Un registro comunale dei testamenti biologici, totalmente gratuito,  che consentano a ciascuno di scegliere i trattamenti medici che intende ricevere o rifiutare in caso di incapacità, incoscienza e altre cause che impediscano al soggetto di comunicare con il mondo
R._Delfine_-__B._EnglaroEnglaro_a_Putignano_Testamento_biologicoPutignano (Ba) - Venerdì 15 luglio alle ore 19,30 presso Piazza Plebiscito a Putignano, alla presenza di Beppino Englaro padre di Eluana (ragazza che, a seguito di un incidente stradale, ha vissuto in stato vegetativo per 17 anni, fino alla morte naturale sopraggiunta a seguito dell'interruzione della nutrizione artificiale), si è svolto un dibattito riguardante la proposta Registro Comunale dei Testamenti Biologici.


Il sindaco di Francavilla Fontana, dott. Vincenzo Della Corte, medico rianimatore, ha portato la testimonianza e la delibera del proprio Comune, ove, seppure faticosamente, è stato istituito uno dei primi registri comunali dei testamenti biologici. Il convegn, promosso dal Circolo SEL Putignano, è stato moderato da Mariano Intini, con interventi del consigliere SEL, Rossana Delfine.

Il testamento biologico è un documento legale che permette di indicare in anticipo i trattamenti medici che ciascuno intende ricevere o rifiutare in caso di incapacità mentale, incoscienza e altre cause che impediscano al soggetto di comunicare con il mondo. La persona che intende redigere un testamento biologico dovrà nominare un fiduciario per le cure mediche che interviene sulle decisioni riguardanti i trattamenti, nei casi elencati precedentemente. Per consentire ai cittadini di registrare e autenticare gratuitamente il proprio testamento biologico è stato istituito il registro comunale.

Testamento_biologico_pubblicoNon è obbligatorio redigere e iscrivere il proprio testamento biologico nel registro comunale e solo i residenti del comune che avranno superato il 18 anni di età potranno farlo. Chi vuol redigere il proprio testamento biologico, potrà recarsi insieme al fiduciario presso gli uffici dell'assessorato alla salute del comune di residenza. Il contraente depositerà il proprio documento e compilerà e sottoscriverà la dichiarazione sostitutiva di atto notarile. Il fiduciario davanti al funzionario comunale compilerà la dichiarazione sostitutiva di atto notorio con il quale dichiarerà di aver controfirmato il Testamento biologico consegnato dal contraente. Il funzionario accettante non conoscerà il contenuto del testamento biologico poiché esso è un atto personale.

La proposta descritta, è stata presentata dal consigliere comunale di Putignano Rossana Delfine.

Il protagonista dell'evento Beppino Englaro, per anni chiesto per via giudiziaria la sospensione dell'alimentazione artificiale e delle terapie nei confronti della figlia Eluana (che dopo un incidente ha vissuto instato vegetativo) a partire dal 1999, portando a supporto della richiesta diverse testimonianze volte a dimostrare l'inconciliabilità dello stato in cui si trovava e del trattamento di sostegno forzato che le consentiva artificialmente di sopravvivere (alimentazione/idratazione con sondino naso-gastrico) con le sue precedenti convinzioni sulla vita e sulla dignità individuale.
"Il timore di Eluana non era la morte...Io non essendo un interlocutore giuridico non potevo chiedere la sospensione delle terapie e dell'alimentazione artificiale di mia figlia, e ho dovuto per 17 anni sopportare di vederla su un letto in stato vegetativo.. Nel gennaio del 1992 iniziò l'iter per sospendere l'alimentazione e la risposta del procedimento è avvenuto nel 2006! Un iter durato 15 anni e 9 mesi.. nel 2006 abbiamo avuto il permesso di sospendere l'alimentazione artificiale e le terapie! Sono sicuro che Eluana non avrebbe voluto vivere in questo modo..."
Così Beppino Englaro teneramente ha esposto ai presenti.
 
Condividi