gototopgototop
Caffe_Roma_Panettone_475x120Ricco_banner_testata_2__475x120

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Putignano, mobilitazione in corso: ospedale presidiato fino a venerdì
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Putignano, mobilitazione in corso: ospedale presidiato fino a venerdì

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Attualità

Grande partecipazione alla nuova manifestazione di protesta, con numerose delegazioni provenienti anche dai comuni vicini, accompagnate dai rispettivi rappresentanti politici

Ospedale_di_Putignano_-_Mobilitazione_e_presidioPutignano Ba - Come annunciato nei giorni scorsi, l'ennesima mobilitazione a difesa dell'ospedale S.Maria degli Angeli di Putignano è partita stamani, con la partecipazione di numerose delegazioni provenienti anche dai comuni vicini, accompagnate dai rispettivi rappresentanti politici.

Una grande protesta contro i tagli previsti dall'ultimo piano di riordino ospedaliero pugliese, portato avanti dal governatore Emiliano, nonostante il coro di dissensi provenienti da ogni parte della regione.

Ospedale_di_Putignano_-_Mobilitazione_e_PresidioLa manifestazione ha preso il via alle ore 10.30, come programmato, con raduno su Piazza Aldo Moro a Putignano. Tra i numerosi partecipanti, in prima fila, il sindaco e gli amministratori del Comune di Putignano, di maggioranza e opposizione, ma anche quelli dei paesi limitrofi, con loro il senatore Piero Liuzzi, l’on. Nuccio Altieri, i consiglieri regionali Ignazio Zullo, Cosimo Borracino, Gianni Stea, Luigi Manca e tanti altri che si sono susseguiti in vari interventi finalizzati a riaffermare la necessità inderogabile, di mantenere un ospedale di primo livello al servizio dei cittadini della Bassa Murgia.

Tutta l'azione è coordinata dall'instancabile comitato 'Giù le mani dall'ospedale' che da mesi si sta prodigando per far arrrivare ai vertici regionali le ragioni del diritto alla salute non solo dei cittadini di Putignano, ma dell'intera Bassa Murgia, la quale si affida alle cure del S.Maria degli Angeli, ospedale che la sanità pugliese sta declassando. Bassa Murgia che invece chiede, anzi rivendica a pieno titolo, un ospedale di primo livello.

A seguire, in vista del consiglio regionale monotematico del 24 novembre, il comitato  e i suoi aderenti hanno dato avvio al Presidio Permamente 24h su 24 del Santa Maria deli Angeli, che si protrarrà fino a quella data. Un'azione sibolica per difendere il locale nosocomio dal vergognoso scempio che sta subendo.





 
2 Commenti
 
L'ospedale di Putignano
2 Mercoledì 22 Novembre 2017 17:26
Luca
Ho lavorato sempre a Milano, dove la Sanità funziona,e sono d'accordo che è sufficiente un ospedale ogni 60Km. ben attrezzato e sufficiente per tutte le esigenze. Mancando un Policlinico a Taranto, abbiamo bisogno di un grande ospedale intermedio fra Bari e Taranto, e il Miulli non basta, infatti è sovraccarico in tanti reparti. L'ospedale DE BELLIS di Castellana è un piccolo Istituto di ricerca, che ha dovuto chiudere il Pronto Soccorso per eccesso di richieste per esempio di Gastroscopie (prenotate fini al 31/12/2018). Emiliano non è medico e gode di ottima salute, e non si rende conto delle nostre esigenze; cerca solo i voti e il suo bacino elettorale è la città di Bari, dove ci sono una decina di ospedali vuoti, in quanto sono sufficienti il Policlinico e le tante cliniche private convenzionate ASL. La nostra battaglia va sostenuta a livello REGIONALE. Bisogna che tutti i parlamentari della Puglia si alleino per imporre alla Regione un sistema equo di distribuzione degli ospedali nel territorio, indipendentemente dal credo politico. Nell'attesa di costruire il Policlinico a Taranto, bisogna potenziare l'ospedale di Putignano per soddisfare il fabbisogno e liberare il Miulli dall'attuale insopportabile sovraccarico. E' un problema di umanità e di buon senso; il giorno che il Miulli sarà costretto a chiudere il pronto soccorso quando nessun reparto avrà letti disponibili cosa facciamo? Emiliano sarebbe contento di riempire i piccoli ospedali vuoti di Bari, noi no. E' assurdo andare a Bari quando abbiamo a Putignano un grande ospedale di importanza regionale. Bisogna chiudere gli ospedali inutili di Bari e potenziare l'ospedale di Putignano, in attesa del Policlinico di Taranto, nel rispetto della legge nazionale che prevede l'equa distribuzione degli ospedali nelle regioni.
 
L'ospedale di Putignano
1 Mercoledì 22 Novembre 2017 17:07
Luca
Ho lavorato sempre a Milano, dove la Sanità funziona,e sono d'accordo che è sufficiente un ospedale ogni 60Km. ben attrezzato e sufficiente per tutte le esigenze. Mancando un Policlinico a Taranto, abbiamo bisogno di un grande ospedale intermedio fra Bari e Taranto, e il Miulli non basta, infatti è sovraccarico in tanti reparti. L'ospedale DE BELLIS di Castellana è un piccolo Istituto di ricerca, che ha dovuto chiudere il Pronto Soccorso per eccesso di richieste per esempio di Gastroscopie (prenotate fini al 31/12/2018). Emiliano non è medico e gode di ottima salute, e non si rende conto delle nostre esigenze; cerca solo i voti e il suo bacino elettorale è la città di Bari, dove ci sono una decina di ospedali vuoti, in quanto sono sufficienti il Policlinico e le tante cliniche private convenzionate ASL. La nostra battaglia va sostenuta a livello REGIONALE. Bisogna che tutti i parlamentari della Puglia si alleino per imporre alla Regione un sistema equo di distribuzione degli ospedali nel territorio, indipendentemente dal credo politico. Nell'attesa di costruire il Policlinico a Taranto, bisogna potenziare l'ospedale di Putignano per soddisfare il fabbisogno e liberare il Miulli dall'attuale insopportabile sovraccarico. E' un problema di umanità e di buon senso; il giorno che il Miulli sarà costretto a chiudere il pronto soccorso quando nessun reparto avrà letti disponibili cosa facciamo? Emiliano sarebbe contento di riempire i piccoli ospedali vuoti di Bari, noi no. E' assurdo andare a Bari quando abbiamo a Putignano un grande ospedale di importanza regionale. Bisogna chiudere gli ospedali inutili di Bari e potenziare l'ospedale di Putignano, in attesa del Policlinico di Taranto, nel rispetto della legge nazionale che prevede l'equa distribuzione degli ospedali nelle regioni.

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: