gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Banner
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Putignano, mercato settimanale, ecco la nuova disposizione
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Putignano, mercato settimanale, ecco la nuova disposizione

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
Attualità

La sperimentazione partirà a fine mese e durerà sei mesi. Se va tutto bene diverrà definitiva. Di seguito la nuova disposizione delle bancarelle come riportata dalla mappa

Mercato_mappa_nuova_disposizione_lowPutignano (Ba)  -  Bancarelle lungo tutto il Corso Umberto I° ed Estramurale a Mezzogiorno fino  a Porta Barsento. Nella parte bassa saranno utilizzate una parte di Via Matteotti, Via Trento e Via Noci.  E’ quanto prevede la nuova disposizione delle bancarelle del mercato settimanale di Putignano, in sperimentale per 6 mesi. Il provvedimento risale al 26 novembre 2010, ma solo nei giorni scorsi, dopo una serie di integrazioni e revisioni il Comune di Putignano è approdato alla fase di sperimentazione.

La nuova disposizione delle bancarelle si è resa necessaria per  “…riqualificare alcune aree di mercato e renderle ai fini della viabilità e del traffico più snelle, nonché più agibili e fruibili…”. Nonché per risolvere il problema dei furgoni degli ambulanti parcheggiati in maniera ingombrante sui marciapiedi o tra le stesse bancarelle. Per questo motivo saranno costrette a traslocare gli ambulanti che sostavano nell'ex Foro Boario, lungo parte di Via Matteotti e Via Stefano da Putignano, per far posto ai parcheggi degli automezzi destinati al trasporto delle merci.

L’esperimento durerà sei mesi e, se dovesse risultare positivo, il nuovo schema diverrà definitivo. Con la nuova disposizione, saranno dunque sgombrati oltre a Piazza Belinguer, anche parte di Via Matteotti e via Stefano da Putignano.

Ecco come sarà la nuova disposizione delle bancarelle.

1 Abbigliamento (colorato in blu): Corso Umberto I°, Piazzale A.Moro, Estr. a Mezzogiono.

2 Scarpe, oggettistica (colorato in fucsia): parte di Via Matteotti, Via Noci, Via Trento.

3 Casalinghi (colorato in giallo): Via Noci.

4 Lampadari e mobili (colorati in blu): Via Noci.

5 Alimentari e salumi (colorati in rosso): Via Noci.

6 Frutta e verdura (colorati in verde): Estramurale a Mezzogiorno fino a Porta Barsento.

Tra le altre regole prescritte in delibera:

posteggio assegnato a ciascun operatore alla sola occupazione della bancarella con esclusione del mezzo veicolare fatta eccezione per gli Automarket;

- esonero dal pagamento del ticket riferito alle strisce blu per le sole ore di svolgimento del mercato (9.00 – 13.00) per gli automezzi di trasporto merce utilizzati dagli operatori del mercato muniti di contrassegno,su tutto il territorio urbano;

area riservata nelle sole ore di svolgimento del mercato di Piazza E. Berlinguer agli automezzi di trasporto merce utilizzati dagli operatori del mercato muniti di contrassegno mentre la restante parte della piazza manterrà la funzione di parcheggio autovetture regolato da disco orario con sosta massima di 1( uno) ora;

di stabilire che l’accesso alle aree da parte degli operatori titolari di posteggio è consentito a partire dalle ore 6.00 e sino alle ore 7,30 (orario della sistemazione definitiva);

lo sgombero delle bancarelle dovrà essere effettuato nelle seguenti fasce orarie: dalle ore 12.00 alle ore 13.00

di vietare l’abbandono dei rifiuti di qualsiasi genere, nelle aree interessate al mercato, da parte degli operatori mercatali e di provvedere alla differenzazione dei rifiuti negli appositi contenitori ivi collocati;

in caso di violazione delle disposizioni di cui sopra, di applicare le sanzioni previste al co. 2 – art. 29 del D. Lgs. 31/3/1998 n. 114 e, in caso di recidiva (co. 3 “ quando sia stata commessa la stessa violazione per due volte in un anno)) l’emissione a firma del Sindaco di provvedimenti che prevedono la sospensione dell’attività sino ad un massimo di 20 giorni;

di prevedere la sospensione dell’attività anche in presenza di danni causati durante lo svolgimento del mercato alle strutture ed infrastrutture.