gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Intossicati per via della disinfestazione mentre erano al bar
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Intossicati per via della disinfestazione mentre erano al bar

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Attualità

La segnalazione di un cittadino finito al pronto soccorso per essere stato esposto all'erogazione del disinfettante mentre si trovava in un bar del centro

Putignano Ba – Avevamo già parlato di questo problema in un nostro articolo del 10 giugno scorso Intossicato_per_disifestazionecon le date della disinfestazione e derattizzazione dell’abitato per la stagione in corso. Avevamo già evidenziato il fatto che per moltissimi anni a Putignano, come nella stragrande maggioranza dei Comuni italiani, stando ai regolamenti di igiene ambientale, i cittadini sono stati abituati ad essere avvisati in caso di disinfestazione o derattizzazione dell’abitato.





In verità questo non accade più e persino i manifesti affissi sui tabelloni sono appena visibili (sono piccoli e il giorno è scritto a penna).  A tal proposito pubblichiamo la segnalazione di un citttadino vittima di un episodio di intossicazione proprio ieri sera, mentre erano seduti al bar.

"Ore 12.30/45 sono al Giglio Nero su Corso Umberto I a fare due chiacchiere con un tipo che vi lavora. Mentre eravamo fuori con gente che mangiava e beveva, passa a tutta velocità il camion della disinfestazione!! Si degna di spegnere la pompa che spruzza merda solo al ritorno quando tutti in massa gli gridiamo contro e gli facciamo notare che eravamo nella via principale e che non sono le 3 di notte. Risultato???? Tutti a tossire, lacrimare e starnutire. Innervosito da ciò per istinto chiamo il 112.

Con le lacrime agli occhi e un perenne bruciore al naso e bocca mi dicono che se non vado al pronto soccorso la mia denuncia non ha valore e se vi è un avviso o una ordinanza del sindaco la mia lamentela sarà vana. In un primo momento mi sento demoralizzato, sconfitto in partenza, ma a seguito del bruciore insistente e dopo aver ordinato un bicchiere di latte bianco, rimedi della nonna, vado correndo al pronto soccorso. Referto?? (vedi foto allegate del referto) Un giorno di malattia, ma tanto non ho un lavoro con contratto e un bruciore che ancora adesso, dopo tante ore continua ad essere persistente. Io mi chiedo é normale tutto questo???

Può un camion della disinfestazione girare a quell'ora e continuare a fare un servizio importante per la collettività ledendo coloro che, considerando le ferie, a solo 30 minuti dopo la mezzanotte sono seduti in un bar del centro??? Considerando che la mia denuncia e o causa verso il comune o l'azienda non avrebbe senso o fine, considerando i tempi giuridici, da cittadino chiedo che in anonimato, venga diffusa questa lettera con relativa foto del referto medico".

I cittadini lamentano che, senza essere a conoscenza delle operazioni di spargimento programmate e senza conoscere la tipologia di sostanza diffusa, non sanno quali siano i corretti comportamenti da assumere, al fine di evitare qualsiasi rischio. Basti pensare, per esempio, a tutte quelle persone che abitano a pianterreno o primo piano e che tengono le finestre aperte d’estate; oppure a tutti i piccoli animali domestici, lasciati di notte in giardino o sui balconi, che possono essere sensibili alla sostanza diffusa nell’aria; o, ancora, a chi aveva esposto all’esterno gli indumenti per l’asciugatura che sono divenuti contaminati ad insaputa di chi non si è accorto dell’operazione. Infine, si pensi a chi ha frutta e verdura in giardino e che può essere contaminata.