gototopgototop
Caffe_Roma_475x120Ricco_banner_testata_2__475x120

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Contributi alle associazioni
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Contributi alle associazioni

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Attualità

Consiglio_comunale_lowDe Miccolis risponde all’interpellanza del gruppo consiliare “Lista Nino Rossi”, nel corso del consiglio comunale del 31 marzo 2010. Approvati tutti i punti all'ordine del giorno

Putignano (Ba) - Un consiglio comunale dai toni pacati quello che si è svolto mercoledì 31 marzo 2010 alle ore 17.30 presso la sala consiliare del comune di Putignano.

Approvati all’unanimità con immediata esecutività tutti i punti all’ordine del giorno. In risposta all’interpellanza presenta in data 25.03.2010 prot. n. 13746, dal gruppo consiliare "Lista Nino Rossi", relativa alla erogazione dei contributi dati alle associazioni culturali e sportive che organizzano manifestazioni di scarsa rilevanza sociale, il Sindaco Avv. Gianvincenzo Angelini De Miccolis ha esordito dicendo che essendo stato approvato il nuovo regolamento delle associazioni, in futuro non ci saranno più contributi erogati sulla scorta di attività liberamente effettuate dalle associazioni, ma sulla base di progetti che dovranno essere presentati nei termini stabiliti e banditi dall’amministrazione e che saranno valutati meritevoli di essere realizzati, tenendo conto della disponibilità che di anno in anno l’amministrazione metterà in campo. Attualmente invece i contributi ordinari e straordinari alle associazioni sono stati erogati sulla base del precedente regolamento in vigore,  quindi ripartiti secondo il numero delle attività svolte e documentate da parte di associazioni costituitesi da almeno un anno e che abbiano presentato una regolare istanza. Sulla base dell’art.7 del nuovo regolamento, tali attività devono essere finalizzate al perseguimento di un pubblico interesse e possono consistere in  interventi di promozione culturale, sportiva e sociale. Inoltre dal 2004 le associazioni sportive sono state chiamate a redigere un regolamento che riduca la discrezionalità dell’erogazione dei contributi da parte dell’amministrazione comunale, fondandolo sulla base di criteri oggettivi. Per quanto riguarda l’assegnazione di contributi una tantum ad associazioni di volontariato, sulla base del regolamento, è stata erogata la somma  di 500 euro all’Università della terza età per la “festa del nonno” e la somma di 1500 euro all’Ass. Il Solco impegnata da diversi anni in Africa con concreti atti di solidarietà. Per il contributo di 500 euro assegnato all’associazione Caritas di Putignano, non è pervenuta alcuna formale rinuncia allo stesso, malgrado alcuni organi di stampa ne abbiano preannunciato il rifiuto. Qualora ciò dovesse verificarsi la somma sarà inserita  in avanzo di amministrazione e sarà accertato con il prossimo bilancio consuntivo. Per quanto riguarda i contributi assegnati alle associazioni sportive la ripartizione è stata effettuata sulla base della quantità e della qualità delle manifestazioni effettuate. Il Sindaco ha precisato che la mancanza di contributi alla Sport Five  per il campionato giovanile di calcio a 5  è dipesa dal fatto che le attività agonistiche della stessa sono finanziate in parte dalla vendita dei biglietti che costituiscono introito per la stessa società. Mentre ha ricevuto un contributo di 2000 euro per l’attività ordinaria. In conclusione il Sindaco ha sottolineato come nel 2009 non  siano mai stati erogati  “contributi faraonici” alle associazioni  considerando  le  ristrettezze derivanti dal rispetto del patto di stabilità. Vito Sportelli, consigliere del gruppo Lista Nino Rossi si è detto insoddisfatto delle risposte del Sindaco ritenendole poco chiare. Ha inoltre ribadito come in realtà risultino privilegiate associazioni vicine al colore politico di chi decide l’assegnazione dei contributi senza tener conto dell’effettivo ruolo socio-culturale  e sportivo svolto dalle stesse. Ha infine auspicato l’adozione di regole che non favoriscano l’iniqua ripartizione dei contributi tra le associazioni.





 

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: