Non accettava la fine della loro relazione e per questo la perseguitava pesantemente

StalkingMonopoli Ba - I Carabinieri della Stazione di Monopoli hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Procura della Repubblica, un 45enne incensurato di Fasano, con le accuse di atti persecutori e lesioni personali.

L’uomo, dallo scorso mese di maggio, in seguito alla fine di una relazione sentimentale extraconiugale intrapresa con una 40enne di Monopoli durata circa due anni, si è reso colpevole di una serie reiterata di condotte illecite che hanno generato nella vittima stati di ansia e paura per la propria incolumità, costringendola a cambiare abitudini e stile di vita.

Il 45enne infatti, le aveva reso la vita impossibile, tempestandola di telefonate e di messaggi su whatsapp, contenenti pesanti ingiurie ed esplicite minacce di morte (“stai attenta che ti devo tagliare la testa… io ti sto avvisando”) nonché appostandosi vicino casa e nei pressi del luogo di lavoro, pedinandola ed aggredendola più volte, tanto da costringerla, in un paio di circostanze, a ricorrere alle cure ospedaliere per delle lesioni riportate a seguito di pugni sferrati sul suo volto.

L’uomo, su disposizione del GIP del Tribunale di Bari, è ora rinchiuso nel carcere del capoluogo barese.

 
Condividi