gototopgototop

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Farmacie di turno
sabato 23 giugno 2018
Farmacia Palazzo
Corso Umberto I, 78
Tel. 080.4911697
Putignano - Sostegno alla locazione: pronto il bando
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Putignano - Sostegno alla locazione: pronto il bando

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
Utilità

Bando di concorso per l’accesso al fondo per il sostegno alle abitazioni in locazione. Domande entro il 19 gennaio 2015. Testo integrale del bando

locazione_contributiPutignano Ba - Pubblichiamo di seguito il bando contenente modalità e termini di accesso ai contributi comunali integrativi per il sostegno alle abitazioni in locazione. Residenza nel comune di Putignano e posizione reddituale tra i requisiti principali per accedere al fondo. Da questo link anche il modello di domanda da compilare

BANDO DI CONCORSO PER L'ACCESSO AL FONDO PER IL SOSTEGNO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE. ANNO 2013 (Art. 11 Legge n. 431/1998) SI RENDE NOTO, In esecuzione della Deliberazione di Giunta Regionale n. 2460 del 25/11/2014 e della Deliberazione di Giunta Comunale n. 167 del 19/12/2014, che è indetto bando di concorso per l'attribuzione di contributi integrativi per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione ai sensi dell'art.11 della legge 9.12.1998 n.431 relativi all'anno 2013.- I fondi da cui attingere i contributi sono stanziati dalla Regione Puglia e dal Comune.

IL RICHIEDENTE DEVE POSSEDERE I SEGUENTI REQUISITI:

a) Cittadinanza italiana;

b) Cittadinanza in uno Stato appartenente all'Unione Europea purché in possesso di Attestazione anagrafica di cittadino dell'Unione;

c) Cittadinanza in uno Stato non appartenente all'Unione Europea (extracomunitari) purché in possesso di certificato storico di residenza da almeno dieci anni in Italia ovvero da almeno cinque anni in Puglia ai sensi dell'art.11 c.13 della L.133 del 6 Agosto 2008: permesso di soggiorno o carta di soggiorno; svolgimento di attività lavorativa anche non continuativa;

d) Residenza (all'atto della domanda) nel Comune di PUTIGNANO in un immobile condotto in locazione come abitazione principale;

e) REDDITO COMPLESSIVO del nucleo famigliare conseguito nel 2013 non superiore all'importo di Euro 12.882,00 (pari a due pensioni minime INPS) (fascia A);

f) REDDITO COMPLESSIVO del nucleo famigliare conseguito nel 2013 (il reddito di riferimento è quello definito dall'art.2, punto f) della Legge n.54/84 con le riduzioni previste dalla legge 457/78 art. 21 e successive modificazioni ed integrazioni), non superiore all'importo di Euro 14.000,00 (fascia B);

g) Contratto di locazione ad uso abitativo regolarmente registrato, per un immobile che non rientri nelle categorie catastali A1, A8, A9 e che, per quanto attiene alla superficie utile, non superi 95 mq., fatta eccezione per gli alloggi occupati da nuclei familiari numerosi (6 persone ed oltre), da nuclei al cui interno vi è la presenza di un ultrasessantacinquenne o la presenza di un portatore di handicap;

INOLTRE DICHIARARE CHE:

h) L'abitazione condotta in locazione non trovasi in zona di pregio, come definito da accordi comunali ai sensi dell'art.3, comma 3 della L.n.431/98 e decreti ministeriali attuativi del 5/3/99, art.1, e del 30/12/2002, art.1, comma 2, ovvero, trovasi in zona di pregio ma è in cattive condizioni, gli infissi non sono in buono stato, manca o non funziona il riscaldamento-manca o non funziona l'autoclave-manca l'ascensore se l'appartamento è dal terzo piano in su;

i) Il locatore non abbia vincoli di parentela e affinità entro il secondo grado (figlio/a-padre-fratello-sorella-nonno-nipote (figlio di figlio/a) del richiedente o della moglie) o di matrimonio con il locatario;

j) Nessun componente del Nucleo famigliare relativamente all'anno 2013 abbia titolarità dell'assegnazione in proprietà immediata o futura, di alloggio realizzato con contributi pubblici, ovvero con finanziamenti agevolati, in qualunque forma concessi dallo Stato o da Enti pubblici, sempre che l'alloggio non sia perito o inutilizzabile (alloggi iacp, case parcheggio, etc.);

k) Nessun componente del Nucleo famigliare sia titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione, in tutto il territorio nazionale, su un alloggio/i o parte di essi, adeguato alle esigenze del nucleo famigliare medesimo così

come definito all'art.2 lett. c) della L.R. n.54/84, fatto salvo il caso in cui l'alloggio sia accatastato come inagibile oppure esista un provvedimento del Sindaco che dichiari l'inagibilità ovvero la inabitabilità dell'alloggio, oppure nel caso la titolarità sia relativa alla "nuda proprietà".

l) Di non aver richiesto, in sede di Dichiarazione dei Redditi prodotti nel 2013, la detrazione dei redditi d'imposta prevista per gli inquilini di immobili adibiti ad abitazione principale con contratto stipulato ai sensi delle legge 431/98.

SI PRECISA CHE:

1. Per REDDITO COMPLESSIVO di ogni componente il nucleo familiare dovrà essere utilizzato:

per il modello CUD 2014 il Quadro Parte B – Dati Fiscali, per il modello 730-3 il rigo 11, per il modello Unico 2014 il rigo RN1 del Quadro RN, o il rigo LM8 del Quadro LM (per i soggetti con regime dei minimi) e/o il rigo RD11 del quadro RD;

vanno obbligatoriamente computati inoltre , pena esclusione, gli emolumenti, indennità, pensioni, sussidi (come ad esempio l'Assegno di mantenimento, l'Indennità di Accompagnamento, etc.), a qualsiasi titolo percepiti, ivi compresi quelli esentasse fatta eccezione per i contributi socio-assistenziali non permanenti (come ad esempio Assegno di Cura, Contributi per libri di testo, per assistenza indiretta personalizzata-A.I.P.).

2. Per nucleo famigliare si intende la famiglia costituita dai coniugi e dai figli legittimi, naturali, riconosciuti ed adottivi e dagli affiliati con loro conviventi. Ne fanno parte, inoltre, i conviventi more-uxorio, gli ascendenti, i discendenti, i collaterali sino al terzo grado, gli affini sino al secondo grado, purché la convivenza sia stabile e sia dimostrata nelle forme di legge; la composizione del nucleo familiare resa con Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) ai sensi del Decreto n. 109/1998 e successive modificazioni ed integrazioni, deve riferirsi allo stato di famiglia alla data del 31/12/2013.

3. 3. Il valore del canone di locazione corrisposto nel 2013 è quello risultante dal contratto di locazione ad uso esclusivamente abitativo primario al netto degli oneri accessori, stipulato ai sensi dell'ordinamento vigente e regolarmente registrato presso l'Ufficio di Registro ovvero dall'imposta di registro versata ovvero sia stata scelta l'opzione della cedolare secca; il contributo sarà corrisposto in percentuale ai mesi di registrazione del contratto per l'anno 2013, anno di riferimento del fondo, le frazioni di mese inferiori ai 15 giorni sono escluse dal calcolo del contributo;

4. 4. per i soggetti di cui alla precedente lettera e) il contributo viene assegnato se l'incidenza del canone di locazione sul Reddito risulti non inferiore al 14% (Fascia A) e non può essere superiore a Euro 3.098,74;

5. per i soggetti di cui alla precedente lettera f) la legge 457/78 art. 21 (a cui si riferisce l'art.2 punto f) della Legge n.54/84) e successive modificazioni ed integrazioni prevede che il REDDITO COMPLESSIVO del nucleo familiare conseguito nel 2013 è diminuito di € 516,46 per ogni figlio che risulti essere a carico fiscalmente; agli stessi fini, qualora alla formazione del reddito predetto concorrano redditi da lavoro dipendente, questi, dopo la detrazione dell'aliquota per ogni figlio che risulti essere a carico, sono calcolati nella misura del 60 per cento. Il Reddito così calcolato non deve essere superiore a Euro 14.000,00; il contributo viene assegnato se l'incidenza del canone di locazione sul Reddito, calcolato secondo i criteri suddetti, risulti non inferiore al 24% (Fascia B) e il contributo non può essere superiore Euro 2.324,06;

6. per i Nuclei Familiari che dichiarano reddito "ZERO" e/o nel caso in cui l'incidenza del canone annuo sul reddito sia superiore al 90%, alla domanda deve essere allegata, pena l'esclusione, la documentazione indicata di seguito, attestante chi e come ha dato il sostegno economico che ha permesso il pagamento dei canoni di locazione.

7. NON SARANNO AMMESSE a contributo domande presentate da lavoratori autonomi o con nucleo familiare con reddito misto con una componente derivante da lavoro autonomo, a meno che gli stessi versino in una delle situazioni di particolare debolezza sociale di seguito riportate:

n.3 figli minorenni a carico oppure presenza nel nucleo familiare di soggetto portatore di handicap; oppure nucleo familiare monogenitoriale, oppure 3 figli maggiorenni studenti e/o disoccupati, oppure nuclei assistiti dal Servizio Sociale beneficiari di aiuti economici;

TERMINE E MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda va presentata entro e non oltre il 19 gennaio 2015 presso i Centri Autorizzati Assistenza Fiscale (CAAF) convenzionati con il Comune di Putignano. I CAAF gratuitamente forniranno il modulo di domanda predisposto e assistenza nella compilazione. I cittadini sono invitati a munirsi di tutta la documentazione necessaria da allegare e di verificare attentamente la corrispondenza dei dati riportati sulla domanda.

È obbligatorio allegare alla domanda
• copia di documento d'identità del Richiedente/Dichiarante in corso di validità
• solo per i Nuclei Familiari che dichiarano reddito "ZERO" e/o nel caso in cui l'incidenza del canone annuo sul reddito sia superiore all'90%,
alla domanda deve essere allegata pena l'esclusione:
- la certificazione dell'assistente sociale che attesti che il soggetto richiedente fruisce di assistenza dei Servizi Sociali del Comune;
- la dichiarazione relativa alla fonte accertabile del reddito che contribuisce al pagamento del canone
- nel caso in cui il richiedente dichiari di ricevere sostegno economico da altro soggetto, indicazione delle generalità di quest'ultimo e autocertificazione del medesimo che attesti la veridicità del sostegno fornito e l'ammontare del reddito percepito, che deve essere congruo rispetto al canone versato.
Inoltre, per una più spedita e corretta istruttoria della pratica, per consentire il controllo preventivo e successivo, per evitare errori e le conseguenti sanzioni civili e penali, deve essere allegata alla domanda la seguente documentazione:

• copia del contratto di locazione regolarmente registrato;

• copia della ricevuta di versamento tassa di registro del contratto relativa all'anno 2013;

• copie ricevute pagamento del canone per l'anno 2013;

• copia della dichiarazione dei redditi (Mod.CUD-730-Unico 2014) di ciascun componente del nucleo familiare relativamente ai redditi percepiti nell'anno       2013 e dichiarati nel prospetto riepilogativo della domanda;

• copia dell'Attestazione anagrafica di cittadino dell'Unione Europea (per i Cittadini dell'Unione europea);

• Certificato storico di Residenza (per i Cittadini immigrati extracomunitari);

• altra documentazione a conferma di quanto dichiarato in autocertificazione.

• solo per i lavoratori autonomi : documentazione a comprova della particolare situazione di debolezza sociale dichiarata.


SARÀ INOLTRE MOTIVO DI ESCLUSIONE:

• l'incompletezza della domanda di partecipazione;
• la mancata apposizione della firma del richiedente;
• la mancanza della copia del documento di identità del Richiedente in corso di validità.

Maggiori info presso gli uffici dei servizi sociali del Comune di Putignano Tel: 0804056103 - Fax: 0804935366