assi viari di accesso alla città e per una superficie non inferiore a mq 10.000” che sono da ritenere requisiti inusuali per un’associazione sportiva no-profit;

- sempre al punto 2 si richiedono, quali altri requisiti necessari, il numero di affiliazione alla federazione sportiva di riferimento e al CONI, che sono da ritenre requisiti ininfluenti e inutili in relazione al servizio da affidare;

- pur in presenza di un punto 3 “Criteri per l’assegnanzione”, criteri trasparenti e oggettivi di valutazione dei soggetti, al fine di elaborare una graduatoria, non sono previsti, rimandando tutto ad una semplice frase: “L’assegnazione avverrà a insindacabile giudizio della Fondazione Carnevale di Putignano”;

- l’assenza di precisi criteri di negoziazione / ripartizione dei proventi

PROPONGO

alla Fondazione Carnevale Putignano di:

- valutare la possibilità di sospensione e annullamento del bando in oggetto;

- valutare una nuova redazione del bando spostando l’ambito di scelta dalle associazioni sportive a quelle che si occupano di protezione civile, sicuramente più idonee e con più esperienza nella gestione delle criticità visti i tanti disagi occorsi negli scorsi anni (tra cui vi ricordo anche l’aggressione subita dal comandante della Polizia Municipale ad uno degli accessi alla città), oppure aperto a qualsiasi soggetto giuridico con competenze specifiche;

- valutare una nuova redazione del bando inserendo un metodo e/o criteri di valutazione dei soggetti interessati atti a generare una graduatoria oggettiva e trasparente.

- valutare una nuova redazione del bando inserendo i termini di ripartizione dei proventi derivanti dalla gestione. Preciso che in assenza di chiarimenti e/o spiegazioni in tempi brevi, atte eventualmente a far comprendere meglio la natura e il senso di una siffatta redazione e pubblicazione del bando, mi riserverò la possibilità di richiedere informazioni e/o pareri presso altri organismi.

Sicuro di pronto riscontro Porgo sentiti e distinti saluti. Laera Giuseppe Presidente pro-tempore della Consulta delle Associazioni del Comune di Putignano


In merito ai Bandi Affidamento Gestione Supporto Biblioteca

“Alla c.a del Dirigente 1^ RipartizioneDomenico Mastrangelo e del funzionario comunale Dott. Gaetano Cagnetta;

e p.c.

- Sindaco del Comune di Putignano, Avv. Gianvincenzo Angelini De Miccolis
- Assessore alla Cultura, Giuseppe Genco
- tutta la stampa

Oggetto: Bandi Affidamento Gestione Supporto Biblioteca

Il sottoscritto Laera Giuseppe, presidente p.t. della Consulta delle Associazioni di Putignano, dopo aver preso visione dei bandi di manifestazione di interesse per l’affidamento di servizi di supporto alla gestione della biblioteca comunale (prot.n.212 e prot.n.211 del 03/01/2014), apprezzata la bontà dell’iniziativa, consapevole di non aver alcun ruolo amministrativo e/o decisionale ma esclusivamente propositivo, avendo rilevato che:

- al punto “PUBBLICAZIONE DELL’AVVISO / TERMINI DI PRESENTAZIONE” c’è un’ incongruenza in quanto è scritto che “L’ultimo giorno utile per esprimere la manifestazione di interesse è il giorno 20/01/2014” e subito dopo che “L’istanza di partecipazione dovrà pervenire entro le ore 12 del 17/01/2014”;

- non vi è traccia di come verranno valutate le manifestazioni di interesse e/o criteri di selezione/scelta trasparenti atti a generare una oggettiva graduatoria tra le eventuali associazioni partecipanti;

PROPONGO DI

- valutare la possibilità di sospensione e annullamento dei bandi in oggetto;

- valutare una nuova redazione dei bandi che dichiarino precisamente il termine di scadenza evitando diciture che potrebbero generare varie interpretazioni;

- valutare una nuova redazione dei bandi, vista l’esiguità e la poca specificità dei requisiti minimi che sono comuni a quasi tutte le associazioni culturali, inserendo un metodo e/o criteri di valutazione/selezione dei soggetti interessati atti a generare una graduatoria oggettiva e trasparente tra le associazioni partecipanti al fine di legittimare l’assegnazione tecnicamente e non tramite scelte non verificabili, vista anche la possibilità di partecipazione offerta ad associazioni non presenti nell’Albo Comunale ed anche ad associazioni neocostituite (scelte queste di cui mi aspetto a breve debita motivazione, come da punto 3 dell’art.10 del regolamento in vigore).

Sicuro di pronto riscontro porgo sentiti e distinti saluti.

Laera Giuseppe

Presidente pro-tempore della Consulta delle Associazioni del Comune di Putignano".