Riqualificazione del patrimonio rurale in aree ricadenti nei Comuni di Alberobello, Castellana Grotte, Gioia del Colle, Noci, Putignano, Sammichele di Bari, Turi. Domande entro il 27 giugno 2013.  Risorse finanziarie disponibili pari ad euro 677.568,00. Clicca per il bando integrale

logo_GALSi tratta di un bando pubblicato dal GAL (Gruppo Di Azione Locale “Terra dei Trulli e Di Barsento”, inserito nel  Programma Sviluppo Rurale della Regione Puglia 2007-2013, Fondo F.E.A.S.R, ASSE III – Qualità della vita nelle zone rurali e diversificazione dell’economia rurale. Misura 323 – Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale in aree ricadenti nei Comuni di Alberobello, Castellana Grotte, Gioia del Colle, Noci, Putignano, Sammichele di Bari, Turi

 

CAMPO DI APPLICAZIONE

Le domande di aiuto da presentarsi in adesione al presente bando possono essere proposte unicamente nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale (PSL) presentato dal GAL “Terra dei Trulli e di Barsento” s.c.a r.l. all’interno del Programma di sviluppo rurale 2007-2013 della Regione Puglia.

Il sostegno è previsto per interventi di restauro e di valorizzazione del patrimonio culturale regionale, rappresentato dai borghi rurali e dalle strutture ubicate fuori dai borghi, al fine di garantire la sua conservazione e la sua fruizione pubblica, in stretto rispetto delle caratteristiche architettoniche.

OBIETTIVI E FINALITÀ

La Puglia si caratterizza per la presenza, su gran parte del territorio rurale, di un numero consistente di piccoli borghi che rappresentano l’ossatura della presenza umana nelle aree rurali, oltre a costituire dei veri e propri centri di aggregazione sociale e di fornitura di primi servizi. L’obiettivo specifico del bando è quello di riqualificare i villaggi e gli elementi antropici e paesaggistici del patrimonio rurale attraverso la valorizzazione del patrimonio archeologico, architettonico e storico-artistico e del paesaggio delle zone rurali al fine di incrementare l’attrattività turistica delle stesse aree e di migliorare la qualità della vita della popolazione.

LOCALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI

In particolare gli interventi devono ricadere nei seguenti comuni: Alberobello, Castellana Grotte, Gioia del Colle, Noci, Putignano, Sammichele di Bari, Turi.

 

SOGGETTI BENEFICIARI

I soggetti beneficiari del presente bando sono i soggetti privati e i soggetti pubblici possessori o detentori di immobili così come individuati al precedente articolo 1. Si specifica che a seguito dell’investimento finanziato debbono essere garantite le condizioni che permettano la conservazione degli immobili oggetto degli investimenti sovvenzionati e la loro fruizione pubblica attraverso attività e/o iniziative senza fini di lucro. Il beneficiario soggetto pubblico deve, altresì, garantire la gestione privata degli immobili oggetto degli investimenti sovvenzionati.

La scadenza periodica per il rilascio della domanda di aiuto nel portale SIAN è fissata alla data del 27.06.2013.

SPESE AMMISSIBILI (MATERIALI ED IMMATERIALI)

1. restauro e risanamento conservativo di strutture, immobili e fabbricati, anche isolati adibiti o adibibili a piccoli musei, archivi, mostre e esposizioni, teatri, centri documentari e spazi e centri espositivi per la produzione di iniziative culturali;

2. realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo degli elementi tipici e caratteristici del paesaggio agrario e degli spazi comuni, anche a valenza storica e religiosa, tipici dell’ambiente rurale;

3. allestimento di musei della civiltà contadina (attrezzature, strumenti, arredi, collezioni) e spese di adeguamento dei relativi locali.

Inoltre, sono ammissibili:

a) opere ed attrezzature per consentire l’accesso e la fruizione ai diversamente abili;

b) opere ed attrezzature necessarie a garantire le condizioni di sicurezza come da obblighi di legge;

c) le spese generali (come onorari di architetti, ingegneri e consulenti), sono ammissibili nel limite del 10% dell’investimento ammesso e solo se direttamente collegate all’operazione finanziata e necessarie per la sua preparazione o esecuzione, secondo quanto stabilito dall’art. 55, paragrafo 1, lett. c, del Reg. CE n. 1974/2006. Nell’ambito delle spese generali rientrano anche le spese bancarie e legali, quali parcelle per consulenze legali, spese per consulenza tecnica e finanziaria, spese sostenute per la garanzia fideiussoria, spesa per la tenuta di conto corrente purché trattasi di c/c appositamente aperto e dedicato all’operazione.

Gli investimenti della presente misura sono ammissibili alla seguente condizione: per tutti gli interventi è esclusa l’ammissibilità di spese relazionate alla costruzione di nuovi edifici o l’ampliamento degli esistenti.

INTENSITÀ DELL’AIUTO

Il sostegno sarà concesso nella forma di contributo in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa ai benefici. L’importo massimo di spesa ammissibile ai benefici è pari ad euro 300.000,00 (trecentomila/00). Il contributo pubblico massimo concedibile, quindi, è di euro 150.000,00 (centocinquantamila/00).

Nel caso di ammissione a finanziamento di progetti di importo superiore al massimo ammissibile, la spesa eccedente sarà a totale carico del beneficiario, il quale ha l’obbligo di realizzare l’intero progetto approvato, i cui interventi saranno tutti oggetto di accertamenti finali.

ART. 9 PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA

Il GAL ha previsto nel proprio PSL risorse finanziarie pari ad euro 677.568,00 (seicentosettantasettemilacinquecentosessantotto/00).

 
Condividi