gototopgototop

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Banner
Eco Erg a Putignano, soluzioni per risparmiare energia

Eco Erg a Putignano, soluzioni per risparmiare energia

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 22
ScarsoOttimo 
Aziende

A cura di Giancarlo Rossi, Administration & Financial Manager Eco Erg Putignano  Aggiornamento del 4 ottobre 2013

Detrazioni del 65% anche nel 2014, ma caleranno nel 2015 e nel 2016

Ecoergo_G.Rossi_2_lowEcobonus al 65%, le detrazioni fiscali per risparmio energetico e fotovoltaico nel 2014 risultano confermate come nel 2013 dalla legge di stabilità sull'ecobonus. Con l'ecobonus al 65%, le detrazioni fiscali per il risparmio energetico, il fotovoltaico, l'efficienza energetica, saranno disponibili fino al 31 dicembre 2014. Nei successivi 2015 scenderanno al 40% e per il 2016 al 36%.

Ricordiamo che con la nuova Legge di Stabilità oltre all'ecobonus al 65% è stato prorogato anche il bonus per le ristrutturazioni edilizie e il bonus mobili, valido anche per gli elettrodomestici, entrambi al 50% per il prossimo anno, poi come l'ecobonus a calare nel periodo successivo.



A cura di Giancarlo Rossi, Administration & Financial Manager Eco Erg Putignano  Aggiornamento del 19 nov 2012
Copriranno mediamente il 40% dell'investimento e che verrà erogato in due anni

Esempio_decreto_termico_2Incentivi per «900 milioni annui per l'efficienza energetica» a favore di famiglie e pubbliche amministrazioni. Il ministro per lo Sviluppo economico Corrado Passera ha presentato il nuovo conto termico, che prevede un incentivo che coprirà mediamente il 40% dell'investimento e che verrà erogato in due anni (cinque per gli interventi più onerosi).






Lo schema di decreto ora all'esame della Conferenza unificata.
Il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera e il responsabile dell'Ambiente Corrado Clini hanno varato uno schema di decreto ministeriale che punta a rilanciare questa forma di energia rinnovabili. Dai due ministeri spiegano che i 900 milioni circa necessari per coprire questa operazione saranno reperiti dalla bolletta del gas, non vi sarà pertanto alcun intervento sulla bolletta elettrica.Lo schema del decreto ministeriale passa ora all'esame della Conferenza unificata.

Le Agevolazione previste per il privato è molteplice ed interessa molti aspetti che interessano sia gli interventi edili di ristrutturazione degli immobili e sia investimenti in tecnologie. Per quest'ultimo aspetto è stato proposto un incentivo non più sottoforma di detrazione fiscale ma bensì di contributo economico a fondo perduto suddiviso in due anni.

L'immagine allegata benchè relativa alla città di Roma comunque si riferisce alla stessa classe climatica di Putignano (classe D) per cui gli importi sono gli stessi. L'incentivo è proporzionale alla taglia di potenza o mq dell'investimento.

Chi è in procinto di effettuare investimenti in Pompe di calore, Stufa a Pellet, Solare termico può accedere all'incentivo.




A cura di Giancarlo Rossi, Administration & Financial Manager Eco Erg Putignano. Aggiornamento del 31.08.2012

E' entrato in vigore il nuovo Conto Energia per l'incentivazione di impianti fotovoltaici
Abbinato ad una riduzione dei costi degli impianti fotovoltaici prospetta un piano di rientro dall'inventimento in 7-8 anni
Ecoerg_foto_impianto_046

Sono stati adottati nuovi criteri di calcolo per l'incentivazione degli impianti fotovoltaici. Viene  abbandonato il sistema dello "Scambio sul Posto" per adottare un sistema tecnicamente più semplice.

L'incentivo statale chiamata "Tariffa Omniconprensiva" viene applicato sull'energia elettrica auto prodotta ma non consumata, mentre sull'energia autoprodotta e consumata verrà applicato un "Premio sull'autoconsumo".

A seconda della dimensione dell'impianto verranno applicate tariffe e premi differenziati.Ecoerg_pubblicit_LOW

Tale sistema mantiene la possibilità di ridurre l'energia prelevata direttamente dal gestore di rete e vedere comunque remunerata per 20 anni l'energia elettrica prodotta.

Informazioni dettagliate possono essere ottenute direttamente presso il punto vendita.

Anche Ecoerg nel "Catalogo Impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative"
Documento ufficiale di GSE Spa (31 agosto 2012)

Con sorpresa ed orgoglio segnaliamo che l'ultimo "Catalogo Impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative" di Agosto 2012 pubblicato dal GSE direttamente sul sito riporta come esemplare nella categoria "Impianti con Moduli fotovoltaici flessibili" un Nostro impianto realizzato a Locorotondo presso Masseria in pietra.

Servizi di controllo e manutenzione degli impianti fotovoltaici (31 agosto 2012)

A distanza di anni dalla realizzazione dei primi impianti emerge la necessita di avviare periodicamente dei controlli di funzionamento e performance degli impianti fotovoltaici.

Chiunque possegga un impianto fotovoltaico può prendere contatti presso il punto vendita per programmare una verifica approfondita e valutare se sono in atto problematiche di performance derivanti dai moduli fotovoltaici, eventuale presenza di fenomeni di hot-spot, verificare il rispetto dei parametri di funzionamento anche a distanza di anni dalla data di messa in esercizio dell'impianto.

Intervenire per tempo per salvaguardare la produttività e la redditività dei propri investimenti.


Decreto rinnovabili, ecco cosa c’e’ da sapere (23 luglio 2012)

A cura di Giancarlo Rossi Administration & Financial Manager Eco Erg Putignano 

Ecoerg_pubblicit_LOW

Le prospettive di sviluppo delle tecnologie per la produzione di energia da fonti rinnovabili dipendono dal nuovo decreto, di cui per ora c’è solo una bozza di riferimento. Una più ampia valutazione dello scenario generale si avrà a partire da Gennaio 2013. La bozza, valuta le prospettive di crescita del settore della tecnologia eolica, biomasse, biogas, geotermia, idroelettrico, ecc.





Innanzitutto si evincono dei segnali di riferimento alla Strategia Energetica Nazionale (SEN) che intende dare maggiore impulso ai settori calore, trasporto ed efficienza energetica.I progressi tecnologi hanno comportato ad oggi una evidente riduzione dei costi di investimento degli impianti da fonte solare (fotovoltaico appunto). Occorre, secondo il SEN, implementare adeguatamente tutte le altre fonti rinnovabili.


La situazione

La strategia europea delineata con il cd Pacchetto clima “20-20-20” prefigura uno scenario energetico europeo più sostenibile e sicuro e l'Italia risulta essere in anticipo al perseguimento di detti obiettivi. Il Piano d'Azione Nazionale (PAN) sulle energie rinnovabili adottato dal Governo nel Giugno 2010 aveva fissato come obiettivo sulle energie rinnovabili derivante da detto Pacchetto il 17% del consumo complessivo di energia al 2020, intendendo in esso calore, trasporto ed energia elettrica. Maggiore enfasi è stata concessa alla produzione di energia elettrica impostando un ambizioso obiettivo del 26% del consumo ovverosia circa 100 Terawattora/anno. Tuttavia, già a fine 2011 (con 9 anni di anticipo), la capacità installata è in grado di assicurare una produzione di circa 94 Terawattora/anno. In Spagna e Portogallo, ad esempio, gli incentivi per i nuovi impianti sono stati sospesi a tempo indeterminato. La necessità di garantire un idoneo mix di capacità di produzione elettrica dovendo fare a meno della risorsa nucleare ha spinto il Governo a spostare il target del 26% (ormai quasi raggiunto) al 32-35%.

Tariffa omnicomprensiva

Tutte le tecnologie rinnovabili usufruiranno di un incentivo chiamato “Tariffa omnicomprensiva” da applicarsi all'energia elettrica prodotta per un periodo di 20 anni (il precedente decreto stabiliva la durata massima in 15 anni). Il sistema sarà estremamente semplice dal punto di vista gestionale (ovviamente lato Enel-GSE) ma non vedrà più coinvolto il consumo elettrico dell'abitazione.

Gli impianti da fonti rinnovabili (ad esclusione della tecnologia fotovoltaica) non determineranno alcuno scambio di energia tale da poter “utilizzare” l'energia autoprodotta, sistema conosciuto come “meccanismo dello scambio sul posto”. Nella maniera più semplice ed elementare, all'intera produzione si applicherà la tariffa assegnata per la tecnologia da fonte rinnovabile, per un periodo di 20 anni. L'accesso al regime

di incentivazione è automatico per impianti fino a 50kW, per quelli superiori si accederà mediante “procedure d'asta”.

Qualora vi sia la necessità di voler utilizzare l'energia elettrica autoprodotta, occorrerà rinunciare all'incentivo della “tariffa omnicomprensiva” ed accedere quindi al meccanismo dello scambio sul posto che, come ormai noto, consente di percepire risparmi sulla bolletta elettrica (mediante utilizzo contemporaneo e diretto dell'energia elettrica autoprodotta) e un ricavo derivante dalla valorizzazione dell'energia elettrica eccedente i propri consumi. Complessivamente il meccanismo della tariffa omnicomprensiva è sicuramente più remunerativa.

Valori tariffa omnicomprensiva

Di seguito un estratto dei valori della tariffa omnicomprensiva limitatamente alla tipologia di impianti avente maggior approccio residenziale o per piccole realtà aziendali locali:

eolico

da 1 a 20kw        0,291 €/kwh

da 20 a 200kw    0,268 €/kwh

biomasse

a) prodotti di origine biologica da 1 a 300kwh            0,229

b) sottoprodotti di origine biologica da 1 a 300kwh    0,257

c) rifiuti                                                                        0,174

geotermica

da 1 a 1000kw                        0,135kwh

Una anticipazione, a completamento dello scenario sopra esposto, uscirà entro Agosto il “Conto Energia per l'energia termica”, ovverosia l'applicazione dello stesso meccanismo conosciuto per il settore fotovoltaico agli investimenti per la produzione di acqua calda sanitaria e per riscaldamento. Anche il solare termico e le pompe di calore, che ad oggi hanno usufruito della sola detrazione fiscale del 55%, potranno beneficiare di incentivo sulla capacità produttiva dell'impianto stesso. L'ausilio di contatori termici consentiranno di quantificare la quantità di acqua calda erogata per i servizi domestici (o aziendali).




Ecoerg In P.zza G.Laterza il punto vendita e assistenza per passare al solare, fotovoltaico, microeolico e tanto altro

Sole_-_terraSe pensate che cambiare il tipo di lampadine utilizzate o acquistare elettrodomestici di classe energetica più alta sia sufficiente ad ottenere un “Risparmio energetico”, Noi in Ecoerg diciamo che non è sufficiente. “Risparmio energetico” vuol dire cambiare le proprie abitudini, comprendere le opportunità offerte dalle tecnologie rinnovabili e fare scelte precise.

In Ecoerg, prima di avviare le procedure per realizzare un impianto fotovoltaico o eolico, cerchiamo di valutare l'esistenza di margini di intervento per una modulazione dell'assorbimento di energia. Sulla tecnologia fotovoltaica e mini-eolica occorre fare chiarezza. Trattasi di investimenti importanti, comunque da fare, solo dopo avere valutato come viene effettivamente spesa l'energia elettrica. La tecnologia fotovoltaica e mini-eolica godono di incentivi statali a supporto di privati che decidono di autoprodurre l'energia elettrica. Il meccanismo di incentivazione pubblica per le tecnologie del “rinnovabile” è spiegato chiaramente da Eco Erg senza alcun impegno, compresi pro e contro.  

Servizi e attività di consulenza

Le attività di Eco Erg comprendono:

-       servizi di consulenza e auditing energetico;

-       rilascio di attestazione di qualificazione energetica;

-       realizzazione di impianti fotovoltaici e mini-eolici “chiavi in mano” oppure  fornitura dei materiali necessari con consulenza e supporto tecnico.

Da Eco Erg in P.zza Giovanni Laterza,14 a Putignano è disponibile di un tavolo per l'accoglienza per “fare due chiacchiere” e chiarire ogni dubbio sulle “Tecnologie a risparmio energetico”.

Ecoerg_lungo


Visualizzazione ingrandita della mappa