gototopgototop
Caffe_Roma_475x120Ricco_banner_testata_2__475x120

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Tarsu, con la differenziata risparmieremo
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Tarsu, con la differenziata risparmieremo

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Attualità

Meno rifiuti in discarica. Alluminio, vetro, plastica, cartone e parti recuperabili potranno essere venduteIng._Antonello_Lattarulo_low

Putignano (Ba) - Ce lo ha spiegato l’Ingegnere Ambientale Antonello Lattarulo, che ha curato il progetto per il nuovo servizio di igiene urbana e raccolta differenziata che sta per partire anche a Putignano. Intanto incombe al 30 settembrela scadenza della prima rata TARSU di quest'anno


D. Perché le tariffe dei rifiuti cambiano da Comune a Comune e spesso sono inferiori alle nostreo non hanno subito aumenti?

R. La TARSU può essere considerata la prima tassa federale adottata. Ecco perché ogni Comune è libero di utilizzare criteri di calcolo propri; quindi non si può fare un confronto tra Comuni e rispettive tariffe o sul  metodo di applicazione (vedi la divisione in scaglioni  per le superfici abitative). Nei Comuni dove le tariffe non sono aumentate, significa che fino ad oggi sono stati coperti i costi di igiene urbana con altre risorse o con trasferimenti provenienti dallo Stato. I trasferimenti statali però sono fortemente ridimensionati oggi e si rende necessaria la copertura dell’intero costo di raccolta e smaltimento dei rifiuti da parte di ogni Comune. Nel frattempo poi, i costi di conferimento dei rifiuti sono aumentati,  è stata inoltre  introdotta la biostabilizzazione imposta dalla comunità europea, quindi un altro gravoso costo da sostenere.

 

D. I Comuni che hanno adottato la TIA (Tariffa Igiene Ambientale) al posto della TARSU (Tassa Rifiuti Solidi Urbani) hanno tariffe più basse?

R. I Comuni invece che hanno adottato la TIA, tariffa che si basa sui rifiuti effettivamente prodotti, hanno dovuto fare i conti con  il problema dell’IVA del 10% che sulla TARSU non c’è. E’ un criterio che, essendo basato sui rifiuti effettivamente prodotti e non sulle superfici come la TARSU, sicuramente conviene di più  alle famiglie ma diventa gravosa per le imprese. Tuttavia, con il nuovo servizio a Putignano potremo ragionare anche noi  in funzione di  quanti rifiuti effettivamente produrremo. Questo perché, se  attualmente paghiamo igiene urbana, raccolta e trasporto, trattamenti e smaltimento. Portando meno rifiuti in discarica con la differenziata, la voce trattamenti e smaltimenti crolla. Attualmente conferiamo circa 10mila tonnellate di rifiuti in discarica che ci costavano, già a 90 euro a tonnellata, circa 900mila euro. Ora, con i prezzo di quasi 145 euro a tonnellata, se non facessimo nulla, pagheremmo 1milione e mezzo di euro solo di discarica. Con la differenziata la frazione umida costa la metà, 75 euro a tonnellata e in più c’è la possibilità di recuperare risorse dalla vendita delle frazioni secche, come alluminio, plastica, vetro, cartoni, ecc. che entreranno nelle casse comunali, e solo in minima parte, a titolo di incentivo, alla ditta appaltatrice del servizio.





 

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: