gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Il centro Sepik ospita "Arte Misera"
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Il centro Sepik ospita "Arte Misera"

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
Attualità
Inaugurata "Arte Misera", mostra di Margherita Ronghi e Gregorio de Iure, contro il consumismo attraverso il riciclaggio artistico
Arte MiseraPutignano (Ba) - Martedì 11 ottobre 2011, alle ore 18,00 è stata inaugurata presso il Centro Culturale Sepik di Putignano, una mostra di Arte Misera di Margherita Ronghi e Gregorio De Iure. Una mostra totalmente diversa dalle classiche esibizioni di arte, poiché i due artisti uniscono arte e riciclo quindi aggiungono al riciclo la creatività dando un tocco nuovo e artistico.

Questo progetto comprende anche i dipinti di Margherita Ronghi, studentessa dell'accademia delle Belle Arti , e le fotografie di Gregorio De Iure.

I due artisti hanno così espresso la loro emozione per la prima mostra dedicata interamente a loro: "Questo progetto è nato nell'estate del 2010, eravamo da poco tempo insieme e abbiamo trovato una panchina da giardino vicino ad un cassonetto e abbiamo deciso di pulirla e ridipingerla; dopo di che ci siamo resi conto che insieme riuscivamo a collaborare e abbiamo deciso di intraprendere la strada dell'arte e riciclo...c'è una cosa in comune che è il riciclo artistico... Questa è la nostra prima mostra personale, le altre mostre dove partecipavamo erano collettive... Il nostro obiettivo è quello di portare un messaggio in giro contro il consumismo e contro lo spreco... di stare più attenti quando si gettano via le cose poiché si possono riutilizzare quasi tutti i materiali che noi abbiamo in casa... è importante autoprodursi per evitare costi di trasporto sia per ridurre materiali chimici che vengono utilizzati nel sapone o in tanti altri prodotto...il nostro messaggio è anche quello di andare avanti tornando indietro, agli anni trenta- quaranta quando in casa tutto veniva prodotto e coltivando da noi, poiché negli ultimi cinquant'anni abbiamo devastato la Terra con l'inquinamento.."

Margherita, studentessa dell'Accademia delle Belle Arti ed ex studentessa del liceo artistico, nei suoi dipinti, utilizza prevalentemente acquerelli, e dipinge su stoffa, tele, olio su tela, tecniche miste, mentre Gregorio nelle sue foto ha uno stile ancora non ben definito: alterna a delle foto normali dei lavori grafici ai quali dà un cambiamento totale ispirandosi alla Pop Art . i suoi lavori si ispirano molto agli anni Ottanta.
Entrambi i giovani artisti quindi, cercano di mescolare un po' tutte le tecniche dei loro campi, per esprimere la loro arte, mostrando la loro originalità.

I lavori di riciclo, che Margherita e Gregorio abbinano all'arte, hanno avuto molti riscontri poiché il riciclo è qualcosa di poco visto, una novità che per un istante aiuta ad evadere dal consumismo e dalla superficialità della società.

Marisa Liuzzi, che insieme a Domenico Maggipinto gestisce le attività del centro Sepik ha detto: " Questo centro culturale nasce da un progetto che abbiamo vinto l'anno scorso con "Principi Attivi", quindi un bando regionale che attinge a dei fondi comunitari, e uno degli obiettivi di questo progetto era di creare un centro culturale dove dar vita a varie iniziative che partissero anche dagli altri enti territoriali.. Il nome del centro deriva dal fiume Sepik della Nuova Guinea dove le popolazione vivono in base all'economia e a un sistema sociale basato sull'economia del dono quindi la condivisione di tutto ciò che hanno... Le iniziative che stiamo facendo finora sono volte a sviluppare i talenti locali quindi organizzare mostre di artisti, ospitare musicisti e organizzare anche laboratori e qualsiasi iniziativa...quindi fornire uno spazio dove effettuare le proprie idee...La mostra che inauguriamo oggi è di due ragazzi di Casamassima che da poco espongono i propri lavori...Stiamo organizzando laboratori di recupero del cartone realizzando da questo materiale sedie, mobili.. Per novembre stiamo organizzando laboratori per realizzare saponi, detersivi in casa, per rievocare metodi tradizionali..."

Il centro Sepik dal 28 ottobre fino alla metà di dicembre organizzerà un appuntamento fisso settimanale intitolato "Parole da bere", che sarà un aperitivo letterario poiché ogni settimana ospiterà una casa editrice pugliese con  editori che presenteranno i loro libri in un contesto amichevole ed informale il tutto accompagnato da squisiti aperitivi.