gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Il Consigliere Romanazzi lascia il gruppo del PD
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Il Consigliere Romanazzi lascia il gruppo del PD

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Attualità

L'annuncio durante il Consiglio Comunale di mercoledì 19 giugno

a_sx_Antonello_Romanazzi_in_un_incontro_con_Enrico_Letta_al_centroPutignano Ba -  Il consigliere comunale Antonello Romanazzi, ha rassegnato le sue dimissioni dal gruppo consiliare PD. Lo ha annunciato egli stesso con una dettagliata dichiarazione, in apertura dei lavori dell’ultimo Consiglio Comunale di Putignano di mercoledì 19 giugno.



Le ragioni di tale scelta risiedono nel fatto che il consigliere non condivide con la sua maggioranza il ritardo nell’esecuzione di opere pubbliche iniziate e non ancora terminate, con particolare riferimento a quelle appaltate già nella scorsa legislatura, come il teatro comunale, il civico cimitero, la casa di riposo, il canile di S.Pietro Piturno, tronchi di fogna, liberalizzazione del commercio nella zona industriale, ecc..

In tale senso Romanazzi ha richiesto più volte chiarimenti e delucidazioni nelle riunioni di maggioranza senza ottenere congrue risposte. Disagio rappresentato anche presso il coordinamento del Partito Democratico, senza esito.

Nelle dichiarazione di Antonello Romanazzi in Consiglio inoltre si legge: “… Prutroppo dopo 4 anni e alcuni mesi dalla fine del mandato, io penso che ai cittadini, così come a me, si debbano dare delle risposte e non chiedere ulteriore pazienza…    Oggi, per dare forza a questa voce del dissenso come atto formale, rassegno le mie dimissioni dal gruppo consiliare del partito democratico ….. Resto un consigliere nella maggioranza, sempre pronto al confronto delle ragioni….”.

La decisione del consigliere Romanazzi, contrariamente alle a quanto si è voluto far credere, non ha colto di sorpresa i colleghi di maggioranza né gli esponenti del partito, in quanto ampiamente informati da settimane della posizione critica e di dissenso del consigliere.