Denunciato un 34enne di Putignano trovato in possesso del telefono cellulare in violazione delle prescrizioni a lui imposte

Carabinieri_Putignano_-_controlli_2Putignano Ba - I Carabinieri delle Stazioni di Casamassima e Putignano, unitamente ai colleghi della Compagnia di Gioia del Colle, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio hanno arrestato 4 persone, denunciato in s.l. un’altra e recuperato un’autovettura rubata carica di refurtiva.

Nel cuore della notte i Carabinieri nel centro abitato di Casamassima hanno notato un’Audi A4  sospetta parcheggiata in posizione defilata in un complesso residenziale della zona. Il successivo controllo ha consentito di appurare che l’auto era stata rubata il giorno prima in provincia di Taranto e di rinvenire, all’interno dell’auto, numerosi abiti da sposa, diversi abiti da cerimonia per bambini e diverse borse, per un valore complessivo di oltre 40.000 euro.

Si è accertato che la merce era stata asportata poco prima da un negozio di abiti da sposa di Gioia Del Colle. La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita agli aventi diritto.

Sempre a Casamassima tre romeni, di età compresa tra i 21 e 31 anni che,  nel locale centro commerciale “Auchan”, avevano fatto razzia di capi di abbigliamento e superalcolici, sono stati intercettati e bloccati a bordo della loro auto mentre tentavano la fuga. Tratti in arresto i tre, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati associati presso la locale casa circondariale mentre la refurtiva, per un valore di 750 euro, è stata restituita all’avente diritto.

Stessa sorte è toccata ad un 40enne sorvegliato speciale del luogo che, sebbene sottoposto agli obblighi derivanti dalla misura, nel corso di un controllo effettuato nelle vie cittadine, veniva sorpreso dai militari con un cellulare, sottoposto a sequestro. L’uomo è stato collocato ai domiciliari.

A Putignano, infine, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un 34enne del luogo, avvisato orale di P.S.,  trovato in possesso del telefono cellulare in violazione delle prescrizioni a lui imposte.

 
Condividi