I Carabinieri hanno arrestato un 22enne di Cassano Murge: aveva sparato tre colpi di pistola contro il suo rivale che però riusciva a fuggire

CARABINIERI_ARRESTOCasamassima Ba - Questa mattina i Carabinieri di Casamassima hanno tratto in arresto, per il reato di tentato omicidio, il giovane 22enne S.G.A., censurato di Cassano delle Murge, dando esecuzione all’ Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica.

I fatti risalgono alla tarda serata del 12 luglio scorso allorquando il giovane cassanese, a bordo di un ciclomotore Piaggio Sfera di colore nero, si presentava sotto l’abitazione di F.D., giovane residente in Casamassima, anche lui noto alle FF.PP.  chiedendogli di scendere per strada per un chiarimento in merito ad una vicenda familiare.

Dopo alcune parole, la situazione degenerava allorquando il S.G.A., dopo aver estratto dalla propria cintola una pistola calibro 6,35, esplodeva tre colpi all’indirizzo del suo rivale che tuttavia rimaneva illeso riuscendo a rientrare nel portone della palazzina, sfuggendo così all’agguato mortale.

Lo stesso aggressore, a bordo del suo ciclomotore, si allontanava repentinamente dal luogo dei fatti e, sebbene braccato dai Carabinieri  che  lo  avevano  immediatamente individuato quale autore del gesto, si rendeva irreperibile.

L’attività di indagine immediatamente condotta dai Carabinieri e coordinata dalla Procura della Repubblica di Bari, oltre a permettere di rinvenire e sequestrare il ciclomotore Piaggio Sfera adoperato durante il compimento dell’attività delittuosa, permetteva di stabilire che il movente dell’azione di fuoco era riconducibile a rancori di natura sentimentale giacché la vittima risultava già convivere con l’attuale compagna dell’aggressore, dalla quale aveva avuto anche un figlio.

S. G. A. è stato quindi associato alla Casa Circondariale di Bari.

 
Condividi