gototopgototop

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Oggi al cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Conversano: maltratta figlie e convivente e minaccia i Carabinieri con un coltello
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit

Conversano: maltratta figlie e convivente e minaccia i Carabinieri con un coltello

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Cronaca provincia di Bari

In manette un 46enne ubricaco che minacciava di morte la convivente e le due figlie minorenni

carabinieri_112Conversano (Ba) - Ubriaco, ingiuria e minaccia di morte la sua convivente e le due figlie minorenni di quest’ultima. Poi minaccia con un coltello a serramanico anche i carabinieri intervenuti in loro aiuto. maltrattamenti
È accaduto nella tarda serata di ieri a Conversano, dove i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto un 46enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e porto illegale di arma bianca.

I militari, attivati da una segnalazione telefonica giunta al 112, si sono recati presso l’abitazione indicata. Davanti alla stessa, per strada, gli operanti hanno trovato una donna e due bambine in preda ad una crisi di pianto, nonchè il 46enne, visibilmente ubriaco, che urlava ingiurie di ogni tipo e minacce di morte nei loro confronti, nonostante la loro presenza. Non contento, munitosi di un grosso coltello a serramanico, non ha esitato a minacciare di morte anche i carabinieri, che dopo essere riusciti a disarmarlo, lo hanno bloccato e condotto in caserma.

Nel prosieguo delle indagini si è appreso che simili comportamenti si ripetevano ormai da diverso tempo.

Tratto in arresto, l’esagitato è stato poi associato presso la casa circondariale di Bari, mentre il coltello è stato posto sotto sequestro.





 
Cronaca provincia Bari