gototopgototop

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Oggi al cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
  • Cinema
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Gioia - Preso con materiale rubato a scuola: arrestato un 19enne
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit

Gioia - Preso con materiale rubato a scuola: arrestato un 19enne

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Cronaca provincia di Bari

Si tratta di computer asportati tra gennaio e marzo di quest’anno da due istituti scolastici di Gioia del Colle

GCC_Gioia_del_Colle_Comandoioia del Colle Ba - Nella mattinata odierna, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Gioia del Colle hanno arrestato C. V., 19enne del posto, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Bari Dott. Francesco Pellecchia.

Il provvedimento è scaturito su richiesta del P.M., Sost. Proc. Dott. Ettore Cardinali, della Procura della Repubblica, titolare delle indagini, che ha concordato pienamente gli esiti investigativi raccolti sul ruolo, particolarmente attivo, del giovane gioiese per quel che attiene la successiva fase di ricettazione dei personal computer rubati, tra i mesi di gennaio e marzo di quest’anno, all’interno di due istituti scolastici di Gioia del Colle: istituto tecnico “Da Vinci-G. Galilei” e la scuola elementare “San Filippo Neri”.

Che sia stato lui o qualcun altro a compiere le incursione all’interno delle scuole prese di mira non è ancora stato possibile stabilirlo. Al momento il giovane 19enne risponde del reato più grave e cioè della ricettazione del materiale trafugato durante le incursioni notturne.

Le indagini hanno consentito, inoltre, di acclarare la responsabilità del C. V. anche in ordine al furto consumato la serata dello scorso 8 marzo, all’interno di un caseificio, ubicato in Gioia del Colle, allorquando, eludendo la vigilanza, previa effrazione del registratore di cassa, si impossessava del danaro ivi contenuto, venendo però ripreso e riconosciuto inconfutabilmente, dal sistema di videosorveglianza. L’ arrestato, su disposizione dell’A.G., è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.





 
Cronaca provincia Bari