Filippo Laterza Jr., Vincenza Rotolo, Monica Fusillo e Sara Grassi, vincitori del Concorso “Il Talento, la Passione, la Fatica: come si diventa grandi”, hanno partecipato all'importantissima fiera internazionale della moda bimbo

Agherbino_Noci_al_PittiNoci Ba - Qual e’ oggi il ruolo di un Istituto Professionale nel percorso di formazione di un giovane? Non si risparmiano a questa tipologia di scuola gli strali della diffamazione e della sfiducia, se ne evoca continuamente la crisi. L’Agherbino vuole essere in controtendenza e testimonia ottimismo, progettualità, entusiasmo.

Quale migliore occasione della prestigiosa ribalta del PITTI IMMAGINE BIMBO? Filippo Laterza Jr., Vincenza Rotolo, Monica Fusillo e Sara Grassi, i quattro studenti vincitori del Concorso “Il Talento, la Passione, la Fatica: come si diventa grandi”, il 26 e 27 giugno scorsi, hanno partecipato con le loro creazioni di QUIS QUIS e di Stefano Cavalleri, all'importantissima fiera internazionale della moda bimbo.

Agherbino_Noci_al_Pitti_2Al fianco dei nomi più rilevanti della moda, presenti le testate di settore più prestigiose, i ragazzi hanno osservato la cura e i dettagli richiesti nell’allestimento di uno stand di immagine; hanno conversato con i giornalisti e i visitatori di stile e tendenze; hanno seguito le fasi della contrattazione con compratori di ogni nazionalità. Hanno ricevuto le copie di Vogue, Collezioni e Kidswear in cui si parlava di loro e dell’Agherbino... Cavalleri, infatti, dopo aver trasformato con la collaborazione di Kelia Cino di MAFRAT in prototipi, i bozzetti dei ragazzi selezionati da una giuria di prestigio (Giuliana Parabiago, Giovanna Roveda, Alessandra Bigotta, Lucia Serlenga, Annalisa Milella, Graziella Vigo) e da lui stesso presieduta, li ha esposti accanto alle proprie collezioni e ha parlato degli studenti e del progetto dell’Agherbino, ricoprendo ancora una volta con trasporto il suo ruolo di mentore.

Agherbino_Noci_al_Pitti_3Come si vede è un’esperienza preziosa che può essere annoverata tra le buone pratiche, le azioni  virtuose realizzabili nella scuola. Esempio di raccordo tra istruzione e professione, utile a individuare competenze da perseguire, ma anche a catalizzare talenti, moltiplicare entusiasmo: un trampolino di lancio per i più alti obiettivi professionali. L’Agherbino  è una vera  Vocational School, insomma. Scuola che orienta e prepara. Scuola che guida. Scuola che procura esperienze significative, rimotivanti, entusiasmanti.

Tutto era cominciato il 9 gennaio, quando Stefano Cavalleri, stilista della moda bimbo, e Graziella Vigo, giornalista e fotografa, entrambi ricchi di fama e successi internazionali, incontrarono gli studenti dell’Agherbino in un entusiasmante workshop. In questa occasione raccontarono esperienze di vita atte a testimoniare l’importanza di riconoscere il proprio talento e di accrescerlo con la passione e con l’impegno. Il talento, la passione, la fatica: come si diventa “grandi” era infatti il titolo dell’evento. L’incontro si concluse con il lancio di un concorso, il cui premio sarebbe consistito nella partecipazione al PITTI bimbo di giugno. Sembrò un’iperbole, un sogno…

Ma nei mesi seguenti Stefano Cavalleri ha messo a disposizione la sua competenza professionale e le sue doti umane per istruire, migliorare, sostenere, rimotivare, incoraggiare i ragazzi del Settore Moda. Ha affiancato i docenti, ha impartito lezioni personalizzate e ha fornito consulenze.  Ha sottoposto a una giuria di grandi professionisti i lavori dei ragazzi, ne ha sponsorizzato le doti e li ha resi protagonisti del PITTI. Ha dato lustro con la sua collaborazione all’evento di fine anno scolastico New Generation Live… Quindi, non solo  mentore degli studenti ma anche testimonial dell’Istituto.

 
Condividi