gototopgototop

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Farmacie di turno
sabato 26 maggio 2018
Farmacia Comunale
piazza Padre Pio
Tel. 080.4911513
Comune di Putignano, bando di gara per la fornitura di pasti caldi ad anziani
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Comune di Putignano, bando di gara per la fornitura di pasti caldi ad anziani

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Utilità

Scadenza presentazione offerte entro le ore 12,00 del 21 dicembre 2011. Di seguto il testo integrale del bando

stemma putignanoPutignano (Ba) - Il Comune di Putignano ha pubblicato un bando di gara per la fornitura di pasti caldi per anziani, presso il centro polivalente e presso il domicilio di anziani, assistiti dal Comune. A pena di esclusione il plico dovrà pervenire al Comune di Putignano,  Via Roma, 8 - 70017  Putignano (BA),  Ufficio Protocollo, entro le ore 12 del ventesimo giorno dalla pubblicazione del Bando sul BURP a mezzo raccomandata del servizio postale, Agenzia di recapito autorizzata o mediante consegna diretta, debitamente sigillato con ceralacca e controfirmato sui lembi di chiusura, recante l'indicazione del mittente e la dicitura:"Offerta gara: “Fornitura pasti caldi per anziani”. Qualora la scadenza cade di sabato o di giorno festivo si intende prorogata al primo giorno utile lavorativo.          

                             

ALLEGATO “A” alla Determinazione Dirigenziale 1^ Rip. n. 610 /2011

BANDO DI GARA

PER LA FORNITURA DI PASTI CALDI PER ANZIANI

 OGGETTO DELL’APPALTO

     In esecuzione della Determinazione Dirigenziale 1^ Ripartizione n. 610 del31/10/2011 il Comune di Putignano  indice gara con  procedura aperta per l’affidamento della Fornitura Pasti caldi per  anziani, con le  modalità previste nel Capitolato Speciale d’Oneri. Il numero dei pasti da consegnare giornalmente sarà n. 22  di cui n. 12 circa presso il Centro  Polivalente Comunale per anziani  e n.  10 presso il  domicilio di anziani, assistiti dal Comune e  residenti nel territorio di Putignano.

ENTE APPALTANTE: Comune di Putignano – Via Roma,8 – 70017 Putignano (Ba) tel.: 080/4056264/272 fax 080/9902143 – sito internet www.comune.putignano.ba.it e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

CATEGORIA DEL SERVIZIO: Cat. 25 (CPC 93)-

Codice identificativo gara: 3489737E0F

 

DURATA DEL SERVIZIO DA APPALTARE

L’appalto decorrerà dalla data dell’affidamento, (presumibilmente  1^ gennaio 2012) e per tre anni.

 

IMPORTO E FINANZIAMENTO DELL’APPALTO:

Il costo a base d’asta del pasto è fissato in € 6,50 ( Iva esclusa).

 Il costo del pasto a base d’asta comprensivo di trasporto presso il domicilio dell’anziano è fissato in €7,40 ( Iva esclusa).

Il costo a base d’asta del pasto (IVA esclusa al 4%), è da intendersi comprensivo di tutti gli oneri, materiale, prestazioni e quant’altro occorrente per garantire un puntuale ed ineccepibile servizio

Il valore presunto del servizio su 22 pasti giornalieri (di cui 10 a domicilio) per l’intera durata del contratto è stimato in Euro 166.440,00 netto dell’Iva:

-          n.4.380 pasti annui X € 6,50 (costo unitario per pasto) X 3 anni = Euro 85.410

-          n.3.650 pasti trasportati annui x € 7,40 (costo unitario per pasto) X 3 anni = € 81.030

L’appalto è finanziato dal Bilancio Comunale.

LUOGO DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO

La fornitura dei pasti avverrà presso la sede del Centro Aperto  Polivalente per Anziani Via Gianfedele Angelini, 26/L e presso il domicilio degli anziani indicati dall’Amministrazione Comunale. Il fabbisogno sopra detto potrà essere suscettibile di variazioni in relazione al numero degli anziani ammessi al  servizio mensa e alle  necessità quotidiane degli stessi.

 

SOGGETTI AMMESSI ALLA PARTECIPAZIONE

Sono ammesse a partecipare alla gara le imprese di cui all’art.34 D.Lgs n.163 /2006 “Codice di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture..” che operano nell’ambito della ristorazione:

a)      le imprese individuali, anche artigiane, le società commerciali, le società cooperative;

b)      i consorzi tra società cooperative di produzione e lavoro costituiti a norma della legge 25 giugno 1909 n. 422 e successive modificazioni, e i consorzi tra imprese artigiane di cui alla legge 8 agosto 1985 n. 443;

c)      i consorzi stabili, costituiti anche in forma di società consortili ai sensi dell’art. 2615 ter del codice civile, tra imprenditori individuali, anche artigiani, società commerciali, società cooperative di produzione e lavoro;

d)     i raggruppamenti temporanei di concorrenti, costituiti dai soggetti di cui alle lettere a), b) e c);

e)      i consorzi ordinari di concorrenti di cui all’art. 2602 del codice civile, costituiti tra i soggetti di cui alle precedenti lettere a), b) e c), anche in forma di società ai sensi dell’art. 2615 ter del C. C.;

f)       imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell’art. 37 del D.Lgs. n. 163/2006;

e con i requisiti di seguito indicati:

1) Requisiti di ordine generale:

Non è ammessa la partecipazione alla gara delle concorrenti per cui sussistono:

a)      le cause di esclusione di cui all’art. 38, comma 1, lettere a), b), c), d), e), f), g), h), i), l), e m) del D.Lgs. n. 163/2006;

b)      l’esistenza di alcuna delle forme di controllo e di collegamento di cui all’art. 2359 del codice civile con altri concorrenti partecipanti alla gara;

c)      la contemporanea partecipazione alla gara come singolo concorrente e come consorziato o raggruppato; in tal caso saranno escluse dalla gara tanto l'impresa singola quanto l'associazione a cui la stessa ha partecipato. Analoga sanzione è prevista qualora un'impresa partecipi alla gara in più di un raggruppamento.

2) Capacità economica e finanziaria (art. 41 D.to Lgs. 163/06)

- fatturato globale complessivo d’impresa negli ultimi tre esercizi (anni 2008/2009/2010) non inferiore ad €.300.000,00 riveniente dalla gestione di  ristorazione collettiva.

Nel caso di offerta presentata da un raggruppamento temporaneo di imprese, il requisito del fatturato globale potrà essere posseduto cumulativamente dal raggruppamento e comunque nella misura almeno del 60% dall’Impresa Capogruppo ed il restante 40% dalle mandanti.

3) Capacità tecnica e professionale (art. 42 D.to Lgs. 163/06)

-          esperienza minima di tre anni nella ristorazione collettiva.

Nel caso di offerta presentata da un raggruppamento temporaneo di imprese, il requisito dell’esperienza minima può essere posseduto dalla Impresa capogruppo mentre le mandanti dovranno avere una esperienza di almeno un anno;

-          adozione di un piano di autocontrollo basato sui principi dell’HACCP, (Regolamento CE 852/2004)

-          possesso  per tutta la durata dell’appalto di  un Centro di Cottura idoneo munito di Autorizzazione sanitaria,  dotato di tutte le attrezzature necessarie per la conservazione e preparazione di pasti caldi e con una  capacità necessaria per far fronte al fabbisogno complessivo giornaliero;

-          allocazione del Centro di Cottura  entro un raggio di Km. 20 dalla sede di somministrazione dei pasti;

-       possesso della  Certificazione  di qualità conforme alle norme UNI EN ISO 9001 in vigore alla data di scadenza per la presentazione delle offerte.

 

PROCEDURA DI GARA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

 L’appalto verrà aggiudicato mediante procedura aperta (art. 55), con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83) D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e ss.mm.ii.  L’offerta sarà valutata da apposita Commissione che provvederà alla aggiudicazione provvisoria. Quest’ultima avverrà sull’accertamento dei requisiti richiesti e sulla valutazione dell’offerta qualitativa di cui ai criteri e agli elementi di seguito individuati. La decisione della Commissione è insindacabile nel merito, fermo restando, l’obbligo del rispetto del Bando. La Commissione assegnerà i punteggi ai concorrenti in base ai seguenti parametri:

1) OFFERTA TECNICA MAX PUNTI 60

2) OFFERTA ECONOMICA MAX PUNTI 40

La ditta produrrà relazione specifica e tutta la documentazione atta a dimostrare quanto di seguito richiesto e per le quali verrà attribuito apposito punteggio.                                  

1) OFFERTA TECNICA: MAX PUNTI 60

Struttura organizzativa dell’impresa                                                     max punti 14

Evidenziare in particolare:

-          Sede legale dell’impresa, altre sedi, succursali, magazzini, uffici;

-          Elenco dei centri di produzione pasti gestiti dall’Impresa;

-          Numero totale dei dipendenti dell’impresa evidenziando quanti di questi (numero e relative qualifiche) sono addetti operativamente all’interno di centri di produzione pasti;

-          Modalità di formazione e aggiornamento professionale degli addetti ai centri di produzione pasti realizzata dall’impresa;

-          Disponibilità all’interno dell’impresa di struttura attrezzata a Laboratorio per analisi chimico fisiche e microbiologiche e/o laboratori di analisi esterni accreditati con cui la ditta rapporti di collaborazione;

-          Quant’altro l’impresa ritenga opportuno segnalare per evidenziare le proprie capacità tecniche e qualitative.

 

Schema organizzativo del servizio e proposte migliorative                      max punti 14

-          schema organizzativo complessivo del Servizio oggetto dell’appalto che l’impresa intende adottare, con descrizione sintetica delle modalità di esecuzione delle operazioni più significative di preparazione, cottura e trasporto dei pasti.

-          aspetti migliorativi che l’impresa intende adottare nell'esecuzione del Servizio, utilizzando attrezzature e/o personale non previsto nel Capitolato Speciale.

 

Esperienza nel settore della ristorazione collettiva                                      max punti 12

-          Il punteggio massimo verrà attribuito all’impresa che documenta il maggior numero di pasti erogati nella ristorazione collettiva negli ultimi quattro esercizi 2007, 2008, 2009, 2010. Il punteggio agli altri concorrenti verrà assegnato in proporzione sul numero di pasti.

Uso prodotti biologici                                                                                    max punti 5

-          Disponibilità dell’impresa ad utilizzare prodotti alimentari / biologici anche acquistati da società cooperative di tipo B finalizzate all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati (indicare le cooperative,i fornitori ed eventuali rapporti contrattuali ecc..)

Diete speciali                                                                                                 max punti 4

Descrizione delle soluzioni tecniche, degli accorgimenti, delle metodiche che si intendono adottare per garantire, la corretta preparazione delle diete di salute e particolari, senza arrecare danno agli utenti affetti da patologie  o forme di  intolleranza alimentare, soddisfacendo le aspettative dell’utente.

Sistema controllo qualità.                                                                               max punti 6

-          Predisposizione del piano HACCP, con definizione del piano di autocontrollo, relativamente al servizio di produzione, confezionamento, distribuzione dei pasti, sanificazione e pulizia.

-          Metodologie adottate dall’impresa per garantire la qualità delle derrate alimentari, selezione e controllo dei fornitori, programma di campionamento e laboratori analisi, il deposito, la preparazione ed il confezionamento dei pasti, modalità di verifica del gradimento del pasto da parte degli utenti.

Tabella menù                                                                                                   max punti 5

-          Tabella menù stagionale, vistata dalla ASL, seguendo le Linee Guida per l'alimentazione dell'anziano, come da Delibera della Giunta Regionale n. 276/2002 (l’attribuzione di punteggio avverrà sulla varietà e qualità del menù proposto e di quant’altro l’azienda ritiene qualificante).

 

 

 

 

2) OFFERTA ECONOMICA: MAX PUNTI 40

L’offerta economica deve indicare il costo del pasto (al netto dell’IVA) e il costo del pasto comprensivo del trasporto per la consegna al domicilio dell’anziano (Iva esclusa).

Il punteggio relativo all’offerta economica verrà distinto secondo i seguenti criteri:

-          punti 20 verranno attribuiti al concorrente che avrà offerto il prezzo più basso per il costo del pasto

-          alle altre offerte il punteggio relativo al prezzo sarà attribuito secondo la seguente formula:

x = pb x 20

         po

dove:

x = punteggio attribuibile al concorrente in esame

pb = prezzo più basso

po = prezzo offerto

-          punti 20 verranno attribuiti al concorrente che avrà offerto il prezzo più basso per il costo del pasto comprensivo del trasporto;

-          alle altre offerte il punteggio relativo al prezzo sarà attribuito secondo la seguente formula:

x = pb x 20

         po

dove:

x = punteggio attribuibile al concorrente in esame

pb = prezzo più basso

po = prezzo offerto

Il punteggio totalizzato sarà dato dalla somma dei punteggio relativo al costo del pasto e del  punteggio relativo al costo del pasto veicolato.

L’offerta non dovrà essere superiore al prezzo posto a base d’asta.

Si specifica che la Commissione procederà all’apertura dell’offerta economica solo ove l’offerta tecnica abbia acquisito il punteggio minimo di punti 30.

Saranno sottoposte e verifica le offerte ritenute anormalmente basse come da D.Leg.vo 163/2006 e ss.mm.ii.

Atteso che il punteggio massimo attribuibile è complessivamente 100, la gara sarà aggiudicata alla ditta che avrà ottenuto il punteggio più alto dalla somma del punteggio riveniente dall’offerta tecnica + offerta economica

                                                                                                                          

 

TERMINE E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA:

A pena di esclusione il plico dovrà pervenire al Comune di Putignano,  Via Roma, 8 - 70017  Putignano (BA),  Ufficio Protocollo, entro le ore 12,00 del ventesimo giorno dalla pubblicazione del Bando sul BURP a mezzo raccomandata del servizio postale, mediante Agenzia di recapito autorizzata o mediante consegna diretta, debitamente sigillato con ceralacca e controfirmato sui lembi di chiusura, recante l'indicazione del mittente e la dicitura:"Offerta gara: “Fornitura pasti caldi per anziani” Qualora la scadenza cade di sabato o di giorno festivo si intende prorogata al primo giorno utile lavorativo.

Ai fini della partecipazione alla gara faranno fede la data e l’ora di ricezione del plico all’ufficio Protocollo.

Il recapito del plico rimane ad esclusivo carico dell’Impresa nel caso in cui, per qualsiasi motivo, non dovesse pervenire in tempo utile all’indirizzo indicato.

Non sono ammesse integrazioni o sostituzioni successive.

Il Plico dovrà contenere, pena l'esclusione, n.3 buste sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura, contrassegnate con l’indicazione del mittente e le seguenti diciture:

Busta 1: “documentazione amministrativa”;

Busta 2: “offerta tecnica”;

Busta 3: “offerta economica

 

Busta 1 –Documentazione amministrativa” - dovrà contenere, pena l’esclusione:

1.      Istanza–Dichiarazione, in bollo se spettante, sottoscritta dal legale rappresentante dell’Impresa, o raggruppamento d'Imprese, da redigersi obbligatoriamente come da apposito modello allegato “C” predisposto dal Comune,  resa ai sensi degli artt.46 e 47 del DPR 445/2000, con allegata fotocopia del documento di riconoscimento, (in caso di Ati sottoscrizione e copia del documento d’identità in corso di validità da parte di tutte le Imprese);

  1.  Idonee referenze bancarie, rilasciate da almeno due Istituti bancari ( le imprese mandanti possono avere una sola referenza  bancaria).

3.      Copia del Capitolato Speciale d’Oneri firmato per accettazione in ogni sua pagina dal Responsabile dell’Impresa (in caso di ATI firmato da tutte le Imprese);

  1. Documentazione dalla quale risulti l’esperienza dell’Impresa, minima di tre anni, in servizio di ristorazione collettiva (le imprese mandanti possono avere un anno);

5.      Documentazione comprovante la capacità finanziaria ed economica cosi come prevista nei requisiti di ammissione.

6.      Copia delle autorizzazioni sanitarie   richieste per il funzionamento del Centro Cottura.

7.       Documentazione riguardante la certificazione di qualità conforme alle norme UNI EN ISO 9001 in vigore alla data di scadenza per la presentazione delle offerte (in caso di raggruppamento la certificazione deve essere posseduta da tutte le ditte associate);

  1. In caso di associazione, consorzio, già costituiti, mandato collettivo irrevocabile conferito alla mandataria per atto pubblico o scrittura privata autenticata, ovvero l’atto costitutivo in copia autentica del consorzio, da cui risulti che la percentuale del servizio da eseguire da ciascuna impresa sia corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento secondo il disposto di cui all’art. all’art. 37, comma 13, del D.Lgs. n. 163/2006. In caso di raggruppamento non ancora costituito, scrittura privata in originale o in copia autenticata, o dichiarazione, resa ai sensi del D.P.R. 445/00, quale atto di mandato alla capofila (artt.34 e 37 D.to Lgs. 163/06) la quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e dei mandanti.
  2. Copia DURC attestante la correntezza contributiva ed assicurativa, riferita a tutti i membri, di posizione/iscrizione della azienda concorrente che attestino la regolare e puntuale contribuzione della stessa con data di rilascio non anteriore a tre mesi dalla scadenza del Bando (in caso di raggruppamento la certificazione deve essere posseduta da tutte le ditte associate);
  3. Deposito cauzionale pari al 2% dell’importo complessivo a base d’asta  ovvero pari ad € 3.328,00 prestata mediante fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale di cui all’art. 107 del D.Lgs. n. 385/93 che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero del Tesoro, del Bilancio e della programmazione economica.

Non sono ammesse cauzioni rilasciate da Soggetti diversi da quelli sopra indicati, pena l’esclusione dell’offerta. La garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’articolo 1957, comma 2, del Codice Civile, nonché l’operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante. La garanzia deve avere validità per almeno centottanta giorni dalla data di presentazione dell’offerta. La cauzione copre la mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell’aggiudicatario ed è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo.

Ai non aggiudicatari la cauzione sarà restituita entro trenta giorni dall’aggiudicazione.

11. Copia della ricevuta di versamento rilasciata dal servizio di riscossione (scontrino lottomatica/ ricevuta di pagamento online) del contributo all’Autorità di Vigilanza di € 20,00  con le modalità di cui alle disposizioni dell’Autorità.

12. Copia Manuale H.A.C.C.P., e Piano di Autocontrollo.

In caso di ATI la documentazione di cui ai punti  1.2.4.7.9.  è richiesta per tutte le Imprese.

 

Busta 2 – “ Offerta tecnica” -  dovrà contenere, pena l’esclusione, tutta la documentazione relativa alla qualità del Servizio strutturata secondo i criteri e gli elementi indicati nella valutazione dell’offerta tecnica, nonché tutta la documentazione atta a dimostrare i requisiti confacenti alla stessa valutazione (in particolare relazione inerente la struttura organizzativa dell’impresa, lo schema organizzativo e le proposte migliorative, gli accordi con le cooperative B, diete speciali, sistema controllo qualità, documentazione inerente l’esperienza nel settore della ristorazione ecc..).

La documentazione tecnica dovrà essere presentata con indice riassuntivo - con numerazione delle pagine – con uno sviluppo degli argomenti conciso, chiaro, coerente e nell’ordine richiesto - non superare le 30 pagine.

 

Busta 3 – “Offerta economica - dovrà contenere, pena l’esclusione, l’offerta, redatta  obbligatoriamente secondo lo schema predisposto dal Comune, allegato “D”, in bollo se spettante, con l’indicazione, in cifre ed in lettere, del prezzo offerto (Iva esclusa) per il pasto da consegnare presso la sede del Centro Anziani e per il pasto, comprensivo del costo del trasporto, consegnato presso il domicilio dell’anziano (Iva esclusa), che deve essere inferiore ad  prezzo posto a base d’asta. L’offerta deve intendersi comprensiva di tutti gli oneri, spese, personale e prestazioni occorrenti per garantire un esatto e puntuale servizio come indicato da Capitolato. L’offerta deve essere sottoscritta dal legale rappresentante ed in caso di ATI da tutte le Imprese. In caso di discordanza tra l'offerta indicata in cifre e quella indicata in lettere, sarà ritenuta valida quella più vantaggiosa per il Comune. L’offerta economica dovrà essere accompagnata, pena l’esclusione, da copia di documento di identità.

                                                   SVOLGIMENTO DELLA GARA

Le operazioni di gara avranno inizio il secondo giorno successivo alla data di scadenza di presentazione delle offerte, alle ore 09,30, in seduta pubblica (qualora tale data cade di sabato o in giorno festivo si intende prorogata al primo giorno utile lavorativo), presso l’Ufficio Servizi Sociali, via Gianfedele Angelini, 26/A  - Putignano. Possono presenziare i rappresentanti legali delle Imprese che hanno presentato l'offerta, o un loro delegato, munito di delega.

La Commissione procederà alla verifica dell’integrità dei plichi e alla tempestività della ricezione degli stessi, contenenti l’offerta, nonchè all’apertura dei medesimi plichi e verifica della presenza in essi delle:

Busta 1: “documentazione amministrativa”;

Busta 2: “offerta tecnica ;

Busta 3: “offerta economica

Nella medesima seduta la Commissione procederà all’apertura della Busta 1 “Documentazione Amministrativa” con verifica della documentazione richiesta e del possesso dei requisiti di capacità finanziaria, economica e tecnica.

Si conclude la fase pubblica con l’ammissione delle Ditte alla fase successiva.

Successivamente, in seduta segreta, la Commissione procederà all’apertura delle Buste 2 “offerta tecnica” con esame della documentazione, attribuzione dei punteggi, redazione del verbale dei lavori, di cui sarà data lettura nella successiva seduta pubblica.

La commissione ha facoltà di richiedere ai concorrenti tutti i chiarimenti ed elementi integrativi ritenuti utili per l’assunzione delle proprie decisioni. Tali chiarimenti dovranno essere prodotti, anche a mezzo fax, entro il termine perentorio indicato. La richiesta di chiarimenti o elementi integrativi non deve in alcun caso violare la par condicio dei concorrenti né, per loro stessa natura, modificare, integrare o sostituire l’offerta originaria, ma renderla più chiara.

Nella seconda seduta pubblica, che avrà luogo presso l’Ufficio Servizi Sociali, in data che sarà comunicata a mezzo fax alle concorrenti, la Commissione procederà alla lettura dei verbali della valutazione dell’offerta tecnica e dei punteggi attribuiti, all’apertura delle buste 3, contenenti “l’offerta economica” per le sole ditte ammesse a questa fase della gara, alla rilevazione dei prezzi offerti con attribuzione del relativo punteggio, alla somma dei punteggi relativi alla qualità e al prezzo, alla formazione della graduatoria, e aggiudicazione provvisoria alla ditta che avrà conseguito il punteggio più alto.

Qualora due o più concorrenti conseguano uguale punteggio, si procederà all’aggiudicazione mediante sorteggio.

In caso di offerte anormalmente basse, si farà riferimento al disposto degli artt. 86-87-88 del D.lgs. 163/2006.

Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta purché valida.

Il Responsabile del Servizio comunicherà l’esito della gara a tutti i partecipanti alla gara, mediante raccomandata AR. L’aggiudicazione definitiva è condizionata alla verifica delle dichiarazioni rilasciate in sede di gara,  nonché alla verifica dell’inesistenza delle cause ostative previste dalla vigente normativa antimafia o di altre cause ostative derivanti da condanna per qualsiasi reato che incida sulla moralità professionale o per delitti finanziari o ancora per uno dei delitti richiamati dall’articolo 32 quater c.p. ai quali consegue l’incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione.

Il Comune ha facoltà, a suo insindacabile giudizio, di non dare luogo alla gara senza che i concorrenti possano vantare diritti a riguardo, sino alla sottoscrizione del contratto.

VALIDITÀ DELL’OFFERTA

Il concorrente è obbligato alla propria offerta per un periodo di 180 giorni a decorrere dalla data fissata per la presentazione dell’offerta.

VALIDITA’ DELLA GRADUATORIA

    In caso di decadenza dell’aggiudicazione o risoluzione del contratto, l’Amministrazione si riserva la facoltà di aggiudicare la gara al concorrente che segue il primo nella graduatoria approvata con il provvedimento di aggiudicazione definitiva, alle medesime condizioni proposte in sede di gara.

Entro i termini di validità dell’offerta economica, indicati nel bando di gara, il concorrente classificato in posizione utile in graduatoria, sarà tenuto all’accettazione dell’aggiudicazione, salvo comprovate e sopravvenute cause (esclusa in ogni caso la variazione di prezzi) che impediscano la stipulazione del contratto.

Nel caso in cui l’Amministrazione dovesse avere necessità di scorrere la graduatoria oltre i termini di validità dell’offerta economica, il concorrente contattato dall’Amministrazione avrà facoltà di accettare o meno la proposta contrattuale.

VARIANTI

Non sono ammesse varianti rispetto al Servizio descritto nel Capitolato di gara.

Non sono considerate varianti i servizi aggiunti eventualmente offerti dal concorrente.

Non sono ammesse offerte frazionate

 

 

 

 

 

CAUSE ESPRESSE DI ESCLUSIONE E NULLITÀ DELL’ OFFERTA

La violazione o inosservanza delle disposizioni contenute nei punti sottoindicati comporta l’automatica esclusione dalla gara, essendo tali prescrizioni dettate a presidio della par condicio, segretezza ed imparzialità:

-          assenza di uno o più dei requisiti di ammissibilità alla gara;

-          mancata o incompleta presentazione della documentazione richiesta a corredo dell’offerta;

-          offerta non conforme ai modelli predisposti;

-          mancata sottoscrizione dell’istanza e/o dell’offerta economica;

-          offerta pervenuta oltre il termine di presentazione indicato nel bando. A tal fine fa fede la data e l’ora apposta dall’Ufficio Protocollo del Comune capofila;

-          offerte sottoposte a condizioni;

-          offerte formulate per una sola parte dell’oggetto del presente appalto;

-          offerte espresse in modo indeterminato;

-          offerte fatte per conto di organizzazioni da nominare;

-          offerte non recanti sul plico quanto previsto per la presentazione della offerta (oggetto, sigillo, nome del mittente).

-          offerte espresse con riferimento ad altra offerta;

-          ogni altra ipotesi di esclusione dalla gara espressamente prevista dal presente Bando.

DUVRI

Per la realizzazione dei servizi oggetto dell’appalto non sono stati evidenziati rischi da interferenza e pertanto i costi relativi alla messa in sicurezza sono da considerarsi pari a zero.

CAUZIONE DEFINITIVA E POLIZZE ASSICURATIVE

            Alla stipulazione del contratto l’aggiudicatario dovrà stipulare  polizza fideiussoria, a garanzia degli adempimenti contrattuali, pari al 10% dell’importo del contratto  nei modi di cui all’art. 113 del D.Lgs. n. 163/2006) contenente la seguente dicitura: “rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta della stazione appaltante”. La ditta aggiudicataria dovrà altresì stipulare le apposite polizze assicurative di cui al Capitolato Speciale d’Appalto.

 

SPESE ED ONERI CONTRATTUALI

L’Impresa  provvederà a tutte le spese necessarie per il contratto, in forma pubblico - amministrativa, senza diritto di rivalsa.

 

ADEMPIMENTI A CARICO DELL’AGGIUDICATARIO

Il Soggetto aggiudicatario deve comprovare l’effettivo possesso dei requisiti di partecipazione dichiarati ai sensi e per gli effetti del presente Bando di gara. Relativamente al possesso dei requisiti di ordine generale e morale di cui all’art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006, la ditta aggiudicataria, dovrà produrre fotocopia non autenticata, della documentazione di seguito elencata:

-                     certificato C.C.I.A.A. competente con in calce la dicitura, ai sensi dell’art. 9, D.P.R. n. 252/98, “nulla osta ai fini dell’art. 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575 e successive modificazioni” e con l’indicazione della specifica attività di impresa;

-                     Certificato della Cancelleria Fallimentare;

-                     Certificato di iscrizione al Registro Regionale se Cooperativa di lavoro e se Consorzio fra Cooperative;

-                     Copia degli atti o contratti costitutivi per i consorzi stabili, nonché copia dei verbali degli organi deliberativi dei consorziati da cui risulti la decisione degli stessi di operare in modo congiunto nel settore per un periodo non inferiore a cinque anni;

-                     Certificato del casellario giudiziale e dei carichi pendenti per ciascuno dei soggetti di cui all’art. 38, comma 1, lett. b) e c) del D.Lgs. n. 163/2006.

In tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi sulla veridicità di quanto autodichiarato in sede di gara, la stazione appaltante procederà ad effettuare idonee verifiche d’ufficio ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/2000 e provvederà all’escussione della cauzione provvisoria, alla segnalazione del fatto all’Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici, nonché all’eventuale applicazione delle norme vigenti in materia di false dichiarazioni.

 

SUBAPPALTO - CESSIONE DEL CONTRATTO

Fatto salvo quanto previsto dalla vigente disciplina in materia di subappalto di forniture di beni e servizi, l’Impresa aggiudicataria è tenuta ad eseguire in proprio tutte le prestazioni contrattuali. E’ vietata, a pena di nullità, la cessione, anche parziale, del contratto. In caso di violazione alle disposizioni innanzi precisate, il Comune si riserva la facoltà di risolvere il contratto e di procedere all’applicazione delle penali, all’incameramento della cauzione e ad azione di risarcimento per eventuali danni.

Nel caso in cui la Ditta venga incorporata in altra azienda, nel caso di cessione d’azienda o di ramo d’azienda e/o negli altri casi in cui la ditta sia oggetto di atti di trasformazione a seguito dei quali perda la propria identità giuridica, sarà facoltà dell’Amministrazione Comunale risolvere il contratto qualora venga dimostrata l’incapacità del nuovo Soggetto di eseguire adeguatamente il servizio con le modalità dell’aggiudicatario originale.

 

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi del D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196, si informa che per il Comune titolare del trattamento è il Responsabile del Servizio; il trattamento dei dati personali sarà improntato alla correttezza, nella piena tutela dei diritti dei Soggetti candidati e della loro riservatezza, con riferimento anche alla legge n. 241/90.

In particolare i dati personali richiesti per la partecipazione alla presente gara hanno la sola finalità di consentire l’accertamento del possesso dei requisiti di idoneità e dell’inesistenza di cause ostative e saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale sono resi.

 

ACCESSO ALLA DOCUMENTAZIONE RELATIVA ALLA GARA

Il presente Bando, il Capitolato Speciale d’Appalto e tutti gli allegati sono disponibili sul sito istituzionale del Comune di Putignano www.comune.putignano.ba.it. Eventuali ed ulteriori informazioni possono essere richieste all’Ufficio Servizi Sociali, Comune di Putignano - nel rispetto di quanto previsto dall’art. 71 del D.Lgs. n. 163/2006, - Tel. 0804056264 – 272 Fax 080 9904321-9902047. Tutti gli elaborati di gara sono consultabili e ritirabili anche presso l’Ufficio Servizi Sociali dalle ore 10,30 alle ore 12,00 dal lunedì al venerdì.