A Putignano incontro-dibattito per combattere le tossicodipendenze: non basta la prevenzione! Tossicodipendenze_low

Putignano (Ba) - Martedì 7 giugno 2011 alle ore 18,00 si è svolto nell'Auditorium "San Gaspare del Bufalo" di San Filippo Neri un incontro-dibattito sul tema: "La prevenzione delle tossicodipendenze:scenari attuali e futuri" con la speciale presenza di Don Mimmo Battaglia (presidente della FICT: fedrazione Italiana Comunità Terapeutiche).

L'evento è stato promosso dal Comune di Putignano,dall'Associazione famiglie San Filippo Neri, dalla Comunità Emmanuel di Castellana, dai Comuni di Alerobello,Locorotondo,Noci e Castellana Grotte.
L'incontro si pone al temine di un progetto denominato V.I.T.A. (Vinciamo Insieme le Tossicodipendenze con l'amore), afferente ai piani sociali di zona relativi alle dipendenze patologiche.
Il progetto V.I.T.A., iniziò nel 2007 e si concluse nel 2009,e con questo evento si è realizzata l'ultima parte del progetto ovvero la pubblicazione di un testo denominato "Progetto V.I.T.A.Vinciamo insieme le tossicodipendenze con L'amore" a cura di Gerardo Magro.
Poichè ci fosse una maggior diffusione, Gerardo Magro (pedagogista dell'ASS.San Filippo Neri), ha voluto far pubblicare il libro dalla casa editrice "Franco Angeli". Il libro verrà anche diffuso su e-book per diffonderlo e condividerlo con altri professionisti al fine di offrire loro uno strumento operativo di lavoro.
Hanno partecipato all'evento:Il Sindaco Avv.Gianvincenzo Angelini De Miccolis, l'assessore ai Servizi Sociali Vito Genco, Don Rosario Pacillo ovvero Presidente Ass."San Filippo Neri", e il Presidente Ass. "Emmanuel-Scegli la vita" di Castellana Pietro Bellino.
Ha introdotto l'incontro il consulente Pedagoogico Ass. San Filippo Neri Magro Gerardo e ha moderato Tiziano Angelini.
A inizio evento, è stato proiettato il video contenente il Progetto V.I.T.A.

Dopo la proiezione del commovente filmato, ha introdotto il Dottor Gerardo Magro: "Discutiamo sul tema di dipendenze  patologiche, in forte sviluppo, Don Mimmo Battaglia si confronterà con noi e con le nostre idee... Nuove prospettive
per interventi concreti se ha ancora senso parlare di prevenzione".

A seguire è intervenuto il Sindaco  De Miccolis, protagonista attivo del progetto V.I.T.A :"Non è solo il comune di Putignano ma anche quelli di Alberobello, Noci, Locorotondo e Castellana Grott..è necessario e doveroso parlare di territorio e non di singoli Comuni poichè chi vuole acquistare droga o chi ha pproblemi di tossicodipendenza non si ferma ai confini territoriali...
è necessario un Piano di Zona, dobbiamo pensare che i bisogni devono essere uguali e in territori omogenei.... Entriamo nella prevenzione delle tossicodipendenze entrando nei servizi sociali di ciascun Comune...
Con il primo piano di zona iniziato nel 2006, abbiamo dato priorità alla prevenzione dando direttamente l'aiuto di 54.000 euro alle ASS.San Filippo Neri e l'Ass. Emmanuel di Castellana senza Gare d'appalto poichè sono entrambe iscritte all'albo delle Associazioni... Dobbiamo continuare ad investire (non in ambito finanziario), per puntare sul futuro, poichè la prevenzione è una risposta delle istituzioni doverosa alle persone che vivono nel nostro territorio e necessitano di aiuto.. Nel secondo piano di zona, sono previste somme per la prevenzione non ancora bene definite."

L'assessore Vito Genco, si è complimentato con le due associazioni (San Filippo Neri e L'Emmanuel) e continua il suo intervento con una frase riflessiva: "alla Società sempre più fragile al pessimismo della ragione,contrapponiamo l'ottimismo della volontà".
Il libro è costituito da un approccio totalmente scientifico (scritto da Magro Gerardo) e subito dopo un approccio totalmente umanitario (parte scritta da
Don Rosario)e dopo questa premessa Vito Genco conclude la sua considerazione dicendo che secondo quanto appreso dalla lettura del testo,un modo per vincere la tossicodipendenza è l'amore per se stessi.

Don Rosario
, parla d'amore,specificando che esso non è un valore aggiunto ma è il valore fondamentale per vivere.
"il problema della tossicodipendenza è la causa:la malattia d'amore e se c'è questa causa allora si può fare prevenzione con attività come per esempio musica,sport, teatro, educazioni dei sentimenti".

Il successivo intervento è stato quello del dott. Piero Bellino: " è da molto tempo che parlo di prevenzione, mi sono dedicato all'ascolto e alla testimonianza...
Ero alcolizzato ed ho avuto la fortuna di conoscere l'alcool per poi riuscire a viverne senza".

Infine,il nostro ospite speciale Don Mimmo Battaglia, ha espresso la sua preziosa riflessione che ha colpito molti presenti:
"Da quasi 40 anni questi temi sono discussi eppure il mondo è peggiorato... il mercato della droga si diffonde e la nostra società è drogata...consumi, bisogni in una parola: Dipendenza...Il nostro paese è minacciato da un "nulla chimico" che distrugge sogni e progetti... Ha poco senso combattere con il nulla chimico, la gente dimentica i sogni, ecco per quale motivo il nulla chimico ci combatte...
Le possibili risposte per vincere questo nulla, sono: l'educazione, l'attenzione per l'altro, formazione e strade da condividere... ed indfine la risposta più importanre: L'amore...Prevenire vuol dire fare attenzione alla cose buone, costruire ed educare...Ha senso parlare di questi terribili temi odierni, non
per eroismo,ma per i nostri valori, perchè è la nostra storia che c lo insegna.. prima di prevenire bisogna educare! I programmi televisivi sono lo specchio del
vuoto che la comunità avverte, martellata da mancanze di rispetto, disperazione e droga....se le dipendenze sono sintomo di mancanze d'amore,il farmaco più efficace è l'amore, l'attenzione e la cura".

Commovente e riflessivo è stato questo incontro, e si spera vivamente che questa brutta realtà migliori attraverso il ritrovamento di veri valori ormai persi.
 
Condividi