gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
IC De Gasperi – Da Putignano: conclusi i progetti ‘Didiario’ e ‘Mamma che energia’
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

IC De Gasperi – Da Putignano: conclusi i progetti ‘Didiario’ e ‘Mamma che energia’

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Attualità

Laboratori  di lettura per ragazzi e scrittura creativa; incontri su risparmio energetico e fonti rinnovabili

De_Gasperi_progetto_Didiario_Cerimonia_premiazionePutignano Ba - Didiario è una rassegna letteraria ideata nel 2011 da Alina Laruccia, libraia appassionata di letteratura per ragazzi ed è il quarto anno consecutivo che l'Istituto Comprensivo “De Gasperi-Stefano da Putignano” vi prende parte.


Da ormai 4 anni, per tre giorni nel mese di maggio, il presidio del libro e della lettura della Regione Puglia di Turi, ospita autori e scrittori per ragazzi per una kermesse di incontri ed eventi per scuole e famiglie.

Questo progetto, oltre ad offrire a tutti gli alunni un 'occasione per diffondere il piacere del libro ed una buona abitudine alla lettura, si impreziosisce  anche di laboratori  di scrittura creativa ed incontri ed approfondimenti con gli autori.

Il progetto è stato presentato il 31 Gennaio scorso a Turi e  ha vantato la partecipazione di 1300 studenti e oltre 300 partecipanti dalla Lombardia.     

La fase conclusiva del Progetto DIDIARIO 2015 si è articolato in due momenti distinti:

1.               gli incontri con gli autori dei testi letti dagli alunni;

2.               la partecipazione al gioco a squadre “Al traguardo la cultura”.

Il calendario degli appuntamenti è stato  il seguente:

Giovedì 21 maggio, Annalisa Strada ha incontrato gli alunni delle classi III E-F-G  presso l’auditorium del Plesso Di Mizio. L’autrice ha conversato piacevolmente con gli alunni sul suo libro “Quella serpe di mia sorella” nel quale narra  le peripezie di due sorelle in conflitto tra loro e, nel contempo,  riprende  un’antica leggenda giapponese secondo cui, creando mille gru di carta, si può ottenere la possibilità di esaudire un desiderio.

Venerdì 29 maggio, Luigi Ballerini ha  incontrato  gli alunni delle classi IV B-C-D-F presso l’auditorium del Plesso Di Mizio.  Il libro “La signorina Euforbia” di Luigi Ballerini è una storia saporita e luminosa, dolce ma vibrante di un suo bel carattere, magica come può essere la vita, cioè speciale e miracolosa per chi i miracoli e la specialità sa vederli anche in semplici “pasticcini-su -misura”.

L’autore ha reso felici tutti gli alunni delle classi quarte in quanto ha consentito  loro di rivolgergli  tante domande, oltre ad offrire a  molti  l’opportunità di relazionare sui lavori  svolti dopo la lettura del suo splendido libro.

In data 30 maggio, presso il Chiostro dei Francescani (Turi) si è  tenuto il gioco a squadre “Al traguardo la cultura”.  La Scuola Primaria è risultata vincitrice in quanto non solo ha saputo rispondere adeguatamente alle domande sui  libri letti, ma ha anche drammatizzato con allegria e un pizzico di ironia alcune scene dei testi letti.

De_Gasperi_progetto_Didiario_insegnantiInfine collegamento via Skype per le classi II D-E con la scrittrice Anna Vivarelli, autrice del libro “Il mistero del dente perduto ”, un testo che ha preso per mano i piccoli lettori e li ha condotti in  un viaggio ricco di incontri, sorprese, imprevisti.  Un racconto divertente e insolito, per sconfiggere le paure e affrontare la straordinaria avventura di crescere.

La novità di quest'anno è stata l'associazione del progetto Didiario con la I^ edizione del Concorso Letterario Nazionale “Caro Antonio, io scrivo” in ricordo del pedagogista  Antonio Gramsci autore del libro “L'albero del riccio” in cui l'autore inventò favole per i suoi figli.

Sabato 30 maggio 2015 si è tenuta la cerimonia di premiazione del suddetto concorso presso la libreria di Turi ed il primo premio è stato assegnato all'alunna Marina Gonnella che frequenta la scuola primaria “P. Di Mizio”.

L'alunna vincitrice ha partecipato con un racconto intitolato “La mappa della felicità”: storia di un viaggio avventuroso alla ricerca della felicità e di numerose peripezie dei protagonisti che lasciano i lettori con il fiato sospeso, per approdare nel finale proprio nel posto da cui erano partiti perchè la felicità era proprio lì. La motivazione della scelta che la giuria ha dato alla consegna del premio è stata: “Il racconto presenta in modo singolare e insolito il percorso che gli esseri umani intraprendono alla ricerca della felicità, affrontando temi forti quali la morte e l'angoscia esistenziale giungendo ad una morale che sembra    scontata, ma in fondo non lo è per niente...la felicità è nel posto in cui si vive!”   

Un ringraziamento particolarmente sentito viene rivolto al D.S. la Prof.ssa Maria Anna Buttiglione, alla referente di progetto ins. Mariella Pagliarulo, a tutti i docenti che hanno partecipato e ad Alina Laruccia titolare della libreria ed Agenzia Letteraria Eleutera la quale, nonostante l’imminente chiusura della sua attività, ha mantenuto fede con impegno e precisione ammirevoli  agli impegni assunti con la Nostra Istituzione Scolastica.

La signora Laruccia, inoltre, ha donato alla Scuola Primaria alcune stampe di Nicoletta Costa, nota scrittrice e illustratrice di libri per l’infanzia, aventi per tema i Diritti dei Bambini.

Concludo con una citazione di Roald Dahl che sottolinea l'importanza di educare alla lettura: “Se riesci a far innamorare i bambini di un libro, di due, di tre, cominceranno a pensare che leggere è un divertimento. Così, forse, da grandi diventeranno lettori. E leggere è uno dei piaceri e uno degli strumenti più grandi e importanti della vita.”

CONCLUSA LA SECONDA EDIZIONE DI “MAMMA CHE ENERGIA!” CON TERRA FUTURA E LE CLASSI QUINTE DELL’I.C. “DE GASPERI-STEFANO DA PUTIGNANO”

De_Gasperi_Mamma_che_energiaSi è concluso il progetto "Mamma che Energia!" promosso dall’Ass. Culturale “Terra Futura”, e che quest’anno ha visto protagonisti gli alunni delle classi quinte della scuola primaria "P. Di Mizio" e  "A. De Gasperi”. Il progetto prevedeva tre incontri per ciascuna classe e ha avuto l'obiettivo di sensibilizzare i ragazzi alla necessità del risparmio energetico, coniugando gli aspetti educativi con quelli della sostenibilità ambientale al fine di costruire e migliorare gli stili di vita ed informare i più giovani e le loro famiglie su argomenti molto importanti come il rispetto dell’ambiente, l’inquinamento, le energie rinnovabili e la mobilità sostenibile. 

Durante i tre incontri, gli alunni hanno approfondito il concetto di “energia”, come si produce (fonti di energia), come si trasforma e come viene trasportata o immagazzinata, per poi affrontare argomenti più che mai attuali quali l’efficienza energetica e le fonti rinnovabili il tutto con un approccio ludico e con l'ausilio di test e video-proiezioni, attraverso esempi di vita quotidiana come azioni semplici che possono essere solo di beneficio per noi e per l’ambiente in cui viviamo.

Molto interessante per gli alunni è stato l’aver avuto la possibilità di vedere da vicino il funzionamento di un vero un impianto fotovoltaico in scala, opportunamente assemblato in classe: i ragazzi hanno potuto così impararne i principi fondamentali di funzionamento, ed hanno ben compreso i benefici che possono derivare dall’utilizzo di energia “pulita”.

De_Gasperi_Mamma_che_energia_2Tra i ragazzi è nata una passione ed una "energia" creativa sul tema: grazie all’aiuto dei loro genitori e delle loro insegnanti hanno realizzato alcuni lavori incredibilmente originali, costruiti con oggetti comuni facilmente reperibili, e incentrati sull’utilizzo “creativo” dell’energia, ed in alcuni casi addirittura sulla produzione autonoma di energia. Alcuni dei lavori sono stati: "La pila di Daniel" di Marco Valvetri; “Il sapientino" di Sharon Antonacci,  Alessandra Campanella e Giorgia Pedone; "Il telegrafo" di Giorgia Intini, Marina Gonnella e Dario Befanini; "Come accendere una lampadina con le patate" di Valeria Notarangelo e Lucia Troilo; "La centrale idroelettrica" di Mario Lops.

Questi lavori parteciperanno al concorso nazionale "Play Energy" legato all'esposizione universale EXPO 2015 sull'energia. Alla base di tutti i lavori vi è la consapevolezza che l'energia può essere generata e utilizzata in diversi modi anche...non tradizionali.

Questo era il vero obiettivo del progetto: avvicinare ed appassionare le nuove generazioni a temi così attuali ed importanti per il futuro e la salvaguardia del nostro Ambiente.

Si ringraziano i professionisti dell'ass. Terra Futura, in particolar modo il presidente Ing. Vito Caliò, per il tempo dedicato, le docenti interessate, i ragazzi ed il Dirigente Scolastico Prof.ssa Mariana Buttiglione per l'attenzione dedicata a temi tanto importanti.
(Ins. Adriana Mezzapesa)