gototopgototop

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Oggi al cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Natale sicuro, arresti, denunce e sequestri dei Carabinieri
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit

Natale sicuro, arresti, denunce e sequestri dei Carabinieri

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Cronaca provincia di Bari

Operazione a largo raggio dei carabinieri in provincia di Bari: 7 arresti, 13 denunce, 2 pistole, droga e 6,5 kg di artifizi pirotecnici sequestrati. 

CC_Pistola_sequestrata_a_ConversanoBari e provincia - Sette arresti, 13 denunce, 3 rapine ed 1 scippo scoperti, 2 pistole, droga e 6,5 kg di fuochi pirotecnici illegali sequestrati. E’ questo il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato dai Carabinieri del Comando Provinciale di Bari nel capoluogo pugliese ed in provincia il 24 ed il 25 dicembre. L’attività, che continuerà ininterrotta durante tutte le festività, è finalizzata in particolare a prevenire il verificarsi di rapine, scippi, reati contro il patrimonio nonché lo spaccio di droga e la detenzione di fuochi pirotecnici illegali.




Altre 11 persone infine sono state deferite in stato di libertà di cui 3 per commercio abusivo di materie esplodenti con il contestuale sequestro di 6,5 kg di materiale pirotecnico, 3 per furto aggravato di liquori e prodotti per l’igiene personale in due supermercati, 1 per guida senza patente, 1 per detenzione e spaccio di droga, 2 per inosservanza di provvedimenti emessi dall’Autorità e 1 per simulazione di reato.

Due rapine sono state sventate grazie al provvidenziale intervento di due Carabinieri che hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, due malfattori. Vittime dei “colpi” un supermercato nel nord barese ed una tabaccheria a sud del capoluogo. In particolare a:

­Conversano un individuo, a volto scoperto e pistola in pugno, ha fatto irruzione in una tabaccheria di via De Amicis facendosi consegnare dal titolare 1300 euro in contanti. Nell’esercizio commerciale però vi era un Carabiniere che è riuscito a disarmare e bloccare il rapinatore grazie anche all’immediato supporto di una “gazzella” della locale Stazione fatta convergere sul posto. Si tratta del 42enne Domenico Serino, triggianese già noto alle Forze di Polizia, ritenuto responsabile di rapina aggravata e porto illegale di arma clandestina. L’arma, una semiautomatica cal.7.65 con matricola abrasa e pronta all’uso, è stata sottoposta a sequestro mentre il denaro è stato restituito all’avente diritto. L’uomo, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato associato presso la locale casa circondariale.

­Triggiano i Carabinieri della locale Stazione, unitamente a quelli del paritetico Comando di Capurso, hanno arrestato un 42enne capursese ritenuto responsabile di detenzione e porto illegale di arma comune da sparo, ricettazione ed esplosione di colpi di arma da fuoco. In ore notturne il giovane, in via Cardinale Mattei di quel centro, aveva appena esploso due colpi di pistola in aria quando è stato intercettato da una “gazzella” dell’Arma in servizio perlustrativo. L’uomo, alla vista dei Carabinieri, ha cercato di disfarsi della pistola lanciandola in un giardino, venendo prontamente bloccato. L’arma, una semiautomatica “Beretta” cal.9 risultata rubata lo scorso mese di novembre a Triggiano, sarà sottoposta a rilievi da parte della Sezione Investigazioni Scientifiche del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Bari al fine di accertarne l’eventuale utilizzo in recenti episodi delittuosi. Il 42enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato associato presso la locale casa circondariale.

­Monopoli i Carabinieri hanno arrestato il 37enne Vito Corbacio con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, nel corso di una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 16 grammi di cocaina nascosti negli slip, di un bilancino di precisione e di materiale per il taglio e confezionamento dello stupefacente, il tutto sottoposto a sequestro. Il 37enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, è stato collocato agli arresti domiciliari.

­Bari i Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Bari hanno arrestato il 26enne Michele Campanale, già noto alle Forze di Polizia, con l’accusa di furto aggravato. Il giovane è stato sorpreso e bloccato nel quartiere “Carrassi” mentre era intento ad asportare la ruota posteriore sinistra di una “Citroen C3” parcheggiata in strada. Tratto in arresto, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, il 23enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

­Terlizzi due individui, travisati e armati di pistola, si erano appena introdotti in un supermarket di via Federico II intimando alla cassiera la consegna del denaro quando un Carabiniere effettivo alla locale Tenenza accortosi della rapina in atto è intervenuto prontamente riuscendo a bloccare uno dei malfattori, in collaborazione di altri militari nel frattempo intervenuti. Si tratta del 23enne Vittorio Bruno Faccilongo, già noto alle Forze di Polizia, accusato di tentata rapina aggravata. Su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, il 23enne è stato associato presso la locale casa circondariale;

­Canosa di Puglia invece i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato il 38enne Michele Boccuto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Trani su richiesta della locale Procura della Repubblica, per uno scippo ed una tentata rapina commessi in quel centro il 26 agosto ed il 27 novembre scorsi all’interno delle abitazioni di due pensionati. In entrambe le circostanze il 38enne si sarebbe introdotto all’interno delle abitazioni delle vittime con il pretesto di bere un bicchiere d’acqua. Nel primo caso avrebbe strappato dal collo di una 70enne una collana in oro del valore di 400 euro circa per poi dileguarsi, mentre nel secondo caso avrebbe aggredito un 81enne sottraendogli il borsello contenente 630 euro in contanti. Tratto in arresto l’uomo su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, è stato associato presso la locale casa circondariale.

­Spinazzola i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato il 22enne Domenico Lopetuso e deferito in stato di libertà due complici minorenni con l’accusa di tentato furto aggravato. I tre sono stati bloccati dopo aver tentato di rubare denaro contenuto in alcuni distributori automatici di bevande all’interno di un Istituto Scolastico del luogo. Il 22enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, è stato associato presso la locale casa circondariale.





 
Cronaca provincia Bari