Putignano (Ba) - Un bell'esemplare di serpente lungo circa 180cm è stato recuperato dai Vigili del Fuoco di Putignano del turno A, foto_2cinforma__serpente_recuperato_e_liberato_lowcondotti dal C.S.E. Antonio Lovece. Si tratta di un rettile di razza comune e innocua, denominata familiarmente "cervone", il quale aveva spaventato a "morte" una signora residente in una villa in periferia di Castellana Grotte. La chiamata al 115 è arivata della Centrale Operativa di Bari che ha subito allertato la partenza dei Vigili del Fuoco da Putignano.

I pompieri, giunti sul posto guidati dalla polizia locale, si sono messi sulle tracce del rettile su indicazione della signora castellanese. Il serpente sentendosi braccato, si è infilato tra le anguste fessure di un muretto a secco pensando pensando di farla franca, ma i Vigili del Fuoco hanno usato un vecchio stratagemma per stanare il serpente: quello del fumo di paglia. Infatti, nonappena la tana è stata invasa dal fumo, il rettile si è arreso e si è fatto "catturare".

La massaia ancora spaventata chiedeva la soppressione del rettile, ma l'intera squada dei vigili del fuoco l'ha portato via per poi liberarlo nei pressi di un boschetto a pochi chilometri da Castellana Grotte.

nella foto di 2C il Vigile del Fuoco con il serpente recuperato

 
Condividi