Il giornalista opinionista della Gazzetta del Mezzogiorno, Riccardo Riccardi, ha presentato il suo libro "L'impresa di Felice Garibaldi e il Risorgimento in Puglia (1835-1861)"Presentazione libro di Riccardo Riccardi

Putignano (Ba) - Venerdì 4 novembre 2011 è stato presentato, presso la Sala Consiliare del Comune di Putignano, il libro di Riccardo Riccardi intitolato "L'impresa di Felice Garibaldi e il Risorgimento in Puglia (1835-1861)". 

L'evento, iniziato alle ore 18.30, si è svolto con gli interventi del nostro Sindaco Avv. Gianvincenzo Angelini De Miccolis, dell' Assessore al bilancio Gianni Campanella, della pedagogista prof.ssa Angela Chionna, del professore di letteratura italiana e storia del libro e dell'editoria Pietro Sisto e del presidente dell'Associazione Combattenti e reduci Cavaliere Francesco Dalena.

Il libro è un ritratto inedito, pubblico e privato, di Felice Garibaldi, fratello minore del mitico "Eroe dei Due Mondi", che nella sua veste di imprenditore nel campo oleario segnò diversamente le dinamiche familiari dela famiglia Garibaldi a Nizza. La grande epopea di Giuseppe fa da sfondo, a tratti si intreccia con le vicende mercantili di traffici di olio tra la borbonica provincia di Bari e la sempre più francese Nizza. La storia di viaggi alla ricerca di avventure politiche e rivoluzioni da compiere, ispirata ad un ideale romantico di libertà del Generale che cercò di realizzare infine nella piccola e selvaggia Caprera, la si legge in "controluce" attraverso la storia, meno solenne, ma ugualmente interessante, di Felice, dipendente dell'azienda nizzarda Avigdor a Bari e Bitonto, centri del sud dell'Italia che scoprivano un rilancio dei commerci grazie anche alla produzione locale di olio da tavola, tanto da imprimere dinamiche di ammodernamento del tessuto sociale, economico e urbanistico territoriale. La trattazione storica diviene, pertanto, un vivace affresco dell'ambiente di Nizza e della Terra di Bari dell'Ottocento, dagli anni Trenta alla gloriosa spedizione dei Mille.


L'autore Riccardo Riccardi durante la sua presentazione: "il prodotto più importante della nostra terra, che ha reso grande la nostra Puglia all'estero è l'olio.. ed è l'olio l'elemento più importante del mio lavoro perché attorno a Felice Garibaldi, a Giuseppe Garibaldi, a tutta questa storia che riguarda il Risorgimento, in un periodo storico in cui non c'era ancora l'idea di Nazione.. L'Italia pre-unitaria...la terra di Bari che inventa nel contesto Europeo la storia importante, una storia che ci fa onore e questo è quello che ho cercato di fare attraverso il mio lavoro... Un lavoro corale che mette insieme Garibaldi,la storia della nostra terra...Bari commerciava alla grande con i porti più importanti dell'Adriatico e di tutto il Mediterraneo, e Nizza era un porto importante...Nizza commerciava olio ma aveva già nel 1835 bisogno di commerciare olio di buona qualità...Nel 1828 a bari arrivò un imprenditore provenzale il quale dette all'olio la buona qualità..."
 
Condividi