Il Comune tenta di reagire ai nuovi tagli facendo opposizione all’ultima delibera della Asl Ba

Ospedale_di_Putignano_Santa_Maria_degli_Angeli_2Putignano Ba – Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota a firma del presidente del consiglio comunale Vito Valentini, diramata a margine del confronto tra i sindaci del Sud-Estt barese e il presidente della Regione Puglia Emiliano, in merito agli ultimi provvedimenti previsti dal piano di riordino ospedaliero, che sottraggono al S.Maria degli Angeli di Putignano anche il reparrto di ginecologia e l'ostetricia.

 

 

 

‘La  conferenza dei Capigruppo consiliari del Comune di Putignano da me presieduta alla presenza del Sindaco Domenico Giannandrea, a seguito della pubblicazione della delibera nr. 1236 del 28 giugno 2017 della Asl Ba che prende una serie di provvedimenti nei confronti del presidio ospedaliero "S. Maria degli Angeli " di Putignano, ha deciso all'unanimità di fare opposizione nei riguardi della stessa.

Perchè ciò non concorda con quanto discusso nella riunione del 27 giugno u.s. tenutasi negli uffici della Presidenza della regione alla presenza del Governatore Michele Emiliano, del dott. Ruscitti, dei Sindaci dei comuni di Putignano, Gioia del colle, Castellana Grotte, Locorotondo; Alberobello, Turi, Sammichele di Bari, Casamassima, Conversano, nonché dei consiglieri comunali Aldo Vito Valentini, Giorgio Giudetti, Giacomo Polignano, Raffaele Rovigo e del Dott. Giangiuseppe Dalena.

Alla luce odierna l'Amministrazione Comunale all'unanimità ha deciso che  nei prossimi giorni adotterà  dei provvedimenti atti a sensibilizzare l'opinione pubblica del sud-est barese e dell'intera Regione Puglia contro il tentativo di dequalificare ulteriormente l'offerta sanitaria nei confronti dei circa 180mila cittadini che afferiscono al Presidio ospedaliero "S. Maria degli Angeli" di Putignano.’.

(Il Presidente del Consiglio Comunale di Putignano Aldo Vito Valentini)

 
Condividi