gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Rifiuti zero, si puo'?
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Rifiuti zero, si puo'?

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Attualità
Comunicato di Legambiente PutignanoLegambiente
Putignano (Ba) -  Sabato scorso, si è svolta la conferenza “L’ultimo chiuda la discarica, da un passato di malaffare verso quale futuro?”.  L’ evento incentrato sulla tematica rifiuti e organizzato da Legambiente-circolo verde città-, Pax Christi, Comitato riprendiamoci il futuro e Cooperativa Unaterra ha visto come relatori Pietro Santamaria, autore del libro “L’ultimo Chiuda la discarica”, e  Raphael Rossi specialista in materia rifiuti.

 

Santamaria nel suo libro ha esposto come trent’anni di deturpazioni  ambientali abbiano modificato irreparabilmente parte del territorio agricolo (tra Conversano e Mola), prima usato per farne delle cave di terreno e poi trasformato in discariche più o meno controllate. Un gomitolo di malaffare a discapito dell’ambiente e di tutti noi.

Rossi, tecnico in materia di rifiuti, ha illustrato il progetto  “Obiettivo: rifiuti zero” che mira ad attuare politiche locali virtuose e scelte operative efficaci. In questa ottica la raccolta differenziata domiciliare diventa la soluzione migliore per ottenere una drastica riduzione di rifiuti indifferenziati ed elevate percentuali di riciclo di materie prime. La finalità sarebbe quella di passare dal pagamento di una tassa per i rifiuti ad una tariffa reale dell’uso del servizio.

L’evento ha interessato un centinaio di cittadini, tra cui il Sindaco DeMiccolis Angelini e l’ assessore all’ambiente Angelini che hanno partecipato attivamente al dibattito.

Pressante è stato l'invito da parte dei cittadini agli amministratori presenti ad adoperarsi affinché venga  fatta la dovuta informazione sulle modalità operative della raccolta differenziata porta a porta e che si attivi un programma di coinvolgimento dei cittadini e degli esercenti le attività commerciali  per riuscire in breve tempo a raggiungere un’alta percentuale di raccolta differenziata ed effettiva riduzione dei rifiuti.