gototopgototop

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Oggi al cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Casamassima - Il cane antidroga 'Zilo' smaschera una coppia di spacciatori
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit

Casamassima - Il cane antidroga 'Zilo' smaschera una coppia di spacciatori

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Cronaca provincia di Bari

Arrestati un 29enne e la sua convivente 28enne, entrambi incensurati del luogo

CasCC_Cinofili_-_Ziloamassima Ba - Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Casamassima, nell’ambito di servizi mirati alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato M. T., 29enne censurato del luogo, e la sua convivente C.V., 28enne di origini cagliaritane.

E’ stato il via vai di giovani del posto e dei comuni limitrofi da e per l’abitazione dei due conviventi, ad insospettire i militari che hanno deciso così di intraprendere specifici servizi di osservazione sulla coppia e sulle loro frequentazioni. 

Al termine di un incessante attività d’indagine, fatta anche con appostamenti in abiti civili, i militari, coadiuvati anche da un’unità cinofila di Modugno (BA), hanno fatto irruzione e passato al setacciato l’intero appartamento rinvenendo un bilancino di precisione ben nascosto nel vano contatore dell’ acqua.

Decisivo è stato tuttavia il contributo nelle ricerche del fiuto del cane antidroga “Zilo”, che ha permesso di scovare, ben occultata nella grondaia esterna dell’abitazione, due dosi di “eroina” e tre di “cocaina”.

Nel corso della perquisizione, i militari hanno inoltre scoperto che la coppia fraudolentemente derubava la società Enel della fornitura elettrica. Sul  contatore elettrico in uso all’abitazione era stato infatti posizionato un magnete che ne permetteva la manomissione. Sono in corso accertamenti da parte dei tecnici dell’azienda per quantificare il danno patito.

La coppia, su disposizione della Procura di Bari, è stata  sottoposta agli arresti domiciliari e dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente nonché di furto di corrente elettrica.





 
Cronaca provincia Bari