gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Putignano, l’ultimo saluto a Gianni “Cartesio”
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Putignano, l’ultimo saluto a Gianni “Cartesio”

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
Attualità

Giovanni_Campanella_Cartesio_lowPutignano (Ba) - Ci ha lasciato a soli 60anni, dopo una lunga e impietosa malattia, Giovanni Campanella, classe 1952, per gli amici Gianni Cartesio. Persona affabile, di indole espansiva ed amichevole, Gianni, di professione faceva il balestraio ed era conosciuto e stimato da tutti nella città del Carnevale.

Molti lo ricordano per la sua appassionata dedizione allo sport. Fu uno dei fondatori dell’ASD Amatori, che egli ha contribuito a far diventare una delle realtà sportive più importanti della cittadina e che ora conta moltissimi podisti e maratoneti detentori di record e traguardi sportivi di livello internazionale. Gli “Amatori” di Putignano amano ricordarlo come un amico allegro e pieno di vitalità, così come viene ritratto da Tonio Coladonato in una delle sue ultime partecipazioni alla marcialonga di San Giuseppe nel marzo del 2005.

Oltre ad essere un ottimo podista, quando si costituì la società, Gianni si cimentò anche come calciatore nei primi tornei che gli Amatori all’epoca organizzavano. Marito esemplare molto legato alla moglie Imma e padre di due figli, Paolo e Gianluca, ha lasciato nella famiglia e in chi lo ha conosciuto, un vuoto incolmabile.

I funerali si sono svolti oggi, lunedì 5 novembre alle16, presso la parrocchia di San Filippo Neri, dove una moltitudine di persone ha seguito la cerimonia corteo funebre per tributargli un ultimo saluto. Alla famiglia e i parenti di Gianni possano giungere le più sentite condiglianze dell'ass. vivilastrada.it e della nostra redazione