gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Lavoratori senza stipendio presidiano i cancelli della Giovanna Sbiroli
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Lavoratori senza stipendio presidiano i cancelli della Giovanna Sbiroli

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Attualità

Protesta dei dipendenti dell’azienda di abiti da sposa putignanese stamani, per il mancato pagamento degli stipendi arretrati

Giovanna_SbiroliPutignano Ba – Alle 8,30 di questa mattina una ventina di dipendenti dell’azienda di abiti da sposa Giovanna Sbiroli srl di Putignano, che da qualche mese ha cambiato il nome in Confezioni Putignanesi srl, rappresentati dalla sigla sindacale della Uiltec, si sono radunati in segno di protesta davanti all’ingresso dello stabilimento su Via Castellana.

“Lavoro-Stipendio, basta alle bugie!!!” reca l’iscrizione della bandiera collocata sulle inferriate. I lavoratori chiedono in sostanza il saldo degli stipendi arretrati,  a far data dall’aprile di quest’anno. Ad annunciare la critica situazione circa un mese fa il sindacalista Stefano Laterza, funzionario UILTEC Puglia e Bari e l’avvocato lavorista Josè Mottola, per accendere i riflettori sulla vertenza.

Giovanna_Sbiroli3Le prime agitazioni risalgono al mese di marzo scorso, quando guidati dal sindacato i lavoratori proclamarono uno sciopero generale alcuni giorni. L’azienda propose un piano di rientro, con una rateizzazione mensile dei debiti nei confronti dei lavoratori per proseguire le attività. Tuttavia la retribuzione è stata garantita solo fino a metà giugno scorso.

Oltre ai 22 lavoratori in attesa del saldo degli stipendi, negli ultimi mesi, altri undici lavoratori sono fuori dall’azienda con licenziamento collettivo su base volontaria o dimissioni.

Dal quadro generale della faccenda è facile prevedere che la protesta continuerà anche nelle prossime settimane, in attesa che si conoscano gli esiti delle procedure in atto e gli effettivi propositi dell’azienda.