gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Putignano, il Comune prepara la TARES e riduce i tempi per pagarla
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Putignano, il Comune prepara la TARES e riduce i tempi per pagarla

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Attualità

Si pagherà di più e in meno tempo. Le 4 rate avranno cadenza mensile contro i pagamenti bimestrali degli anni scorsi spalmati su otto mesi

Consiglio_Comunale_IMU_Campanella_lowPutignano Ba  -  Ancora non si sa quanto pagheremo e quanto graverà la nuova imposta TARES (ex tarsu) sulle tasche dei cittadini, ma il Comune di Putignano si è apprestato a deliberare almeno le scadenze delle rate di quest’anno. Come sempre è previsto il pagamento dilazionato in 4 rate ma con cadenza quasi mensile: 31 agosto; 30 settembre; 31 ottobre; 16 dicembre.

Comprimendo di fatto i tempi di pagamento in cinque mesi. Prospettiva poco allettante per i cittadini putignanesi, i quali sanno bene che sicuramente il passaggio alla nuova imposta TARES, così come riformulata per assorbire anche i costi indivisibili delle amministrazioni come illuminazione pubblica e la manutenzione strade, comporterà sicuramente un aumento degli importi da pagare.

Nel 2010-2011 infatti abbiamo pagato le quattro rate in ben otto mesi con cadenza bimestrale: 31/07/2010 30/09/2010 30/11/2010 28/02/2011

L’anno scorso in circa sette mesi, ma in con cadenza sostanzialmente sempre bimestrale: 30/09/2011 30/11/2011 31/01/2012 31/03/2012  

L’assessore al bilancio Gianni Campanella che ha relazionato sul punto in Consiglio Comunale, ha precisato che in mancanza di una chiara pronuncia del Governo in merito all’applicazione della TARES, non sarà possibile fissare gli importi da pagare e contestualmente non è possibile nemmeno ancora completare la redazione del bilancio di previsione 2013.