Il Comune di Putignano ha pubblicato l'Avviso per l’individuazione di una associazione zoofila interessata alla gestione del canile comunale.
Domande di partecipazione  entro e non oltre le ore 12,00  del 12 settembre 2011  a mezzo raccomandata A.R.

RandagiPutignano (Ba) - In esecuzione della delibera di giunta comunale n. 50/2011 e di determina dirigenziale, è stato pubblicato in data 29 agosto 2011, l’Avviso pubblico per l’individuazione di una associazione zoofila interessata alla gestione del canile comunale sanitario e rifugio di Putignano. Il provvedimento riguarda sia il canile ubicato in c.da Pezza di Spacco, sia quello in attesa di essere messo in funzione presso il quartiere S. Pietro Piturno.  Di seguito il testo integrale dell'Avviso Pubblico...

1. OGGETTO

L'obiettivo del Comune di Putignano è quella di individuare una Associazione disponibile alla gestione delle attività del Canile Comunale rifugio e sanitario in c.da Pezza di Spacco e del Canile Comunale in località San Pietro Pietro  Piturno in via di realizzazione.

L'amministrazione precisa che la conseguente convenzione riguarderà una collaborazione diretta con l’Ufficio Ambiente per  l’organizzazione e gestione del canile così come declinata nei criteri di massima nel progetto di gestione allegato al presente avviso.

La partecipazione è riservata esclusivamente alle Associazioni di volontariato iscritte nel registro delle organizzazioni di volontariato di cui alla Legge 266/1991, iscritte nell’Albo  delle Associazioni di Protezione animale della Regione Puglia istituito con L. R. 3 aprile 1995, n.12 art. 13 e s.m.i.  e approvato con Deliberazione della Giunta Regionale 30 novembre 2010, n. 2619 o riconosciute a livello nazionale dai competenti ministeri secondo le norme vigenti, nel cui statuto rientri espressamente la finalità di protezione degli animali e/o dell’ambiente.

Le Associazioni devono avere una propria sede operativa nel territorio della Provincia di Bari e devono inoltre essere in possesso di idonea e comprovata esperienza nella gestione di canili rifugio e sanitari comunali.
Trattandosi di concessione di servizi si applica l’art. 30 del d.lgs. 163/06. 

L'affidamento avrà durata di due anni.

L'Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare l'affidamento, nelle more dello svolgimento delle nuove procedure di gara, sino ad un massimo di 180 giorni, alle stesse condizioni in essere alla data di scadenza del contratto.

I partecipanti alla presente selezione dovranno dichiarare di non trovarsi in alcuna delle cause di esclusione previste dall’art. 38 del D.Lgs 163/2006.

2. REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE E CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI

2a) La partecipazione alla presente procedura è riservata alle Associazioni di cui sopra ed in possesso del seguente requisito minimo di carattere generale e tecnico-professionale:

1.  Aver maturato esperienza nella gestione di Canili rifugio e sanitari comunali almeno biennale alla data del presente avviso.

Nell’elenco deve essere compreso un servizio analogo a quello di organizzazione e gestione di un canile di durata almeno biennale e riguardante una struttura con capienza di almeno 80/100 cani;

L’Associazione fornirà un’apposita scheda con i dettagli per la dimostrazione del possesso del requisito richiesto. Fornirà inoltre tutte le eventuali ulteriori esperienze che saranno oggetto di valutazione comparativa.

2.  Dovrà presentare inoltre, dichiarazione di disponibilità alla gestione del nuovo canile il località San Pietro Piturno in via di realizzazione non oggetto di valutazione.

2b) l’Associazione per la valutazione dovrà presentare, oltre agli altri requisiti richiesti, i seguenti progetti:

· progetto di gestione del canile comunale sanitario e rifugio in c.da Pezza di Spacco con un programma di attività e indicazione delle figure professionali coinvolte;

· progetti di formazione e  impiego dei volontari;

· progetto relativo all’alimentazione dei cani (tipo di cibo che verrà acquistato e modalità di somministrazione);

· progetto di ottimizzazione spazi esistenti all’interno e all’esterno della struttura.

L'Amministrazione comunale per la scelta dell'Associazione, attraverso una valutazione comparativa, si atterrà ai criteri comprovanti l'attitudine e la capacità operativa delle Associazioni, a tal scopo costituiscono titoli di priorità:

a) l'incidenza di professionalità in ordine alle attività oggetto della convenzione;

b) l'esperienza maturata nello stesso settore di attività, opportunamente documentata;

c) la prevalenza di operatori volontari nello svolgimento dell'attività oggetto della convenzione;

d) il collegamento associativo con altre organizzazioni di volontariato e l'interazione con altri soggetti sociali e con servizi pubblici;

e) la sede dell'organizzazione e la presenza operativa nel territorio in cui deve essere svolta l'attività;

f) il tipo e la qualità della formazione curata dell'organizzazione.

PROCEDURA DI VALUTAZIONE

La valutazione delle proposte-offerta verrà effettuata secondo i punteggi  a ciascuno assegnato, come di seguito specificato:

elementi di valutazione

punteggio massimo attribuibile

progetto di gestione del canile comunale sanitario e rifugio in c.da Pezza di Spacco con un programma di attività e indicazione delle figure professionali coinvolte

20 punti

progetti di formazione e  impiego dei volontari

10 punti

progetto relativo all’alimentazione dei cani (tipo di cibo che verrà acquistato e modalità di somministrazione)

10 punti

progetto di ottimizzazione spazi esistenti all’interno e all’esterno della struttura

20 punti

esperienza maturata nella gestione dei canili rifugio e sanitari di proprietà comunale opportunamente documentata (oltre i due anni necessari quale requisito di partecipazione)

10 punti

sede operativa presenza operativa e conoscenza del territorio

20 punti

collegamento con altre organizzazioni e interazione con altri soggetti sociali  e attività di divulgazione e educazione per la cura e tutela del cane

10 punti

TOTALE PUNTEGGIO MASSIMO ATTRIBUIBILE

100 punti


3.IMPEGNI DEL COMUNE DI PUTIGNANO

L'Amministrazione comunale, in relazione alle azioni richieste dalla gestione in oggetto e come disciplinata dalla successiva convenzione tra le parti, provvederà a corrispondere per l'intera durata della convenzione un importo complessivo di € 2,20/die a cane custodito oltre Iva se dovuta  oltre alla copertura delle spese ritenute ammissibili a titolo di rimborso spese.

La somma sarà corrisposta mensilmente a fronte di presentazione fattura entro 30 gg. dalla data di presentazione.

Saranno, altresì, a carico del Comune di Putignano le spese per le utenze e quelle relative alla manutenzione ordinaria e straordinaria della struttura come definite in dettaglio nel capitolato speciale.

4.  DURATA

Le attività oggetto della convenzione avranno una durata di due anni  a partire dalla data di avvio delle attività progettuali come stabilito nel contratto.

5.  RAPPORTO CON IL COMUNE DI PUTIGNANO

Il rapporto con il Comune di Putignano sarà disciplinato da apposita convenzione stipulata tra le parti prevedendo tra l’altro:

a) che le attività oggetto del rapporto convenzionale attinenti alle finalità statutarie dell’Associazione devono essere svolte con l’apporto determinante e prevalente dei propri aderenti volontari;

b) che deve essere verificato il possesso da parte dei volontari delle cognizioni tecniche e pratiche e delle eventuali abilitazioni professionali necessarie allo svolgimento delle attività e delle prestazioni specifiche;

c) che vengano stipulate le assicurazioni specifiche previste dall’art. 4 della L. 266/91 (legge quadro sul volontariato)  in favore dei volontari aderenti alle organizzazioni;

d) che tra gli oneri derivanti dalle convenzioni, devono figurare gli oneri relativi alle coperture assicurative ed eventuali quote di spese generali di funzionamento delle organizzazioni;

5. SPESE ED ONERI CONTRATTUALI

Tutte le spese relative alla realizzazione del progetto individuato comprensive anche degli oneri derivanti dalla convenzione saranno a carico dell'Associazione.

6. DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

La domanda di partecipazione, redatta su carta libera, dovrà essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso dal legale rappresentante dell'Associazione, corredata da fotocopia, anche non autenticata, di un documento di identità.

La domanda dovrà essere fatta pervenire entro le ore 12.00 del giorno 12 settembre 2011 all’ufficio Protocollo del Comune di Putignano, via Roma, 8 Putignano con qualsiasi mezzo, anche consegna a mano,  in un unico plico sigillato contenente:

Busta A contenente i requisiti di cui all’art. 2a) con la dicitura REQUISITI, chiusa e sigillata mediante l’apposizione di timbro o firma sui lembi di chiusura,

Busta B contenente i progetti di cui all’art. 2b) con la dicitura PROGETTI, chiusa e sigillata mediante l’apposizione di timbro o firma sui lembi di chiusura;

Il plico dovrà riportare all’esterno le seguenti indicazioni:

ragione sociale - indirizzo del mittente; numero di telefono/fax;

data ed orario di scadenza della procedura di gara in questione;

la dicitura: “NON APRIRE: contiene proposta-offerta relativa all’AVVISO PUBBLICO PER L’INDIVIDUAZIONE DI UNA ASSOCIAZIONE ZOOFILA INTERESSATA ALLA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE DI PUTIGNANO.”

Ulteriori dichiarazioni da inserire nella Busta A REQUISITI:

1. di essere pienamente a conoscenza di tutte le disposizioni contenute nel presente avviso pubblico e nel capitolato  tecnico di gestione del canile comunale di Putignano;

2. di aver tenuto conto, nel predisporre la presentazione dei progetti, degli obblighi relativi alle norme in materia di sicurezza sul lavoro, valutando i costi dei rischi specifici della propria attività;

3. di essere informato che è obbligo dell’aggiudicatario di comunicare al Comune di Putignano circa eventuali rischi specifici della propria attività che potrebbero interferire con la normale attività lavorativa del Comune o che potrebbero risultare dannosi per la sicurezza del personale del Comune;

4. di autorizzare, qualora un partecipante alla procedura eserciti – ai sensi della L. n. 241/90 la facoltà di accesso agli atti - l’Amministrazione a rilasciare copia di tutta la documentazione presentata per la partecipazione stessa; Oppure: di non autorizzare le parti relative all’offerta tecnica che saranno espressamente indicate con la presentazione della stessa.

ATTESTATO DI AVVENUTO SOPRALLUOGO

Andrà inserito nella busta A l'attestato di avvenuto sopralluogo, debitamente compilato in occasione del sopralluogo e vistato dal personale incaricato del Comune di Putignano.

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 12,00  del 12 settembre 2011  a mezzo raccomandata A.R., recapito autorizzato o consegna diretta all’Ufficio Protocollo del Comune di Putignano, indirizzata a: Comune di Putignano – Ufficio Ambiente  Putignano.

Non saranno prese in considerazione le domande prevenute oltre tale termine.

L'Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di procedere in caso di presentazione di unica proposta ritenuta conveniente ed idonea e di non procedere qualora nessuna delle proposte pervenute, a suo insindacabile giudizio, sia ritenuta conveniente ed idonea.

7. SOPRALLUOGO OBBLIGATORIO

È previsto un sopralluogo obbligatorio, da svolgersi separatamente da ciascun partecipante,  da effettuarsi da parte del legale rappresentante di ciascun soggetto partecipante o di un suo delegato (munito di apposita delega a firma del rappresentante legale e di fotocopia del documento di identità valido di quest’ultimo) per  prendere visione delle strutture e dell'attività dove si svolgeranno le stesse, previo appuntamento con il personale tecnico incaricato dell’Ufficio Ambiente.

La persona interessata al sopralluogo dovrà presentarsi munita di un documento di identità personale e, al termine del sopralluogo, verrà consegnato un documento vistato dal personale incaricato dal Comune di

Putignano  che potrà essere inserito nella domanda di partecipazione.

Non è ammesso che la stessa persona fisica effettui il sopralluogo per Associazioni diverse.

8. RICHIESTA DI CHIARIMENTI

Per eventuali informazioni rivolgersi al Comando di Polizia Municipale, via Casulli, 4 Putignano

La presente costituisce avvio del procedimento ai sensi della Legge 241/90;

responsabile del procedimento amministrativo è  il dott. Gaetano Cagnetta.

posta elettronica: mtscalini@comune.èputignano.ba.it

Indirizzo Internet e profilo committente: www.comune.putignano.ba.it

Contro il presente provvedimento è proponibile ricorso avanti al TAR Puglia  entro 60 giorni dalla

piena conoscenza dello stesso ed è proponibile ricorso straordinario avanti il Presidente della Repubblica

entro 120 giorni.

La Dirigente IV Rip.

Dott.sa Maria Teresa Scalini

Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs 196/2003 premesso che il trattamento dei dati sarà improntato a liceità o correttezza nella piena tutela dei diritti dei concorrenti e della loro riservatezza, si forniscono le seguenti informazioni:

a) il trattamento dei dati personali conferiti dai partecipanti all'interpello ha la finalità di consentire l'accertamento dell'idoneità dei

concorrenti rispetto all'affidamento della ricerca di cui trattasi e saranno trattati sia su supporto cartaceo, sia con strumenti elettronici e

telematici;

b) il conferimento dei dati richiesti ha natura facoltativa ma un eventuale rifiuto a rendere le dichiarazioni previste comporterà

l'esclusione dalla procedura selettiva;

c) i dati relativi ai soggetti partecipanti alla selezione potranno essere comunicati, qualora previsto o in esecuzione delle vigenti

disposizioni di legge, ai competenti uffici pubblici; il nominativo dell'aggiudicatario sarà comunicato anche agli altri soggetti partecipanti; i

dati saranno trattati da personale dell'Ufficio Amministrativo espressamente incaricato e non saranno diffusi all'esterno;

d) titolare del trattamento dei dati personali è il Comune di Putignano e responsabile il Dirigente IV Ripartizione, Polizia Municipale e Attività Produttive.

Sono riservati ai concorrenti i diritti di cui all'art. 7 del D.lgs 196/2003 così riassunti: diritto di conoscere l'origine dei dati, le finalità del trattamento, gli strumenti utilizzati, l'ambito di comunicazione e diffusione, di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l'aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi rivolgendo richiesta al Titolare del trattamento.

 
Condividi