gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Scrutatori – La replica del M5S all'amministrazione di Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Scrutatori – La replica del M5S all'amministrazione di Putignano

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Attualità

L'amministrazione comunale di Putignano nega la possibilità di dare precedenza a disoccupati e studenti per il sorteggio degli scrutatori. Il Movimento 5 Stelle porta l'esempio dei Comuni che l'hanno già fatto

M5S_nuovo_logoPutignano Ba – Riceviamo e pubblichiamo le controdeduzioni alla nota del Sindaco DeMiccolis, il quale replicava sostanzialmente con un diniego, ai partiti che chiedevano di dare precedenza a disoccupati e studenti per la nomina degli scrutatori.



"Al Sig. Sindaco del Comune di Putignano Aw. Gianvincenzo Angelini De Miccolis.

In riferimento alla sua risposta del 14 aprile 2014, Prot. n.16098, il Movimento 5 Stelle di Putignano ritiene utile informarla che nei comuni di Barletta, Mola,Torino, Matera, Novara, Ragusa, Quartu, Sant'Elena, Maranello, Pomezia, Senigallia, Iglesias ecc. si è già provveduto a riservare dei posti, per la nomina degli scrutatori, ai cittadini disoccupati, inoccupati e studenti.

Condividiamo con lei il principio della solidarietà tra cittadini, ma riteniamo che un amministrazione comunale, debba favorire particolarmente in queste occasioni, l'ingresso e la partecipazione alla vita sociale e politica, delle categorie più deboli, ricompensandoli con un minimo garantito, sempre nel rispetto dell'imparzialità e delle norme.

Da questo la invitiamo almeno a permettere agli iscritti all'albo degli scrutatori del Comune di Putignano, di comunicare comunque tramite mail certificata, i l proprio stato occupazionale ed iscrizione all'ufficio di collocamento, nella speranza che i l buon senso prevalga e gli eventuali già occupati in attività lavorative sorteggiati, concedano il loro posto ai cittadini meno fortunati.

Distinti Saluti, Dipierro Renzo"