gototopgototop
Caffe_Roma_475x120Ricco_banner_testata_2__475x120

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
L' ITIS “L. dell’Erba” al 18° Anniversario della strage di Capaci!
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

L' ITIS “L. dell’Erba” al 18° Anniversario della strage di Capaci!

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 15
ScarsoOttimo 
Attualità
Itis_dellerba_al_18_Anniversario_della_Strage_di_CapaciiIl 23 maggio 2010 una imponente manifestazione, dall’alto valore educativo e simbolico, si è tenuta a Palermo a cui hanno preso parte le scuole di ogni ordine e grado vincitrici del concorso “Un patto per la legalità”.

Anche l’ITIS “L. dell’Erba” di Castellana Grotte,  in rappresentanza di tutta la comunità cittadina, ha avuto l’onore di essere tra le scuole selezionate per partecipare alla grande manifestazione della Legalità. Della delegazione riservata all’ITIS, hanno preso parte il Dirigente Scolastico, prof.ssa Angela Fontana, l’assistente tecnico (Michele Galluzzi) e 13 alunni, tra cui vi erano alcuni ragazzi putignanesi.

Grande è stata l’emozione alla partenza da Castellana Grotte, grande il vivo ricordo delle vittime della strage di Capaci, in particolare di Rocco Dicillo, il cui ricordo è tale che l’associazione culturale DEADE (degli Ex Appartenenti Dell’Erba), con il benestare del Dirigente Scolastico dell’ITIS “dell’Erba”, ha contribuito a dedicare l’Aula Magna, a Lui, in quanto ex alunno diplomatosi nell’a.s. 1982-83.

I partecipanti alla manifestazione, il giorno 22 maggio 2010, alle ore 12,00 hanno raggiunto il Porto di Napoli, grazie ad un bus messo a disposizione dal dott.Giuseppe Vinella, per imbarcarsi sulla “Nave della Legalita” e raggiungere il capoluogo siciliano, ed insieme a migliaia di studenti, provenienti da tutta Italia, hanno deciso di ‘non dimenticare’ il sacrificio, avvenuto nello stesso giorno di 18 anni fa, del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Laura MorvilloVito SchifaniAntonio MontinaroRocco Dicillo, uccisi dalla mafia. e degli uomini della sua scorta.

Grandi e profonde le parole di don Ciotti, fondatore di Libera e  dei  prefetti di Napoli e di Palermo, che sulla piazzola del porto hanno portato il loro pensiero per preparazione gli animi dei partecipanti alla grande manifestazione.

La partenza da Napoli è stata accompagnata da rimorchiatori che hanno fatto ala, per un breve tratto, nel corso della navigazione.

I partecipanti dell’ITIS “dell’Erba” avendo avuto, esclusivamente, una apposita comunicazione in merito, sono stati condotti nell’Aula Bunker dell’Istituto Penitenziario “Ucciardone”, per assistere alla conferenza.  La prof.ssa Istituto_Penitenziario_UcciardoneMaria Falcone (sorella e custode della memoria del fratello), Presidente della Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, apriva l’assemblea con la lettura di un messaggio del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

La mattinata trascorsa nell’Aula Bunker ha rappresentato un momento istituzionale dove è  stato possibile ascoltare, la voce degli studenti e degli illustri ospiti, il Ministro dell’Istruzione (Mariastella Gelmini), il Ministro di Giustizia (Angelino Alfano) , il Ministro dell’Interno (Roberto Maroni ),  il Procuratore Nazionale della Giustizia (Piero Grasso), il Procuratore capo di Palermo (Francesco Massineo), il Presidente della Corte d’Appello di Palermo (Vincenzo Olivieri) e illustri ospiti internazionali Kerry Kennedy, figlia dell’indimenticato Ministro della Giustizia, Robert Kennedy, (Presidente della fondazione Robert  Kennedy) ed il capo dei servizi segreti dell’F.B.I. e Sottosegretario alla Giustizia Americana.

Momento istituzionale in cui si è illustrato quanto fatto dal Governo per ostacolare la corruzione e mafia e tutelare la legalità in Italia

Molto applauditi due momenti dell’intervento di Piero Grasso (Procuratore Nazionale Antimafia) che inneggiava Falcone e Borsellino a uomini che hanno combattuto e sono morti per un paese migliore.

Molto colorato il grande corteo, per testimoniare l’unione e la vicinanza dei ragazzi di tutta Italia ai ragazzi siciliani nel ricordare la figura del giudice Falcone, di sua moglie Francesca Laura e degli uomini della sua scorta, che proveniente dall’Aula bunker e da Via d’Amelio, ove morì il giudice Borsellino, che si è concluso presso l’alta magnolia, l’Albero di Falcone, sulla soglia di quello che fu il suo domicilio in Via Notarbartolo, ricoperto da messaggi, foto, poesie  e testimonianze di imperituro affetto. si è concluso. Non molto sentita la vicinanza e la presenza dei palermitani in una bella e assolata giornata festiva.

Sull’albero di Falcone, i rappresentanti dell’ITIS “dell’Erba” hanno voluto testimoniare la loro motivata presenza, collocando una foto dell’ex studente Rocco Dicillo, che, divenuto agente di Polizia e addetto alla scorta, morì nell’attentato della Strage di Capaci, e dell’Aula Magna dell’ITIS “dell’Erba” che, dal 2007, è a lui intitolata.

Alle ore 17.58 in punto (ora dell’attentato), la Polizia di Stato ha suonato il "Silenzio" commemorativo del 18° anniversario della strage di Capaci.

Alle ore 19.00 tutti i partecipanti si sono imbarcati ed alle ore 20.00 la partenza della Nave dal Porto di Palermo.

Michele Galluzzi, assistente tecnico Itis dell'Erba





 

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: