Un uomo di 70 anni risultava falsamente ammalato di Alzheimer. Sequestrate liquidità bancarie per oltre 30mila euro 


Invalidi_simboliGioia del Colle Ba - A conclusione di indagini di polizia giudiziaria promosse dalla Procura della Repubblica di Bari, i Finanzieri della Tenenza di Gioia del Colle hanno scoperto un “falso malato di Alzheimer”.

L’uomo, di circa 70 anni, residente nella provincia di Bari (la località non è stata ancora resa nota dagli inquirenti), da 6 anni percepiva l’indennità di invalidità civile e quella di accompagnamento perché riconosciuto affetto da “demenza di Alzheimer in fase di ingravescenza con deterioramento delle funzioni intellettive con amnesie”.

L’invalidità avrebbe dovuto impedirgli la normale deambulazione nonché impedirgli di svolgere le normali azioni di vita quotidiana che, invece, eseguiva regolarmente e autonomamente.

L’uomo, nelle diverse circostanze è stato filmato dai militari mentre svolgeva mansioni ed attitudini del tutto incompatibili con le patologie sofferte.

Durante una visita medica straordinaria richiesta dall’I.N.P.S., il soggetto simulava l’infermità, aiutato della coniuge che lo sorreggeva e lo accompagnava in ogni movimento al fine di indurre in errore la Commissione Medica.

Al termine delle indagini, il soggetto, in concorso con il proprio coniuge, è stato denunziato alla Procura della Repubblica di Bari per truffa aggravata ai danni dell’I.N.P.S..

L’Autorità Giudiziaria, a seguito degli accertamenti finanziari, ha disposto il sequestro delle disponibilità bancarie del soggetto per oltre 30 mila euro, quali somme indebitamente percepite a titolo di indennità di accompagnamento negli ultimi sei anni.

 
Condividi