La fiamma ossidrica utilizzata per scassinare la cassaforte ha causato un piccolo incendio nei locali di un’impresa edile, per un bottino di soli 500 euro 

Incendio_Via_VivaldiPutignano (Ba) - Proseguono senza sosta le indagini dei Carabinieri del Comando Compagnia di Gioia del Colle  e della locale stazione di Putignano, finalizzate a far luce su tre furti, verificatisi negli uffici di uno studio tecnico e di due imprese edili, ubicate nel quartiere 2000 a Putignano.

I fatti risalgono a martedì 28  febbraio, quando alle prime luci dell’alba i residenti di Via Vivaldi (zona 2000 di Putignano), hanno allertato i Vigili del Fuoco dopo aver notato la presenza di un incendio al pian terreno della palazzina, dove si trovano gli Uffici dell'impresa edile Giovanni Casulli srl..

Dopo i primi rilievi di è appurato che l’incendio era stato provocato dalla fiamma ossidrica usata dai ladri che, una volta entrati nei locali da una finestra, avevano utilizzato per aprire la cassaforte a muro.

Al suo interno però c’erano solo documenti e circa 500 euro in contanti. I malviventi, forse insoddisfatti dal magro bottino, pare si siano introdotti furtivamente anche negli uffici dei vicini: Studio Tecnico Morelli e dell’impresa edile Losavio Costruzioni, dove pare non siano riusciti a trafugare nulla. (Elaborazione di alcuni dati fonte Gazzetta del Mezzogiorno del 01 marzo 2012)

 
Condividi