Rendeva la vita impossibile ad alcuni vicini con continue minacce di morte e molestie

Carabinieri_azioneAcquaviva delle Fonti (Ba) - I Carabinieri della Stazione di Acquaviva delle Fonti hanno arrestato una 53enne incensurata del luogo con l’accusa di atti persecutori in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica.

La donna, nel periodo compreso tra settembre e ottobre di quest’anno, verosimilmente per contrasti legati a vicende condominiali, avrebbe reso la vita impossibile ad alcuni vicini residenti nello stesso stabile con continue minacce di morte e molestie, generando nelle vittime un perdurante e grave stato d’ansia e di paura per la propria incolumità.

La 53enne, utilizzando del liquido infiammabile, avrebbe appiccato il fuoco alle porte di ingresso di un appartamento e di un garage dello stabile. In altre circostanze avrebbe anche minacciato di morte le vittime aggredendole con un bastone o con un coltello da cucina.

Tratta in arresto, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, la 53enne è stata associata presso la locale casa circondariale.

 
Condividi