gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Il mercatino a Km 0 non piace a Confcommercio Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Il mercatino a Km 0 non piace a Confcommercio Putignano

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Attualità

L'ASSITER Confcommercio evidenzia i limiti del mercatino così come proposto da Coldiretti e CIA, riaffermando la validità del progetto originario di spostare al sabato il mercato settimanale putignanese, collocandolo in zona 2000 

Mercato_zona_2000_copyPutignano Ba – Il progetto del mercatino a km zero del sabato mattina a Putignano non piace all’ASSITER Confcommercio. ASSITERIn una conferenza stampa ad hoc, giovedì pomeriggio, i rappresentanti della sigla sindacale dei commercianti a Putignano, hanno esternato le loro perplessità, in merito all’annunciato nuovo mercatino concertato dall’amministrazione comunale con Coldiretti e CIA.



Il progetto in via di approvazione, dovrebbe consentire, forse il sabato mattina, il posizionamento in piazza XX settembre e sul marciapiede dinanzi al palazzo municipale, di bancarelle per la vendita di prodotti locali (ortofrutta, latticini, salumi o piccola macellazione).  Iniziativa promossa per promuovere economia e piccoli produttori del territorio e favorire i consumatori nell’acquisto di questi prodotti normalmente acquistati presso altri mercati (soprattutto il sabato)

Ecco le ragioni dell'Assiter contro il mercatino a chilometro zero proposto da Coldiretti e Cia

I. Il Produttore deve produrre... e .. .il Commerciante commercializzare    -

2. Il Produttore se vuole commercializzare, prodotti alimentari, lo deve fare all'interno di spazi appositi igienicamente idonei e controllati (vedi in special modo carni e latticini) e non in prossimità di strade trafficate dove le polveri i gas di scarico ed altro inquinano e avvelenano i prodotti alimentari.

3. Chi certifica che i prodotti venduti siano di provenienza assolutamente locale. Esempio: chi certifica che il latte che serve a produrre i latticini sia di provenienza locale e non piuttosto di provenienza extra nazionale?

Nell'occasione Il presidente ASSITER Certini e il vicepresidente Calella, hanno ribadito la loro proposta, così come formulata circa un anno fa, di spostamento del mercato settimanale dal mercoledì al sabato, individuando un’area del quartiere zona 2000 per la sua collocazione.

OBIETTIVI:

I. Favorire gli acquisti sul territorio a beneficio dei Consumatori e Commercianti Putignanesi

2. Attrarre consumatori da altri comuni limitrofi in un giorno, il sabato, di maggiore libertà e disponibilità all'acquisto (maggior tempo a disposizione perché in molti casi non si lavora)

3. decongestionare il traffico del mercoledì nel centro cittadino

VANTAGGI:

1. PER I CONSUMATORI:
1.1. organizzare gli acquisti in un giorno (il sabato) sicuramente più indicato perchè libero, nella maggioranza dei casi, da impegni di lavoro (tempo liberoacquisti più oculati);
1.2. risparmio di tempo (trasferimento e ricerca parcheggio in comune limitrofo);
1.3. risparmio spese autoveicolo (carburante ecc);
1.4. evitare i rischi stradali per trasferimento.

2. PER I COMMERCIANTI PUTIGNANESI (AMBULANTI E A POSTO FISSO):
2.1. attrarre consumatori, anche essi più liberi il sabato, dai comuni limitrofi (trasformando Putignano con i suoi negozi + il mercato in un grande centro commerciale all'aperto).

3. PER TUTTI
3.1. La zona Putignano 2000 offre:

3.1.1. più sicurezza per tutti (accesso rapido a interventi di mezzi di soccorso ecc) 3.1.2. Ambiente sicuramente più ecologico (al riparo dai veleni del traffico e altro) 3.1.3. più servizi igienici (bagni temporanei per il tempo che serve);

3.1.4. più parcheggio per tutti con aree distinte (per consumatori e commercianti) 3.1.5. maggiori spazi espositivi per tutti i commercianti;

3.1.6. minor inquinamento del centro cittadino (detriti, fumi di scarico ecc);

3.1.7. Possibilità di fare anche mercatini serali in occasione di manifestazioni particolari 3.1.8. minore intasamento del centro cittadino (parcheggi e traffico);