Celebrati ieri a Putignano i funerali del 18enne Mario Frigulti, caduto in un assurdo incidente in moto

funerale_di_mario_frigulti_2_lowPutignano Ba – La famiglia ha scelto di celebrare a Putignano i funerali di Mario Frigulti, il giovane 18enne che ha perso la vita sabato 9 giugno in un tragico incidente stradale in moto alla periferia di Castellana Grotte.

Centinaia di persone tra familiari, amici e conoscenti ieri pomeriggio hanno affollato la Chiesa di San Pietro e l’antistante Piazza Plebiscito per tributare un ultimo saluto a Mario.

Di seguito le struggenti parole della mamma del ragazzo, Marilù, dedicate al figlio Mario

“Lettera a mio figlio Mario

Venendo al mondo, il 25 Aprile del 1995, hai donato un immensa gioia a me, al tuo papà e ai nonni che tanto ti hanno desiderato.

mario frigultiSei cresciuto in fretta e quest'anno hai compiuto i tanto attesi 18 anni, Come tutti i ragazzi "normali" della tua età, ci hai donato momenti in cui ci hai fatto preoccupare e arrabbiare, ma soprattutto momenti in cui ci hai reso felici e orgogliosi di te.

Conoscendoti adesso sicuramente ti piacerebbe mangiare un bel piatto di "pasta in bianco" 0 farti un giro sulle giostre, ballare con gli amici la tua musica a palla o fare delle corse in bicicletta e sentirti chiamare Jack dagli amici ....

Dinamico com’eri non eri mai fermo., hai preso il patentino per andare a funghi, amavi andare a pesca con lo zio, e quante cose con il nonno  a trovare asparagi, a raccogliere cicorielle, non ti ho mai visto seduto sul divano a non far niente; odiavi l'ozio e ti inventavi sempre qualcosa da fare.

Io ti voglio ricordare cosi, sempre con il sorriso sulle labbra, pronto a dare a tutti il tuo aiuto e una parola di conforto.

Adesso che sei insieme agli angeli, tienili allegri con la tua simpatia, e insegno anche a loro a ballare la tua amata break dance.

So che non vuoi vedere queste lacrime che oggi sono scese anche dal cielo, ma so anche che tu stesso ci darai la forza e il coraggio di non piangere e andare avanti, Io comunque non sono qui per ricordarvi che persona eccezionale fosse mio figlio, la vostra presenza qui oggi in questa chiesa ne è la conferma, ma sono qui per ricordare un figlio normale con i suoi pregi e i suoi difetti, ma che è riuscito con il suo affetto a cambiare la vita di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incontrarlo sulla propria strada.

Quanto darei oggi per sentirmi ancora dire : “MAMMA TRANQUELL"

Con immenso amore, La tua mamma”.


Alla funzione religiosa ha partecipato anche l’associazione Vivi la Strada .it, che si occupa di educazione e sicurezza stradale.

Tonio Coladonato, prende per mano la mamma di Mario e  l'accompagna sull'altare, di fronte alla bara con un grande bouquet di fiori bianchi mentre tutti piangono L'emozione e la commozione si sente, il silenzio regna sovrano in chiesa  Marilù la mamma di Mario Trema, singhiozza, il suo sguardo e rivolto a tutti, piange, accentua dei piccoli sorrisi tiene la mano stretta a quella di Tonio.

vivilastrada_25mila_vite_da_salvareTonio parla dal  microfono e dice: un'altra sconfitta, abbiamo perso un'altra vita umana, cos'altro possiamo fare? Nelle nostre campagne di sensibilizzazione, nelle scuole, nelle discoteche, nelle piazze non ci stanchiamo di dare consigli, di far vedere cosa succede e diciamo sempre di Amare di più la propria vita, rispettare quella degli altri, non si può morire così giovani, riflettete ragazzi, siate prudenti, ascoltate i consigli dei vostri genitori, dei nonni, dei professori, ascoltateci, non dateci dispiaceri.

Con queste tragedie sono tanti a soffrine e nessuno mai potrà cancellare  questo dolore di questa famiglia.

Vivilastrada_cartolona_dapertura_lowSiate vicini a questa mamma e a questo papà, non abbandonateli mai, non fate come altri che per i primi anni danno il loro conforto e poi spariscono. Invitateli alle vostre feste, sarà come se avrete invitato Mario, fategli compagnia ma non abbandonateli mai! Adesso voi ragazzi avete una seconda mamma, è la mamma di Mario vogliategli bene come alla vostra.

Amate la Vita!

Tonio Coladonato per Vivi la Strada .it

 
Condividi