gototopgototop

Putignano Informatissimo, il giornale di Putignano

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Farmacie di turno
sabato 29 luglio 2017
Farmacia Laera
via della Conciliazione, 18
Tel. 080.4911151
Home Utilità Fotovoltaico: non c'è solo quello connesso alla rete
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Banner

Fotovoltaico: non c'è solo quello connesso alla rete

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 15
ScarsoOttimo 
Utilità
Scritto da Administrator   
Giovedì 27 Gennaio 2011 23:54
(Messaggio Promozionale) di Giancarlo Rossi, Administration & Financial Manager ECOERG s.r.l.

Esiste la possibilità di “sganciarsi” totalmente dall'ENEL (o altro gestore di rete) Ecoerg

Putignano (Ba) - Nei cinque anni di attività svolta nel settore dell'energia rinnovabile il 2010 è stato sicuramente l'anno più prolifico di sempre, e giustappunto l'ultimo anno del fortunato “Secondo Conto Energia”.

Già, eravamo al secondo ciclo e adesso è iniziato il terzo che durerà fino a 2013.

Però non sono state poche le persone che mi hanno contattato per capire se ci fosse solo il fotovoltaico “Grid Connected” (CONNESSO ALLA RETE ) per avere energia elettrica, ho sempre risposto loro che esiste la possibilità di “sganciarsi” totalmente dall'ENEL (o altro gestore di rete) ma occorre ridimensionare i rispettivi consumi e rimodulare le proprie esigenze energetiche. Esiste il sistema cosidetto “Stand Alone”, (sistema o impianto in ISOLA), molto più economico del sistema Grid Connected, più leggero dal punto di vista burocratico ed ugualmente efficace.

In cosa consiste? E' molto semplice, occorre individuare i settori dell'impianto elettrico più idonee (linee luci dedicate, sia esterne che interne, linea prese ad esclusione dei carichi resistivi come forno, lavatrice, lavastoviglie, scaldabagno, ecc ) realizzare una deviazione ed alimentare quei settori con un sistema composto da uno o due pannelli fotovoltaici, batterie (in funzione di quanta energia occorre) un inverter che converte la bassa tensione (12-24 volt) in tensione di rete (230 volt)

Non occorre assolutamente modificare l'impianto elettrico di casa.

Quali effetti e conseguenze abbiamo?

L'energia che alimenterà ad esempio le luci di casa (esterne ed interne) non arriverà dalla rete ma dal nostro sistema, con una evidente riduzione della bolletta elettrica (e relative tasse ed iva) ma soprattutto ciascuno può essere libero ad esempio di tenere accese le luci tutta la notte, decisione questa finora scartata per non avere ricadute sulla bolletta elettrica.

Se l'assorbimento è eccessivo o il periodo è stato particolarmente improduttivo, con un interruttore manuale il settore in Isola torna ad essere alimentato dalla rete.

Stimiamo che questo sistema è in grado di abbattere la bolletta elettrica anche del 50-70%; certo non ci sono incentivi a supporto del sistema ed al limite sarebbe applicabile la detrazione fiscale al 36% sul costo del sistema. Comunque la spesa finale del sistema è molto più contenuta del sistema Grid Connected che può arrivare al massimo a 2000-3000 euro a seconda dell'energia richiesta.

Il sistema Stand Alone non è vincolato al posto dove è installato ma è smontabile e rimontabile a piacimento dal cliente anche in un sito differente, può essere regalato e soprattutto è modulare, può essere ampliato con il tempo semplicemente aggiungendo un pannello o una batteria a differenza del sistema Grid Connected che è possibile ampliare (procedura burocratica permettendo) di almeno un kilowatt (che vuol dire una media di 4/5 pannelli) e occorre aspettare due anni.

Da aggiungere che il sistema Stand alone non si realizza solo con i pannelli fotovoltaici ma può essere realizzato anche con turbine eoliche di piccola taglia, oppure turbina eolica e pannello fotovoltaico insieme. E' evidente che bisogna crederci e possiamo aiutarvi a scegliere e capire, se siete amanti del “fai da te” possiamo fornire tutto l'occorrente su misura e darvi tutta la consulenza necessaria per realizzare il vostro sistema “Stand Alone





 
7 Commenti
 
Obblighi di dichiarazioni o autorizzazioni?
7 Mercoledì 10 Maggio 2017 18:34
Paolo
Buongiorno, complimenti per l'articolo.

Vorrei gentilmente sapere se, installandomi un impianto fotovoltaico fatto da me, senza connessione alla rete, come descritto da Lei, ho obblighi di dichiarazioni o autorizzazioni di qualche tipo?

Grazie molte.
Cordiali saluti
 
utilizzare un inverter per grid connection come inverter per impianto stand alone
6 Domenica 28 Febbraio 2016 19:17
marco
Buongiorno. Mi chiamo mMarco e ti scrivo da Firenze. Possiedo un piccolo impianto ad isola composto da 600 watt di pannelli a 12 volts, relativo regolatore di carica, 400 amper di pacco batteie ed inverte da 1000 watt. Ho necessità di sostituire l'inverter con uno più potente, almeno 3000 watt; al momento mi stanno regalando un inverter della power one da 3800 watt di potenza utilizzato per grid connection e volevo sapere se lo posso utilizzare per il mio piccolo impianto ad isola oppure no. Ringrazio molto chi mi può rispondere.

Marco A
 
fotovoltaico in rete da 5500 kw +inpianto a isola da 630 kw.
5 Lunedì 03 Settembre 2012 17:48
ulisse
come posso fare a funzionare di sera il mio inpianto a isola da 630 kw con inpianto gia' in uso da 5500 kw,come posso fare grazie.
 
inverter stand alone
4 Martedì 22 Maggio 2012 23:43
marco
salve

un inverter stand alone va bene per impianti ad isola...il gestore di rete non permette di collegare un impianto fotovoltaico con un inverter senza dispositivo di protezione di interfaccia au un utenza con contatore di consegna, in caso di guasto dell'interblocco manuale si potrebbe immettere tensione in rete senza alcun controllo sulla stessa...????????????!!!!!!
 
fotovoltaico non connesso
3 Mercoledì 08 Febbraio 2012 19:57
sergio
vivo in campagna potrei installare pannelli fotovoltaici anzi vorrei.... per almeno 6KW e utilizzarlo durante le ore soleggiate interompendo la rete per le ore di produzione dei pannelli, non mi é possibile usare l'incentivo perche coperto da alberi ma in pssesso di vari mq. di terreno molto ben esposto a sud; é possibile e se é si cosa devo fare,esiste un inverter senza obbligo connessione enel? é obbligo avere batterie per acumulare corente?
 
RINNOVABILE A 360°
2 Martedì 01 Febbraio 2011 15:25
Vincenzo Netti
Infatti, penso che passata la prima fase di incentivo + favorevole al fotovoltaico bisogna x il futuro ragionare sulle rinnovabili anche in modo disaccopiato dal solo fotovoltaico e l'incentivo ad esso connesso.
Rinnovabile e anche l'energia del vento o l'energia del sole (solare termico x l'acqua cala) biomasse x fare energia termica e anche elettrica fino ad arrivare alla valorizzazione degli scarti x produrre bio-carburanti e ultimo gia fattibile realizzazione di sistemi ad idrogeno.
Tutte queste tecniche sono gia realtà e se realizzate in ISOLA sono anche + estremamente economiche e fattibili.
 
IMPIANTI FOTOVOLTAICI AD ISOLA
1 Venerdì 28 Gennaio 2011 21:59
GIANCARLO BOLDACCHINI
dal 1999 che vivo in una casa servita energeticamente unicamente da sistemi energetici alternativi (inizialmente non per vocazione ma per necessità) ora è una vera e propria vocazione.Si può dire che abbia nel sangue e oramai anche nel DNA il sistema energetico fotovoltaico. Un impianto "ad ISOLA" per un'utenza servita unicamente da questo, deve vere una profonda conoscenza tecnica che va dagli assorbimenti (anche differenziati) alla componentistica (batterie - inverter - regolatori di carica - sezionatori - conduttori) e una conoscenza relativa alle STAGIONI ed eventualmente alla giusta inclinazione dei pannelli (non più i famosi 30° ma qualcosa di più,diciamo 50-60° in quanto si ha più bisogno di energia l'inverno e tale inclinazione favorisce la ricezione maggiore dei pochi raggi di sole. Insomma con un sistema "ad ISOLA è possibile avere acqua calda con degli scaldabagni elettrici ad inverter e riscaldamento e raffreddamento della casa mediante pompe di calore ad inverter - Dimensionamento e conoscenza sono i fattori vincenti il resto è solo GIOIA e SERENITA'.
Buon SOLE dentro.
Complimenti per la profonda saggezza.
Giovedì 11 Maggio 2017 16:14
Paolo
Splendido ed ILLUMINANTE, per usare un gioco di parole, il Suo commento! Complimenti per la grande filosofia di vita, che non guasta mai anche in un articolo di tecnologie. Perché è DAVVERO così: le basi di una Vita buona davvero sono proprio GIOIA E SERENITA' (io aggiungo anche Amore e Rispetto). Cordiali saluti. Paolo
Occorre consapevolezza ..........
Mercoledì 02 Febbraio 2011 12:01
Giancarlo Rossi
Al momento attuale sarebbe difficile realizzare una situazione di utenza completamente servita ad isola, le abitudini energetiche sono ancora molto energivore, però è possibile iniziare a camminare verso quella direzione e trasmettere ai ns figli una maggiore consapevolezza del sistema, espandibile a piacimento, e magari vedere i Ns nipoti vivere in case completamente autonome.
Ad oggi faccio gli impianti per applicazioni limitate e quasi sempre interessano l'illuminazione, il frigorifero, la televisione e le pompe di calore per il caldo e freddo, per l'acqua calda il classico solare termico è sufficiente.
Per il resto .... diffondere la parola.

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: