gototopgototop

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Putignano, rapinano una prostituta dopo aver tentato di estorcerle denaro
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Putignano, rapinano una prostituta dopo aver tentato di estorcerle denaro

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Cronaca

cc_controlli_straordinari_foto_vivilastradaSulla sp 106 “Acquaviva - Putignano”, aggredita una prostituta romena 21enne per ottenere denaro in cambio di protezione. Di fronte alla reticenza della donna in due l’hanno colpita con calci e pugni abbandonandola sul posto e rapinandola della borsa contenente 170 euro in contanti. I Carabinieri hanno bloccato un 28enne, di origini Kosovare residente ad Altamura e una 20enne romena domiciliata a Bari

Putignano (Ba) - I Carabinieri della Stazione di Putignano, in collaborazione con quelli delle Compagnie di Gioia del Colle e di Altamura, hanno effettuato due fermi di P.G. nei confronti di un 28enne, di origini Kosovare e domiciliato ad Altamura e di una 20enne romena domiciliata a Bari, per rapina, tentata estorsione e tentato sequestro di persona.

I due, lungo la sp 106 “Acquaviva - Putignano”, hanno avvicinato la vittima, una prostituta romena 21enne e, dopo averla aggredita pretendendo la consegna di denaro in cambio di protezione, hanno tentato con violenza di farla salire a bordo del loro mezzo. Di fronte alla reticenza della donna l’hanno nuovamente colpita con calci e pugni abbandonandola sul posto e rapinandola della borsa contenente 170 euro in contanti, il cellulare ed effetti personali.

Su segnalazione di alcuni passanti, sono intervenuti i Carabinieri che, dopo aver soccorso la vittima giudicata guaribile in 5 giorni dai sanitari dell’ospedale di Carbonara sono riusciti a raccogliere plurimi e gravi indizi di responsabilità nei confronti dei due i quali, una volta rintracciati, sussistendone i presupposti di legge li hanno fermati.

Gli accertamenti hanno permesso di appurare altresì che dal mese di luglio di quest’anno gli arrestati si erano già resi responsabili di un’altra tentata estorsione ai danni della 21enne. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari entrambi sono stati associati presso la locale casa circondariale dopo la convalida del fermo avvenuta nella giornata di ieri.



 
Cronaca - Putignano