gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Costumi di Carnevale: gemellaggio tra Putignano e Foggia
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Costumi di Carnevale: gemellaggio tra Putignano e Foggia

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
Attualità

Una serie dei caratteristici costumi del carnevale della cittadina barese in mostra da oggi fino al 17 febbraio nelle sale della Pinacoteca Civica Il 9Cento di Foggia

PutiFoggia_Pinacoteca_il_900gnano Ba - Tra le iniziative del Carnevale foggiano di quest'anno è presente anche una mostra, “Carneval’arte”, inaugurata giovedì 12 febbraio dal sindaco di Foggia, Franco Landella, nelle sale della Pinacoteca comunale Il 9Cento, in via Ferrante Aporti. Lo spazio espositivo ospiterà – fino al 17 febbraio – una serie di costumi tipici del carnevale di Putignano, uno dei più famosi e conosciuti d’Italia.

L’iniziativa è frutto della collaborazione tra il Comune di Foggia  e quello della cittadina barese, i cui rispettivi assessori alla Cultura e Spettacolo – Anna Paola Giuliani e Emanuela Elba -  hanno dato vita a questa iniziativa, in virtù della quale 15 costumi sono stati prestati per l’occasione dall’Associazione Fratres, mentre il Comune di Putignano ha messo a disposizione gratuitamente i pupazzi di cartapesta.

Musica e giochi di prestidigitazione aggiungeranno un’ulteriore nota di allegria alla mostra grazie al duo Musicando ed all’intrattenimento di Alexi Arts, illusionista tra i più noti in Europa.

Il carnevale di Putignano, ricordiamo, è considerato uno dei più antichi al mondo. Le sue origini risalgono al 1394, in occasione della traslazione delle reliquie di S. Stefano Protomartire da Monopoli a Putignano, per poterle mettere al riparo dalle incursioni dei saraceni.

Un’autentica festa di popolo che parte dal 26 dicembre con la tradizione delle Propaggini, in cui gruppi di cantastorie improvvisati declamano versi in vernacolo di tono satirico, indirizzati agli amministratori e ad altri personaggi di rilievo pubblico.

Tra le altre manifestazioni tradizionali, il carnevale culmina nelle quattro sfilate lungo le vie cittadine, in cui gruppi mascherati e carri allegorici attiraggono migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo.