gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Inaugurata la mostra fotografica “Frammenti d’est”
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Inaugurata la mostra fotografica “Frammenti d’est”

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Attualità
Venerdì 31 ottobre 2011, presso l'ex Macello comunale di Putignano ha preso vita il progetto di Francesca e Mauro "Frammenti d'est"Frammenti D'Est
Putignano (Ba) - Lunedì 31 ottobre alle ore 19,00, è stato inaugurato presso l'ex Macello di Putignano un progetto intitolato "Frammenti d'Est" a cura di Francesca Sbiroli e Mauro D'Aprile. Questo progetto avrà un percorso abbastanza lungo poiché la mostra sarà aperta ad I-MAKE per circa due settimane.

Questo lavoro di Francesca e Mauro, è il frutto di un viaggio nei Balcani dal quale nasce una mostra fotografica che sarà completata da un concerto di musica balcanica.
Il gruppo musicale che si esibirà venerdì 4 novembre alle ore 20,30 presso Sala Margherita di Putignano, Zuf de Zur, vive sulla linea di confine tra l'Italia, la Slovenia e la Bosnia, ed è dunque un gruppo specializzato nella musica di questi luoghi di confine.
Erano presenti all'evento il sindaco Gianvincenzo Angelini De Miccolis e l'assessore alla cultura Giuseppe Genco.

Francesca e MauroFrancesca Sbiroli ha così espresso ai presenti: "Questa iniziativa nasce da una mia esperienza personale: ho vissuto un anno e mezzo nei Balcani, un anno a Mostar in Bosnia Erzegovina e 5 mesi a Belgrado in Serbia. Mostar è la città simbolo della guerra nei balcani, e Belgrado è una città multietnica. Simbolo della Guerra grazie al ponte distrutto, è una città simile a Gerusalemme anche se c'è un muro invisibile... Ci sono tutte e quattro le religioni in una città molto piccola... Apparentemente la città presenta una bellezza infinita, poi dopo 4 o 5 mesi purtroppo vengono a galla le ferite della guerra: c'è questo odio tra i croati che sono di religione cattolica e i bosniaci di religione musulmana.... Quindi c'è una netta divisione anche tra i giovani... Due realtà contrastanti: una bellezza infinita dei territori e poi questa realtà latente..."

La presentazione dell'evento è avvenuta in modo molto originale attraverso la lettura di poesie interpretate da Francesca e Mauro, accompagnata dal sottofondo musicale della chitarra suonata da Gianni Pinto.

Sarà possibile ammirare la mostra fotografica durante i giorni sopra riportati, dalle ore 18,30 alle 20,30 presso l'ex Macello Comunale di Putignano.



 

Aggiungi un commento

  Si consiglia di non inserire dati personali negli spazi riservati ai commenti (es. indirizzi, numeri cell. ecc.)
Il tuo nome:
Indirizzo email:
Titolo:
Commento: