gototopgototop
Gruppo_Delfine_-_Promozione_antiparassitari_705x178_lowBCC_iniziativa_2018_950x240

Putignano Informatissimo, notizie dell'ultima ora

Play_electronics
Play_electronics
Ricco Gioielli linea Mirco Visconti
Banner
Banner
Cimitero 1: loculi in ritardo e prezzi maggiorati per gli aumenti richiesti dall’appaltatrice Inedil
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti per l'informatica, telefonia e computer a Putignano
Tech 3.0, vendita e assistenza prodotti informatici, telefonia, dj poit
Banner

Cimitero 1: loculi in ritardo e prezzi maggiorati per gli aumenti richiesti dall’appaltatrice Inedil

Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Attualità

De Miccolis: l’adeguamento alle norme antisismiche e il nuovo prezzario approvato dalla Regione, potrebbero far lievitare i costi, ma stiamo cercando di rimodulare i termini dell’appalto per evitarlo, anche se questo produce ulteriori ritardi loculi-in-costruzione_repertorio_low

Putignano (Ba) - Un loculo al 1° livello, secondo la convenzione, si prevedeva dovesse costare al prezzo bloccato circa € 1.526,67. A quanto pare però le cose potrebbero non andare così. Infatti dono aver parlato in più occasioni del conclamato ritardo, sia pur per certi versi motivato, nella realizzazione dei loculi che, ora aleggia lo spettro di un possibile aumento dei prezzi.

L’impresa appaltatrice Inedil, ha infatti formulato richiesta di adeguamento al nuovo prezzario approvato dalla Regione Puglia, anche se questo è sopravvenuto dopo l’aggiudicazione dell’appalto, nonché sollevato la questione relativa all’adeguamento del progetto imposto dalla nuova legge antisismica. Circostanze che fanno lievitare considerevolmente i costi rispetto alle previsioni, con inevitabile ricaduta sul prezzo dei loculi per l’acquirente finale. Secondo alcune indiscrezioni l’aumento sarebbe almeno di 300-400 euro, ditalché un loculo potrebbe arrivare a costare più di  2mila euro (considerando anche l’IVA che per il cittadino costituisce un costo)

La convenzione con l’appaltatrice INEDIL prevedeva
- la progettazione e l’esecuzione dell’opera;
- il completamento dell’intera opera “entro 3 anni”;
- l’acquisto del terreno necessario alla realizzazione del parcheggio per più di 200 auto;
- la sistemazione di tutta la viabilità circostante;
- la manutenzione e la gestione di tutto il Cimitero per venti anni;
- la vendita dei loculi rispettando gli elenchi e le graduatorie depositate in Comune.
A fronte di questi obblighi contrattuali l’INEDIL incasserà i proventi delle vendite dei loculi e di tutti i servizi cimiteriali con il mantenimento di tutte le tariffe esistenti ( ferme al 1999 ) con un aumento nella misura del solo indice ISTAT.

Sindaco_De_Miccolis_5_lowLa Risposta del Sindaco De Miccolis

“Stiamo tentando di rimodulare i termini dell’appalto, per lasciare invariato il costo dei loculi per i cittadini. I ritardi sono evidenti e dettati dalla circostanza che l’impresa appaltatrice ha formulato una richiesta di aumento motivandola con la necessità di adeguare l’intero progetto, sia al nuovo prezziario approvato alla Regione successivamente alla individuazione dell’impresa vincitrice, sia in forza di una intervenuta nuova legge antisismica, che impone di adeguare i progetti alle nuove norme. Putignano peraltro, rientra tra i comuni che hanno l’obbligo di adeguarsi. Con l’ufficio di competenza stiamo facendo una serie di verifiche complesse, per stabilire la legittimità di tali richieste (ma pare che lo siano sulla base delle prime risultanze), insieme anche al tentativo di rimodulazione dei termini dell’appalto per lasciare invariati i costi, ma va ricordato che bisogna comunque calcolare l’adeguamento ISTAT, mai fatto dal 1999, oltre all’IVA, che prima l’ente Comune non contemplava…”.